googletag.pubads().definePassback('/4143769/channelcity-sfondo', [1, 1]).display();

Canalys Forum, un 2020 da record per il canale It Emea

Nel corso del recente Canalys Forum Emea, tenuto in digitale a causa della pandemia, il Ceo Steve Brazier ha tirato le somme di un anno straordinario, che per il mercato Ict europeo si è tradotto in una crescita pari al 5%. E il 2021 sarà ancora meglio. L'analista stima, infatti, che il business degli operatori di canale crescerà tra il 5 e il 10%

Mercato
2020, un anno straordinario per il canale It europeo. Questo il messaggio chiave lanciato da Steve Brazier, Presidente e Ceo di Canalys, nel corso del recente Canalys Forum Emea, il maggior evento indipendente dedicato al mondo degli operatori Ict europei e tenuto quest’anno in digitale a causa della pandemia. Un messaggio positivo sul finire di un anno difficile, funestato da un’emergenza sanitaria senza precedenti. Eppure, il Covid-19 sembra proprio aver regalato un anno dai profitti inimmaginabili a un mercato che si è dimostrato determinante a livello globale per la continuità di business di tutte le imprese. +5% la crescita dell’intera industria Ict, una percentuale trainata nei primi tre trimestri dell’anno da fatturati in aumento del 4% per quanto riguarda la distribuzione e di un altro 4% per quanto riguarda i dealer.
“Rispetto ai piccoli, i grandi reseller sono andati decisamente meglio, mettendo a segno un +6%, ma il risultato generale è stato positivo per tutti ed è frutto di una duplice spinta: da una parte, dei forti investimenti governativi locali nel settore sanitario e in quello dell’istruzione, dall’altra degli importanti tagli ai costi da parte degli operatori di mercato, che hanno potuto così garantirsi un maggiore margine operativo” afferma Brazier, convinto che l’intera industry proseguirà la sua corsa anche nel 2021. "La tecnologia ha vinto, il canale ha vinto, i distributori hanno vinto. Il 2020 è stato davvero un ottimo anno e non avremmo davvero potuto prevederlo” .

Sul fronte dell’offerta, i vincitori sono stati soprattutto i prodotti a volume, capaci di imprimere una forte spinta a tutto il mercato. “Un settore maturo come quello dei pc, che tanti davano per morto, ha realizzato l’anno più profittevole di sempre grazie a una corsa generalizzata allo smart working: boom di richieste soprattutto per i notebook, ma anche per i display, le tastiere e tutto ciò che è necessario per abilitare il lavoro da remoto” spiega il Ceo. In ambito pc, a consolidarsi sono stati soprattutto i tre big del settore: Lenovo, Hp e Dell, seguiti da tutti gli altri hardware vendor in misura minore. Ma accanto a loro i vincitori dell’anno sono anche i fornitori di soluzioni di video collaboration, di web cam, di dispositivi per il Wi-Fi domestico, di cybersecurity e di stampanti ink jet, oltre a Vmware e Citrix per il remote desktop e Aws, Microsoft e Google per il public cloud. Al contrario sono andati in sofferenza i vendor focalizzati su dispositivi per l’office networking, di storage on premises, di server on premises, di laser printer e fotocopiatori, oltre agli operatori telco.
canalys channel“In generale, comunque, un anno straordinario, anche se si sarebbe potuto fare di meglio. La carenza di prodotti ha limitato, infatti, la possibilità di soddisfare la domanda, dimostrando quanto sia importante disporre di un'ottima supply chain” commenta Brazier, aggiungendo che focalizzarsi troppo sul futuro rappresenti spesso un errore. Per garantirsi un domani, occorre non perdere mai di vista le aree chiave delle vendite e del supporto, predisponendo la migliore catena di approvvigionamento possibile. Gli investimenti congelati quest'anno da industry importanti come i trasporti, l’hospitality e il manufacturing si sbloccheranno presto e l’intera filiera dovrà essere pronta e reattiva. “L’anno prossimo le opportunità saranno enormi. Per questo prevediamo per il 2021 una crescita tra il 5 e il 10% per l’intero canale It” conclude Brazier.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche