AMD Opteron 3200, efficienza e costi contenuti

Pubblicato il: 20/03/2012
Autore: Daniele Preda

La nuova famiglia di processori AMD Opteron 3200 è destinata all'integrazione in configurazioni server entry-level, per sistemi efficienti e flessibili a basso costo.

AMD svela i nuovi processori per il segmento server entry-level e continua lo sviluppo della famiglia Opteron. Dopo aver presentato gli Opteron 6200 e 4200, destinati alla fascia medio/alta di mercato, è ora il momento di soluzioni low cost per gli ambienti server dove è il fattore "prezzo" è tra i principali elementi di scelta.
amd-opteron-serie-3200-per-i-server-entry-level-4.jpgAMD presenta tre nuove unità della serie 3200, contraddistinte da un packaging AM3+, il medesimo già utilizzato per i processori desktop AMD FX. Le analogie con le CPU FX non si fermano al solo formato esterno, infatti questa famiglia Opteron sfrutta l'architettura Bulldozer, la stessa che ha permesso al chip maker di introdurre microprocessori a 8 core nel mese di ottobre 2011. 
Questa architettura equipaggia le attuali proposte professionali AMD, dai nuovi Opteron 3200 a salire. Se infatti i nuovi prodotti sono destinati ai server economici, la serie 4200 è indirizzata verso server/workstation a 1-2 Socket, mentre Opteron 6200 permette l'integrazione di 2-4 CPU e fino a 16 core per processore, in abbinamento a 4 canali per l'accesso alle memorie.

Nello specifico, le nuove unità vanno a soddisfare le esigenze di alcuni scenari produttivi, come per esempio l'hosting dedicato e la gestione di servizi Web. La piattaforma di riferimento comprende un solo Socket per il processore e un sistema di memoria con accesso a doppio canale
Si tratta di CPU a 4 o 8 core, con TDP compresi tra 45 W e 65 W, con prezzi indicativi tra i 99,00 Dollari e i 229,00 Dollari per unità (riferito a lotti da 1.000 pezzi). Le prestazioni e le capacità di elaborazione di questi processori consentono la realizzazione di server per lo small business e la gestione di ambienti virtualizzati, anche se di basso profilo.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota