Kaspersky Lab, il malware gaming è in crescita

Pubblicato il: 20/12/2013
Autore: Daniele Preda

Kaspersky Lab ha messo sotto la lente di ingrandimento degli esperti il fenomeno del malware gaming, per aiutare gli utenti e i videogiocatori ad evitare attacchi e minacce.

Le stime dei Kaspersky Lab evidenziano la presenza di 4,6 milioni di malware gaming attualmente riconosciuti. Gli esperti hanno riscontrato un totale di 11,2 milioni di attacchi nel corso del 2013, per quanto riguarda il comparto dei sistemi da gioco.
L’uscita di PlayStation 4 e Xbox One ha impresso un’accelerazione alla diffusione degli attacchi che hanno colpito i gamer e le console. Osservando la media di diffusione di questo genere di malware è possibile stimare circa 34mila attacchi di natura gaming al giorno.
L’arrivo del Natale e delle festività comporterà una notevole intensificazione ed è perciò consigliato effettuare connessioni e sessioni di gioco facendo attenzione a servizi e piattaforme in uso. Nella classifica degli attacchi registrati dal 1 gennaio a novembre 2013, il nostro Paese è al terzo posto, con oltre 75mila riscontri, superata da Spagna e Polonia con più di 138mila e 127mila attacchi, rispettivamente.
Ogni espediente dei malintenzionati è studiato per rubare chiavi di accesso degli account, username e password, sia tramite vere e proprie attività di spionaggio ai danni delle aziende del gaming, sia in modo diretto, tramite forum e altri sistemi. I cybercriminali attaccano specifiche piattaforme e clonano il sistema di funzionamento di log e le fattezze dei meccanismi di accesso dei server di gioco. In questo modo, tramite meccanismi indiretti e malware studiati ad hoc riescono a colpire i sistemi degli utenti, per danneggiare, corrompere o rubare informazioni. A questo si aggiungono tecniche di phishing e scam, per estorcere denaro o dati agli ignari videogiocatori.

Ecco alcuni consigli dei Kaspersky Lab per la sicurezza gaming: 
- Non cliccare su offerte ’troppo belle per essere vere’, anche se appaiono nella Inbox del proprio account Facebook o Twitter. Se si ritiene che una mail sia legittima, assicurarsi che il mittente sia reale prima di cliccare il link o chiedere ulteriori informazioni contattando direttamente il call center dell’azienda in questione.
- Utilizzare password sicure e differenti per i diversi servizi, investendo magari in un software di password manager sicuro.
- Installare un anti-virus efficace, in grado di proteggere dalle minacce più complesse e sofisticate.
- Prestare attenzione alle amicizie online. E’ facile stringere amicizia su Internet, ma è altrettanto fondamentale non condividere le proprie informazioni personali.
- Scaricare titoli solo da fonti sicure, evitando di scaricare file illegalmente. Questo protegge dalla possibilità di entrare in contatto con malware di ogni genere.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota