Office 2013, non solo nuove funzionalità ma un nuovo concetto di utilizzo

Pubblicato il: 08/01/2013
Autore: Barbara Torresani

Windows 8, Windows Phone 8 e Office 2013 – quest’ultimo in arrivo i primi mesi del 2013 - oggi sono integrati e abilitano il lavoro in mobilità, con un’esperienza univoca. E anche per Office sarà sviluppato un marketplace di applicazioni sia consumer che business.

L'obiettivo di Microsoft di rendere le nuove tecnologie sempre più integrate sembra essere riuscito: è stato fatto ed è visibile. Oggi un'unica identità digitale può abilitare tutti i servizi.
Microsoft ha lavorato a un’integrazione spinta tra i nuovi prodotti Windows 8, Windows Phone 8 e Office 2013 – quest’ultimo in arrivo i primi mesi del 2013. Sono mondi totalmente integrati che favoriscono il lavoro in mobilità, lo rendono svincolato dal mezzo e dal luogo; il tutto garantendo un’esperienza univoca.
Tre esponenti di Microsoft Italia, Vieri Chiti - Direttore della Divisione Office di Microsoft Italia -, Stefania Duicmicrosoft-windows-office-2013-non-solo-nuove-funzi-2.jpgo - Direttore della Divisione Windows Phone di Microsoft Italia-, Lorenza Poletto, Responsabile Windows Consumer di Microsoft Italia, toccano alcuni concetti che danno l’idea di come i nuovi prodotti Microsoft possano migliorare le attività quotidiane.
“Con il rilascio della versione 8 di Windows Phone siamo riusciti a portare sul mercato il telefono più personale da acquistare. In primis, grazie ai rapporti con i partner...Nokia, Htc, Samsung, e a breve, Huawei. Attraverso di loro portiamo sul mercato dispositivi di colori e forme diverse, con prezzi anche diversi... In questo modo stiamo creando la terza via della telefonia”, afferma Duico.
Come spiega Duico, lo smartphone targato Microsoft è inoltre più personale perché è possibile trasformare la schermata iniziale in quello che si è, nel proprio mondo. .. I riquadri pmicrosoft-windows-office-2013-non-solo-nuove-funzi-3.jpgossono essere paradossalmente qualsiasi cosa: un contatto, le applicazioni,...E sono riquadri animati vivi, che significa che portano già le informazioni che interessano direttamente nel riquadro”.
La affianca Lorenza Poletto, che sottolinea come un’esperienza identica con i riquadri animati la si ritrova sul tablet: “L'architettura del telefono è stata portata sul tablet. La corenza degli ambienti è una delle caratteristiche distintive degli ultimi prodotti. La stessa filosofia: riquadri animati che non sono altro che applicazioni. Il menu può essere personalizzato come si preferisce, spostando riquadri, disattivando le animazioni...Si lavora con un’unica console dove si raggruppa il mondo dell'utente”.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota