Fortinet Partner Sync, è tempo di Security Transformation

Pubblicato il: 31/05/2018
Autore: Claudia Rossi

Quattro le aree su cui Fortinet punta per continuare a crescere anche nel 2018: Network security, cloud security, infrastructure security e IoT. Quattro aree disgiunte che lo specialista indirizza con un framework unico, Security Fabric, e un ecosistema di partner oggi supportato da tantissimi nuovi tool.

Quinta edizione di grande successo per il Partner Sync di Fortinet, lo specialista di cybersecurity che al mercato offre soluzioni ad alte prestazioni, integrate e automatizzate. L'evento, organizzato su due tappe (una a Roma e una a Milano), ha visto la fitta partecipazione di un canale particolarmente interessato ad approfondire le tendenze in atto e le ultime leve messe a disposizione dal vendor per continuare a crescere insieme.
Nel 2017 le revenue mondiali di Fortinet hanno registrato, infatti, un incremento pari al 17% sull'anno precedente, sfiorando gli 1,5 miliardi di dollari. "Stiamo vivendo un momento di fortissima accelerazione, non solo a livello mondiale, ma anche locale - afferma dal palco Filippo Monticelli, Country Manager della filiale italiana -. La dimensione dei deal sta aumentando: oggi il 27% dei nostri progetti vale oltre 500.000 dollari, rafforzando la nostra presenza in area enterprise". In crescita il presidio del vendor su tutti i verticali. In Italia, in particolare, Fortinet vanta sempre più referenze nella PA centrale e locale, nelle Telco, nel Finance, nel Retail e nel Fashion. "Oggi non c’è mercato in cui non siamo presenti. E, d'altra parte, con la nostra offerta siamo in grado di risolvere le esigenze di qualsiasi settore e dimensione d'azienda" aggiunge Monticelli, sottolineando le enormi capacità di Ricerca e Sviluppo del vendor, in grado di scoprire più zero-day di qualsiasi suo competitor.

Antonio Madoglio, SE Director di Fortinet Italia

fortinet sala piena
 Fortinet Partner Sync, la tappa milanese
Le leve per crescere
Il 2018 sarà un anno sfidante per Fortinet, che anche a livello locale dovrà raggiungere risultati di business particolarmente impegnativi. Ci sono, però, sul mercato quattro aree di crescita che, secondo il Country Manager, aiuteranno a raggiungere i traguardi fissati: la network security, un adressable market che vale circa 25 miliardi di dollari a livello mondiale e in cui Fortinet già realizza il 70-80% dei suoi ricavi; la cloud security, che pur valendo oggi complessivamente 2 miliardi di dollari cresce del 200% anno su anno; l'IoT & l'Ot dal valore globale di 9 miliardi di dollari; e l'infrastructure security, ossia tutto ciò che concerne endpoint security, sicurezza applicativa, secure mailing, sistemi di secure access e piattaforme di security management e orchestrazione, un mercato da circa 47 miliardi di dollari. "Si tratta di quattro aree tra loro disgiunte, che solo noi siamo in grado di indirizzare con una proposizione a valore unica sul mercato, Security Fabric: un framework integrato e automatizzato che permette di cavalcare l’onda della Digital Transformation, armonizzando la gestione di tutti i punti di security aziendale" afferma il Country Manager, che alla platea ribadisce l'assoluta centralità dei partner nella politica di go to market del vendor.
fortinet 4 areeIl canale al centro
Da sempre al cuore della strategia commerciale di Fortinet c'è il canale, un ecosistema incaricato di accompagnare il mercato verso una Security Transformation che richiede soluzioni sempre più complete e aperte, capaci di integrare anche componenti verticali di terze parti. "La nostra possibilità di crescita passa dalla capacità dei partner di veicolare questo tipo di soluzioni. Per questo, di recente, abbiamo compiuto importanti investimenti, ampliando non solo la nostra struttura a supporto dei dealer, ma mettendo anche a punto una serie di nuovi tool pensati per premiare gli sforzi dei diversi operatori in gioco e moltiplicare le opportunità sul mercato" afferma Cesare Radaelli, Senior Director Channel Account di Fortinet Italia. In particolare, per quanto riguarda il riconoscimento degli sforzi, il vendor sta ultimando un modello di scontistica che all'interno del nuovo programma di canale premierà la proattività di ogni dealer nel processo di generazione dei deal, che già oggi possono essere registrati attraverso un nuovo tool dedicato. Per aiutarli a cogliere le opportunità dei servizi di security, nel terzo trimestre Fortinet rilascerà invece il programma Mssp 2.0, accessibile non più solo ai partner certificati Platinum (6 in Italia), ma anche ai Gold (attualmente una ventina) e ai Silver (circa 20).Sul fronte della formazione, le novità riguardano la nuova versione del programma di certificazione Network Security Expert (Nse): otto moduli con cui i partner accreditati hanno la possibilità di innalzare il proprio livello di competenza in più ambiti tecnologici, ottenendo grazie alle specializzazioni raggiunte il massimo livello di sconto sui prodotti di ciascuna categoria, un supporto tecnico di livello più alto, maggiore visibilità marketing e programmi dedicati. "Sul fronte marketing, tra l'altro, abbiamo rilasciato da poco il nuovo Concierge Service, un servizio che all'interno del Partner Portal permette ai dealer certificati di lanciare campagne online sui propri clienti, personalizzandole e automatizzando le diverse l’attività" spiega Radaelli, sottolineando anche la possibilità di replicare sui clienti il nuovo Fortinet Hacking Lab, un demo lab che mostra in concreto il modo in cui opera la piattaforma Security Fabric. Per aiutare i partner a sviluppare nel tempo la propria base installata, Fortinet ha, infine, lanciato un nuovo programma di Trade Up, ampliando anche il portafoglio dei servizi di security disponibili, oggi aggregati in bundle già definiti o selezionabili singolarmente all'interno dell'offerta FortiGuard.

Cesare Radaelli, Senior Director Channel Account di Fortinet Italia

fortinet momenti partnersync
Momenti del Fortinet Partner Sync

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social