googletag.pubads().definePassback('/4143769/channelcity-sfondo', [1, 1]).display();

AVM FRITZ!Box 6850 LTE (TEST PRODOTTO)

Il nuovo AVM FRITZ!Box 6850 LTE è un router che supporta sia le reti cablate sia quelle LTE per garantire sempre e comunque una trasmissione dati fino a 150 Mbit/s.

Prodotti
Le restrizioni alla mobilità hanno cambiato profondamente le esigenze di connessione di tutti gli utenti. Dallo smart working alla didattica a distanza, passando per la fruizione di contenuti di entertainment, in ogni abitazione si è registrata un'impennata del traffico dati. Inoltre, tutti quanti abbiamo avuto modo di comprendere se la connessione a Internet fosse adeguata alle nuove esigenze, e allo stesso modo, se lo fossero anche i dispositivi che la erogano.

Il cambiamento è profondo, fino a non molto tempo fa il router installato dall'operatore telefonico poteva andar bene anche per quella parte dell'utenza che raramente aveva la necessità di sfruttare del tutto le potenzialità. Oggi sempre più persone sono connesse per diverse ore ogni giorno per lavorare, studiare e intrattenersi. Non è più possibile sorvolare su una connessione claudicante

L'ostacolo maggiore è l'infrastruttura di rete, che in molti casi non offre un segnale veloce e di qualità oppure un modem/router, fornito dall’operatore telefonico, non adeguato alle necessità di fruizione dell’utente. Intere zone del Paese hanno una copertura ADSL con una velocità ben al di sotto del picco teorico dichiarato; significa che tre o più persone nella stessa abitazione non riescono ad essere produttive online contemporaneamente.

AVM FRITZ!Box 6850 LTE

Il router può risolvere buona parte dei problemi di connettività e consentire a tutti di lavorare, studiare e divertirsi senza ostacoli tecnici. Un esempio è il nuovo FRITZ!Box 6850 LTE, un prodotto indicato per il mercato business, che combatte il digital divide supportando sia la rete cablata, sia quella Mobile LTE. 

Il router, infatti, dispone della classica connessione Gigabit LAN, di un vano SIM, di Wi-Fi 4 e 5, del connettore analogico per il telefono e della tecnologia DECT per telefoni cordless. Complessivamente trasmette su dieci frequenze LTE e tre UMTS, e supporta il roaming per la navigazione su tutte le reti mobili. Sarà il router, di volta in volta, ad attivare la navigazione sulla rete LTE o su quella LAN a seconda della migliore velocità garantita in un dato momento. 

Disponibile entro fine anno al prezzo suggerito di 199,99 euro IVA inclusa, il 6850 LTE è anche pronto per sfruttare le nuove tecnologie in arrivo. Vedremo nel dettaglio ogni aspetto più avanti. Quello che conta sottolineare adesso è che questo dispositivo fornisce una connessione stabile e veloce con una velocità di trasmissione dati fino a 150 Mbit/s.
fritzbox 6850 turntable 01

Fuori dalla scatola

Il 6850 LTE è un prodotto compatto il cui design riprende l’estetica della gamma FRITZ! più recente: colore bianco con un inserto rosso nella parte alta che consente di collocarlo ovunque nell'ambiente domestico. Ricordiamo, infatti, che in un momento in cui la maggior parte delle persone sta lavorando da casa, è necessario che l'ambiente domestico sia simile a quello ‘business’ offrendo connettività e sicurezza il più vicini possibile a quelli dell'ufficio.

Fra i due agganci delle antenne troviamo il vano in cui si può inserire una scheda Mini SIM di un operatore a scelta, la presa RJ-11 per telefoni analogici, quattro porte Gigabit Ethernet (10/100/1000 Base-T) e la presa di alimentazione a cui si collega l'alimentatore che è incluso nella dotazione. A destra c'è un connettore USB per collegare dispositivi di archiviazione esterni o la stampante. È supportata una

Sulla parte superiore del dispositivo ci sono i cinque LED abituali dei router FRITZ!! che segnalano, da sinistra verso destra, lo stato di funzionamento dell'apparecchio, della rete WLAN, del DECT. Seguono il pulsante da premere per aggiungere dispositivi alla rete (ad esempio i FRITZ! Repeater per creare una rete mesh) e quello per ricevere la segnalazione di messaggi in attesa. 
Appare chiaro da questa prima panoramica che FRITZ! si propone come hub per tutte le attività, non solo come fonte di segnale Wi-Fi.

Configurazione

L'installazione è molto semplice. La prima cosa da fare, se si intende usare la connessione LTE, è inserire la SIM nell'apposito alloggiamento. Se si intende collegare la SIM in un secondo momento, bisogna ricordare che l'operazione deve sempre essere effettuata a router spento

Dopo avere installato le antenne e collegato la presa di alimentazione, per un uso di base basta collegare il computer al router inserendo la password Wi-Fi contenuta nel cartoncino presente nella confezione. Si compone di 20 caratteri numerici, che già di base forniscono una discreta sicurezza di rete: per chi preferisce cambiare la password, suggeriamo di non renderla più semplice per salvaguardare la sicurezza.  

