Business Partner Roadshow, il printing secondo Epson

Pubblicato il: 28/09/2018
Ernesto Sagramoso

Il 25 di settembre è partito da Milano il Roadshow 2018 di Epson, una serie di eventi per il Canale Ict che toccheranno le città di Verona, Bari, Caserta, Roma, Lucca e Treviso e si concluderà il 18 ottobre a Bologna. Tante le novità in ambito Inkjet.

Il 25 di settembre è partito da Milano il Roadshow 2018 di Epson, una serie di eventi per il Canale ICT che toccheranno le città di Verona, Bari, Caserta, Roma, Lucca e Treviso e si concluderà il 18 ottobre a Bologna.
Questi incontri serviranno anche per valutare i nuovi trend di mercato e per toccare con mano i nuovi prodotti esposti all'interno di cinque aree tematiche: Corporate, Education, Retail, AVPRO Lab e Area Partner.
epson roadshow"Da sempre Epson opera sul territorio solo attraverso il canale indiretto, che è quindi per noi un asset importantissimo. Per questa ragione il Business Partner Roadshow non solo ha l'obiettivo di aggiornare i partner sulle nostre ultime novità, ma anche di avvicinarci il più possibile alle loro realtà e supportare l'attività di vendita creando una relazione ancora più stretta" sottolinea Flavio Attramini, Head of Business Sales di Epson Italia.
epson managerLa tappa di Milano è stata l’occasione per presentare anche alla stampa le nuove famiglie di dispositivi inkjet business, naturale evoluzione della gamma RIPS (Replaceable Ink Pack System), caratterizzate da sacche di inchiostro estremamente capienti. Stiamo parlando dei modelli WorkForce Pro WF-C579R e WF-C529R a colori, e delle WF-M5799DWF, WF-M5299DW e WF-M5298DW, soluzioni monocromatiche.
epson printerI primi due modelli, destinati ai gruppi di lavoro, hanno uno scanner in grado di leggere un documento in fronte/retro in una singola passata e possono sfruttare sacche di inchiostro che garantiscono fino a 50.000 pagine in nero e 20.000 a colori. I modelli monocromatici sono invece rivolti al professionista e alla piccola azienda. Grazie a un’autonomia di 40.000 copie garantiscono un TCO ridotto e un intervento minimo di manutenzione, con conseguente aumento della produttività.

"Queste stampanti inkjet sono superiori alla tecnologia laser, consentono di risparmiare denaro, energia e tempo e sono dotate di numerose funzionalità di gestione della produttività e dei documenti aziendali. Sono progettate in modo specifico per ridurre l'impatto ambientale, eliminare gli interventi e semplificare il flusso di lavoro, senza mai perdere di vista il risparmio sui costi - evidenzia Riccardo Scalambra, Business Manager Prodotti Ufficio di Epson Italia -, che poi aggiunge: la scarsa necessità di intervento e i vantaggi ambientali rendono questi dispositivi ideali per segmenti verticali specializzati, come la formazione, il settore sanitario, la pubblica amministrazione e la vendita al dettaglio, per soddisfare sia le esigenze di stampa sia quelle di responsabilità sociale d'impresa".

Nel corso dell'incontro milanese è stato presentato il WorkForce Enterprise WF-C17590, un multifunzione A3 dipartimentale a colori in grado di stampare fino a 75 pagine al minuto. Questo modello offre un basso TCO al prezzo di una fotocopiatrice laser di pari classe. Flavio Attramini, ha messo in evidenzia che: "WF-C17590 abbatte l'impatto ambientale della stampa poiché è una soluzione a bassi consumi ed elevata velocità di stampa ad alta qualità. L’avere molte meno parti da sostituire rispetto a multifunzione laser equivalenti, inoltre, offre maggiore affidabilità e permette di aumentare in modo significativo i tempi di attività della stampante”.
Area Social