Carlo Purassanta alla guida di Microsoft Italia

Pubblicato il: 08/01/2013
Autore: Redazione ChannelCity

Proveniente da Microsoft France, dal prossimo primo di febbraio guiderà la filiale italiana sostituendo Pietro Scott Jovane che dallo scorso mese di maggio è amministratore delegato di Rcs. Il nuovo top manager ha un passato Ibm e vanta diverse competenze sia nell'ambito finanziario che di marketing strategico.

Dopo mesi di limbo Microsoft Italia avrà di nuovo l'amministratore delegato. Si tratta di Carlo Purassanta, che assumerà l'incarico a partire dal prossimo 1* febbraio 2013 e va a sostituire la poltrona vacante lasciata da Pietro Scott Jovane, ora amministratore delegato di RCS Group.
Carlo Purassanta proviene dalla filiale francese di Microsoft dove, dal gennaio 2011, ha ricoperto la carica di Direttore della Divisione Servizi.
Prima di entrare in Microsoft, Carlo Purassanta ha lavorato per quattordici anni in Ibm, guidando diverse aree di business in Francia e in Europa, con l’incarico di Network Services Executive, Direttore dei Servizi di Infrastruttura e, successivamente, Senior Business Development Executive per i progetti strategici di Outsourcing nell’area Sud Ovest Europa.
In Ibm, inoltre, ha inoltre ricoperto l’incarico di portavoce per la strategia e l’offerta di
cloud computing.
carlo-purassanta-nominato-nuovo-ad-di-microsoft-it-1.jpg41 anni, una laurea in Ingegneria Gestionale presso il Politecnico di Milano e un Master of Business Administration alla Henley Business School, Purassanta nel tempo libero, ama viaggiare, giocare a tennis, ascoltare e suonare musica ed è appassionato di fotografia e architettura.
Il nuovo ad ha così commentato il nuovo incarico: “Sono entusiasta di tornare in Italia a guidare una filiale e un team di grande rilievo. La situazione di mercato ci pone oggi davanti a significative sfide, ma sono fermamente convinto che abbiamo grandi opportunità per accelerare la digitalizzazione dell’intero ecosistema italiano. Come Microsoft, lavoriamo ogni giorno per portare innovazione e per trasformare il modo in cui le persone e le organizzazioni utilizzano e sfruttano le opportunità offerte dalla tecnologia oggi a disposizione. Sono estremamente motivato nel fornire il mio personale contributo per guidare e sviluppare una filiale e un team che sono statirecentemente nominati come 'Best Place to Work' in Italia"..

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social