Decreto Salva Italia, dopo la firma di Napolitano è diventato legge

Pubblicato il: 23/12/2011
Autore: Redazione ChannelCity

Dopo che il Senato ha dato il via libera al Decreto Salva-Italia arriva anche bla firma del presidente Napolitano. A questo punto la manovra economica del governo Monti diventa legge dello Stato. Ecco tutte le novità.

Dopo che il Senato ha dato il via libera al Decreto Salva-Italia ovvero al Decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201 - Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici (in G.U. n. 284 del 6 dicembre 2011) arriva nella serata di giovedì 22 dicembre anche la firma del òresidente Napolitano. A questo punto il "Decreto Monti" diventa legge.
Come riportato dal sito Leggo Oggi.it ecco il testo finale, con le relative ultime modifiche rispetto al precedente testo presentato a fine novembre..
L'aula di Palazzo Madama ha votato con 257 sì e 41 no la fiducia chiesta dal governo sulla manovra. Rispetto alla fiducia del 17 novembre, al momento di insediarsi, il governo ha però perso 24 voti. Quel giorno, infatti, l'esecutivo guidato Mario Monti aveva ottenuto 281 voti favorevoli.
decreto-salva-italia-dopo-la-firma-di-napolitano-e-1.jpgIl presidente del Consiglio Monti lasciando palazzo Madama ai giornalisti che gli chiedevano se è cominciata la fase due dell'azione di governo, il premier ha così risposto: "La fase due è già cominciata, era dentro la fase uno. Adesso verrà sviluppata a grande velocità". Come dire: l'azione del governo non finisce qui.
Infatti il premier nel pomeriggio al Senato aveva già fatto intendere quali sono gli argomenti della 'fase due': "Sul tema chiave del mercato del lavoro e degli ammortizzatori sociali sarà necessario procedere con uno stile dei rapporti con le parti sociali diverso da quello che abbiamo dovuto avere in questa prima fase: il tema richiede per sua natura un maggiore dialogo con le parti sociali e per questo avremo un'agenda strutturata di incontri tematici con le parti sociali".
Semre Monti ha anche ribadito che ci sarà un approfondimento sui temi della spesa pubblica, a partire dalle amministrazioni centrali dello Stato.



Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota