Central, disponibile la nuova piattaforma Syneto per il cloud ibrido

Pubblicato il: 06/09/2019
Redazione ChannelCity

Il vendor estende l'offerta con nuovi servizi cloud pensati per semplificare la gestione del business aziendale, partendo dalle sfide comuni a ogni azienda: la visibilità globale e la disponibilità dei dati

Syneto ha annunciato la disponibilità di Central, una piattaforma di servizi cloud che introduce una serie di funzionalità per ampliare l’offerta It on-premise per le infrastrutture iperconvergenti aziendali e che, nel lungo periodo, andrà ad affiancare con sempre maggiore peso la tradizionale fornitura di prodotti per costruire una soluzione di cloud ibrido.

"Immaginate la Grand Central Station di New York, o la stazione Centrale di Milano. Entrambi validi esempi di hub dove l'infrastruttura incontra i servizi. Allo stesso modo Syneto Central interconnette infrastrutture on-premise e servizi cloud per accelerare il passaggio delle aziende a un modello ibrido. Stiamo portando la gestione e il supporto nella nuova era del cloud basato sull’Intelligenza Artificiale, che semplifica e accelera le modalità di gestione dell’infrastruttura" afferma Vadim Comanescu, Ceo di Syneto.
vadim comanescu ceo synetoVadim Comanescu, Ceo di SynetoIl vendor europeo ha scelto di adottare una strategia innovativa per contribuire al futuro del cloud ibrido, partendo dalle sfide comuni a ogni azienda: la visibilità globale e la disponibilità dei dati. Il sistema Central permette di riunire il controllo delle risorse, di semplificare ulteriormente le procedure, di accelerare le operazioni e di migliorare i tempi di ripristino, proteggendo i dati sempre e da qualsiasi luogo. Si concretizza ad oggi in due servizi distinti: Fleet Management, un’interfaccia cloud unificata per il controllo di tutte le risorse e il monitoraggio del livello di manutenzione all’interno di un’unica schermata, e SerenITy, un sistema proattivo per offrire supporto attraverso il rilevamento automatico degli eventuali problemi e processi per la gestione delle procedure tramite l’apertura di ticket dedicati e la pianificazione delle operazioni, compresa la sostituzione di componenti da parte degli esperti Syneto.

Fleet Management, dinamismo in un’unica interfaccia
La prima sfida del vendor europeo è stata l'iperconvergenza, che ha risolto la complessità del coordinamento di risorse IT separate, come server, storage, protezione dei dati e DR. Ma ora è il momento di andare oltre. L’obiettivo per il futuro è ottimizzare la gestione di più siti, cloud e servizi, mantenendo al contempo intatta l'agilità aziendale. Fleet Management risponde a queste necessità attraverso un’interfaccia cloud unificata, a disposizione dell’utente che può avere sotto controllo la gestione delle risorse anche di sedi diverse e il monitoraggio del supporto, semplificando notevolmente tutte le operazioni.

SerenITy, il supporto è proattivo
Assistenza e manutenzione diventano due azioni sempre più complesse con l'aumentare del numero di soluzioni tecnologiche. Per questo è possibile che nel caso in cui si verifichi un danno informatico, trascorrano molti giorni prima che venga risolto. Inoltre, l’assenza di notifiche per gli errori, una configurazione impropria e i filtri antispam incrementano notevolmente il rischio di tempi di inattività prolungati. A questo scopo Syneto ha ideato SerenITy, un sistema proattivo dal punto di vista del supporto, che raccoglie informazioni da milioni di data point attraverso i cloud privati iperconvergenti e le analizza in tempo reale. Nel momento in cui viene rilevato un problema, il sistema apre automaticamente un ticket che viene inoltrato in real time al team dedicato, garantendo una riduzione del 40% dei tempi d’intervento, eliminando il rischio di guasti di più componenti e limitando i downtime e l’Opex, in conseguenza anche della diminuzione del personale necessario per monitorare l’intera infrastruttura IT. Ma non è tutto. Syneto, partendo da una prospettiva di supporto cloud basato sull’Intelligenza Artificiale, è già al lavoro per integrare un sistema di analisi predittiva nel suo programma entro la fine del 2019. Il nuovo servizio adotterà la tecnologia del machine learning per raccogliere dati telemetrici da tutte le unità Syneto attive e per fornire previsioni sempre più accurate su eventuali guasti hardware, sull’allocazione delle risorse e possibili inefficienze nelle prestazioni.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Area Social