Lifesize, nel mirino nuovi partner per la collaboration in cloud

Pubblicato il: 19/02/2020
Redazione ChannelCity

L’azienda, che opera in Italia dal 2008 con uffici sul territorio facendo leva su i partner, punta ad ampliare il proprio canale guardando a operatori interessati a proporre al mercato sistemi di comunicazione video basati su cloud

Lifesize è alla ricerca di partner pronti a cogliere tutte le opportunità che derivano dal proporre sistemi di collaboration sulla ‘nuvola’.
“Oggi il passaggio dall’offerta on-premises al cloud consente alle organizzazioni di disporre sempre più  di servizi di collaborazione video, audio e web conferencing in un unico sistema Software as a Service, in grado di ottimizzare le risorse per la collaborazione aziendale, garantendo allo stesso tempo un livello di interoperabilità completa, indipendentemente dai sistemi legacy dell’organizzazione”, afferma Marco Lupi, Country Manager di Lifesize in Italia.
lifesizeprodotti

L’offerta Lifesize è progettata utilizzando lo standard WebRTC, che impone connessioni sicure e funziona nei browser moderni in modo nativo, consentendo a chiunque di partecipare a una chiamata senza dover scaricare un'app o installare un plug-in.Lifesize aderisce inoltre all'International Multimedia Telecommunications Consortium (IMTC), una comunità internazionale di aziende che collaborano per garantire l’interoperabilità a tutti i livelli e un’esperienza di comunicazione real time e ‘rich media’, e interagisce con qualsiasi endpoint video H.323 / SIP (Session Initiation Protocol) basato su standard. I sistemi Lifesize si integrano quindi con le app di calendario e pianificazione, strumenti di chat e messaggistica e soluzioni di lavagna digitale e segnaletica video, per un’integrazione nel flusso di lavoro quotidiano. In particolare, supportano Skype for Business, Outlook, Slack, Hipchat, Cisco, Polycom e altri servizi. lifesizemarcolupi2 jpeg
Marco Lupi, Country Manager di Lifesize in ItaliaGli utenti possono effettuare chiamate verso i sistemi di sale conferenze di terzi con estrema facilità; gli utenti di sistemi di terzi possono effettuare chiamate direttamente verso le sale riunioni virtuali, i sistemi Lifesize Icon e gli utenti di Lifesize. “In questo modo, le imprese possono così fruire di un'esperienza di comunicazione completa ed efficiente, indipendentemente dai sistemi, dalla dislocazione delle risorse e dai dispositivi utilizzati”, sottolinea Lupi.
Da segnalare, inoltre, che nel 2019 Lifesize ha presentato al mercato una soluzione di videoconferenza 4K, con la relativa architettura di servizi 4K.
Con una storia di innovazione di oltre 15 anni che viene dal fondatore Craig Malloy, imprenditore pioniere nel settore della videoconferenza HD, ancora alla guida dell'azienda, oggi Lifesize è presente in 17 paesi e conta oltre 10.000 clienti attivi.
Nel Belpaese l’azienda opera dal 2008
, dove oggi è presente con le sedi di Roma, Milano e Senigallia, fornendo una copertura a livello tecnico e commerciale attraverso i propri partner su tutto il territorio nazionale. Sono oltre 1.000 sono le aziende italiane registrate al servizio cloud di Lifesize e più di 17.000 gli utenti attivi.

Lifesize a misura di partner
Con un modello 100% canale (sia in Europa, che in America Latina e in Asia) attraverso 76 distributori attivi livello globale, che lavorano con oltre 3500 reseller (il 60% dei quali in area Emea), negli ultimi due anni, sotto la guida Tim Maloney, senior vicepresident del canale, Lifesize ha incrementato del 45% le proprie risorse nel team dedicato ai partner a livello globale, sia nelle vendite che nel supporto del canale, nonché nelle operation e nel marketing di canale.
In Italia, il vendor ha accordi di distribuzione con Allnet.Italia, Asit e Attiva, anello di congiunzione tra Lifesize e i reseller che propongono l’offerta sul territorio. 
450 and phone hd video conference equipment
L’acquisizione di nuovi partner
Lifesize punta oggi ad acquisire nuovi partner sul territorio italiano; è infatti alla ricerca di reseller e system integrator interessati a soddisfare la crescente domanda di collaborazione video basata su cloud, soluzioni di comunicazione unificata e di dispositivi per sale riunioni con tecnologia e servizi calibrati sulle diverse esigenze di comunicazione aziendale. “Si tratta di un’opportunità per aziende che hanno una presenza consolidata in ambito di IT e servizi, non necessariamente con competenze specifiche di videoconferenza, quali ad esempio la security o la gestione delle teti,” spiega Lupi.
Lifesize guarda ad aziende che già basano il proprio successo su un modello di business con fornitura di servizi ‘a canone’ ricorrente e che preveda la possibilità di creare un’offerta sinergica e d’avanguardia sulla tecnologia per la collaborazione aziendale.
In particolare, la soluzione Lifesize Rooms-as-a-Service - introdotta nel dicembre 2019 - rappresenta una pietra miliare nella proposizione di servizi di collaborazione: “Anziché impegnare i clienti nell’acquisto di hardware per le proprie sale riunioni, Lifesize propone una soluzione di videoconferenza su abbonamento, rapida da implementare e sempre aggiornata, con la possibilità di essere utilizzata da dipendenti e collaboratori ad ogni livello. Proprio in questa nuova sfida i partner hanno un ruolo fondamentale”, conclude  Lupi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Vendor

Tag: evidenza

Area Social