2Ciascun router esce dalla fabbrica con una password univoca
La configurazione vera a propria avviene tramite interfaccia web. Bisogna collegarsi alla pagina indicata nelle istruzioni, oppure tramite l'indirizzo IP di fabbrica.
In entrambi i casi serve una password per collegarsi, anch'essa stampata sul cartoncino in dotazione. È la password di amministrazione del router e, come sempre, il produttore ne ha prevista una diversa per ciascun dispositivo, composta di numeri, lettere e caratteri speciali. È un'ottima idea perché, scansando il solito admin/admin, gli utenti distratti che non ricordano di reimpostare la password si ritroveranno comunque con una rete domestica sicura.

Impostazioni per tutte le esigenze

A prescindere dall'interfaccia che si sceglie di usare, si potranno personalizzare i parametri del parental control e tenere d'occhio quanto tempo trascorre online ciascuno dei PC collegati. Si possono impostare limiti al tempo e all'orario di connessione, gestire i profili di accesso e i siti a cui ciascun utente può avere accesso. 

Dato che il router supporta anche i telefoni, è molto interessante l'area del pannello dedicata alla telefonia, dove si possono gestire la segreteria telefonica e la rubrica e controllare l'elenco delle chiamate in entrata e in uscita. Configurare e gestire i dispositivi collegati è facile, così come aggiungerne di nuovi sia singolarmente, sia tramite DECT.  
canaliAgire sui canali permette di ottenere la migliore velocità di connessione possibilePer risolvere i problemi di connettività, soprattutto nei condomini dove più reti operano all'interno degli stessi canali rallentando la connessione, si può agire direttamente sui canali per trovare quello più libero e navigare a una maggiore velocità.

L'altro aspetto di grande importanza in questo momento è la sicurezza. Fin dal primo lockdown abbiamo assistito a molti cyber attacchi che hanno preso di mira i router domestici per colpire le aziende a cui i dipendenti erano collegati. È uno dei tanti effetti collaterali dello smart working. Per fornire una maggiore sicurezza, il pannello del FRITZ!Box 6850LTE consente di proteggere il traffico con crittografia WPA3. Non è attiva per default perché alcuni client datati potrebbero essere incompatibili. In caso quelli presenti in ufficio lo siano, è consigliabile attivarla.
crittografiaFRITZ!Box 6850 LTE offre una crittografia WPA3 per una maggiore sicurezza per il lavoro da remotoPer evitare di dare accesso indiscriminato alla rete, si possono anche creare degli accessi temporanei per gli ospiti, cui verranno fornite password ad hoc, senza diffondere quella principale, che dovrebbe restare di uso esclusivo dei componenti del nucleo famigliare.

Ricordiamo, infine, che il FRITZ!Box 6850 LTE dispone del nuovo sistema operativo FRITZ!OS 7.20, che è un prodotto cross platform (quindi disponibile su tutti i prodotti dell'azienda) e che assicura aggiornamenti frequenti sia per le funzioni sia per la sicurezza, di modo che il router offra sempre le funzioni più recenti, a prescindere dalla data d'acquisto.

Reti mesh

Uno degli aspetti più interessanti della dotazione FRITZ! consiste nella possibilità di creare agevolmente reti mesh, per portare un segnale di qualità in tutti angoli di casa, o in uffici di ampie metrature. Qualche tempo fa abbiamo spiegato come fare usando i FRITZ! Repeater
Quelli che molti non sanno è che lo stesso risultato si può ottenere anche con i ‘vecchi’ router FRITZ! Infatti, nel momento in cui  un utente acquista un nuovo prodotto -  poniamo il caso del 6850 LTE per la possibilità di usare la rete LTE oltre a quella cablata - e un anno fa aveva acquistato un altro modem FRITZ!, non deve metterlo in soffitta, ma può  destinarlo ad ampliare la portata della connessione Wi-Fi utilizzando il nuovo dispositivo come principale,  seguendo le istruzioni riportate a questo link.

Pro
  • Connessione a reti cablate e LTE per garantire sempre una trasmissione dati fino a 150 Mbit/s
  • Possibilità di creare una rete mesh per espandere la portata del segnale Wi-Fi
  • Protezione del traffico tramite crittografia WPA3
  • Supporto per base DECT a cui collegare fino a sei telefoni cordless
Contro
  • Non supporta Wi-Fi 6
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale

Storia di un attacco: così le minacce evasive mettono ko lo smart working

Speciale

WatchGuard-Symbolic,
il valore della piattaforma unificata

Speciale

Potenziare la cyber security con l'analisi comportamentale

Speciale

#ChannelRoundtable: Il valore del modello distributivo e l’importanza della supply chain

Speciale

#ChannelRoundtable: La sicurezza ai tempi dello Smart Working

Calendario Tutto

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche