googletag.pubads().definePassback('/4143769/channelcity-sfondo', [1, 1]).display();

Fortinet, infrastrutture di sicurezza dalle opportunità concrete

Smart working, cloud, Sd-Wan, Ot e IoT: secondo Fortinet sono questi gli ambiti che oggi aggregano le maggiori opportunità per i suoi partner, un ecosistema che oltre a disporre di un ventaglio di soluzioni sempre più ampio può anche contare su programmi di formazione e certificazione dai percorsi dedicati

Vendor
Nonostante le normative stiano obbligando le aziende ad aumentare gli investimenti in security, secondo Cesare Radaelli, Sr Director Channel Account Italy & Malta di Fortinet, oggi siamo ancora lontani da una progettazione strutturale della sicurezza in azienda. “Se da un lato nel mondo delle imprese si osserva una maggiore consapevolezza e una maggiore sensibilizzazione al tema, dall’altro sussiste ancora un gap nella capacità di progettare infrastrutture complesse in ottica di un percorso che porti a una vera e propria security by design” afferma il Director, che nell’attuale utilizzo dello smart working dettato dall’emergenza sanitaria in corso rileva enormi rischi per aziende e dipendenti. “Innanzitutto, una scarsa preparazione generale all’utilizzo di questo tipo di strumenti. I dipendenti dovrebbero essere, invece, ben informati, soprattutto in merito ai rischi associati laddove il lavoro da remoto non viene garantito in sicurezza. A questo si somma il fatto che moltissime realtà non erano preparate all’emergenza che stiamo vivendo e questo ha avuto un forte impatto a livello infrastrutturale. Non si può dimenticare, poi, che sui cali prestazionali vanno a innescarsi subito attività malevole e di hacking: non a caso stiamo registrando in questo periodo molti attacchi specifici con la terminologia associata a ‘Covid19’, ‘Coronavirus’, e in generale attività di phishing o di social engineering” sottolinea Radaelli, ricordando che Fortinet è in grado di garantire un ambiente smart working sicuro a tutti i livelli grazie a un set di soluzioni che vanno dalla cifratura della trasmissione dei dati dal singolo all’azienda e viceversa, fino a soluzioni specifiche di protezione desktop, passando dalla tecnologia Edr (Endpoint Detection and Response).
cesare radaelli 1Cesare Radaelli, Sr Director Channel Account Italy & Malta di Fortinet“Oggi le opportunità per il canale e le aziende che propongono infrastrutture di security sono molteplici e concrete. Per quanto riguarda lo smart working, chi è cliente Fortinet può avvantaggiarsi di uno sviluppo di queste soluzioni in modo particolarmente rapido: la possibilità di lavorare da remoto è, infatti, già prevista e le soluzioni lato desktop e sandbox sono già integrate in Fortinet Security Fabric. I partner hanno, poi, la possibilità di ampliare il proprio portfolio, lavorando da remoto in maniera protetta e su larga scala” spiega Radaelli. Ma per i partner Fortinet le opportunità di business non si legano oggi solo allo smart working. Le tematiche che in questo momento vedono coinvolto il vendor sono moltissime, tra queste: cloud, Sd-Wan, Ot e IoT. “Dal punto di vista dei clienti, va poi sicuramente evidenziata la tecnologia Edr (acquisita con enSilo a fine 2019 - ndr) con le sue funzionalità real-time e automatizzate di detection e response, in grado di offrire un’ulteriore protezione agli endpoint e ai dati sull’edge” dettaglia il Director, che lato offerta Sd-Wan sottolinea invece l’annuncio di Fortinet di inizio aprile in merito all’ampliamento della collaborazione a livello globale con i Managed Security Service Provider (tra cui Node4, Zain Jordan e Liquid Networx) attraverso la soluzione Secure Sd-Wan. Questo per offrire ai clienti nuovi servizi ad alto valore aggiunto. “Anche se un numero crescente di aziende cerca di implementare internamente una Sd-Wan, molte realtà preferiscono rivolgersi agli Mssp per colmare carenze nelle competenze e altre lacune all'interno dei loro team. Sfruttando questo trend, gli Mssp possono inserirsi offrendo servizi a valore aggiunto a clienti che intendono migliorare l'esperienza degli utenti e ridurre la complessità e i costi della Wan, garantendo allo stesso tempo la sicurezza delle loro reti distribuite” chiarisce Radaelli.


2020, focus sulle competenze
Una delle novità più recenti annunciate da Fortinet è FortiAI, una soluzione basata sull’Intelligenza artificiale, che sfrutta i Deep Neural Networks per automatizzare la threat detection e la remediation. Viene così accelerata la capacità di analisi per rispondere ad attacchi Zero-Day e a minacce sempre più evolute. “La soluzione messa a punto dai FortiGuard Labs, nostro fiore all’occhiello, aumenta le capacità di detection e prevention grazie all’autoapprendimento, analizza il traffico della rete e mette in evidenza criticità in pochissime frazioni di secondo correlando i dati” spiega il Director, ricordando un altro importante prodotto recentemente lanciato: Fortinet SOAR (Security Orchestration, Automation e Response), che permette ai team di Security Operations di essere efficienti e accelerare l’incident response. Due soluzioni a disposizione di un ecosistema di canale che, oltre a un portafoglio prodotti sempre più esteso, può contare anche su un trasferimento di competenze costante da parte di Fortinet. “La formazione rappresenta un punto centrale all’interno del nuovo programma di canale che abbiamo lanciato a inizio anno. Oltre a diversificare i livelli di partnership, il Fortinet Engage Partner Program pone infatti una forte attenzione sulle competenze, offrendo un programma di formazione e certificazione dedicato (Network Security Expert – ndr) che aggiunge percorsi dedicati all’Sd-Wan, all’Ot, e ad altri topic con corsi ad hoc” precisa Radaelli. Con il nuovo programma il vendor intende supportare concretamente i partner nell’accelerare lo sviluppo e l'espansione del business attraverso iniziative di abilitazione e specializzazioni personalizzate, che consentono di trarre vantaggio dalle innovazioni digitali in un panorama in continua evoluzione. Parallelamente, Fortinet continua a lanciare promo, eventi, webinar e attività dedicate, anche in collaborazione con i suoi distributori. “In ambito Smb, in particolare, dove la moltitudine di partner sul territorio viene raggiunta tramite le realtà distributive, il messaggio che veicoliamo è lo sviluppo dell’approccio Fortinet Security Fabric, con il supporto di soluzioni integrate on premise o anche in logica Mssp” conclude il Director, riconoscendo ai distributori un ruolo fondamentale nello sviluppo di quest’area.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche