Asus PadFone, lo smartphone trasformista

Pubblicato il: 30/07/2012
Autore: Daniele Preda

Asus PadFone è un innovativo smartphone che può essere integrato in un base predisposta, diventando, all'occorrenza, un versatile tablet Android con schermo da 10,1" e molto altro ancora.

Il PadFone è il primo smartphone di casa Asus e si contraddistingue per le ottime finiture, per la piattaforma veloce e al passo coi tempi, ma anche per la possibilità di essere utilizzato sia come telefono, sia come tablet.
L'innovativa idea che sta alla base del progetto prevede infatti un utilizzo stand-alone dello smartphone, ma anche l'adozione di una base capace di accoglierlo e di massimizzare le capacità del dispositivo.
asus-padfone-il-trasformista-14.jpgAsus PadFone, in evidenza la schermata a icone del menu interno e il desktop primario di Android 4.0.La PadFone Station è infatti un guscio con schermo da 10,1", assolutamente inerme e inutilizzabile, sino a quando non si inserisce il PadFone, nell'apposito vano posteriore.
Con quest'idea, Asus propone, al costo di uno smartphone di fascia alta, l'accoppiata PadFone + Station, solleticando l'interesse di molti utenti professionali e non. Infatti, con una sola SIM e un solo piano tariffario è possibile telefonare, navigare, chattare e ricevere posta con due distinti dispositivi, in base alle necessità del momento.
Asus ha puntato su una piattaforma completa, capace di assicurare un'esperienza d'uso fluida, sia sfruttando il solo smartphone, sia utilizzando il tablet, per la navigazione e l'accesso ai file.  
asus-padfone-il-trasformista-1.jpgEcco la PadFone Station, il lato posteriore evidenzia il vano dedicato allo smartphone.La base hardware sfrutta il veloce processore Qualcomm Snapdragon S4 8260A Dual-Core a 1.5 GHz, affiancato da 1 GByte di memoria LPDDR2. Oltre allo spazio di archiviazione interno di 32 GByte, Asus prevede ulteriori 32 GByte di WebStorage Cloud. In aggiunta è disponibile uno slot per moduli Micro-SD, per incrementare la capacità disponibile fino a un massimo di 32 GByte in più.
A livello funzionale, lo smartphone è completo di ogni tipo di controller per l'interfacciamento verso reti e infrastrutture di trasmissione dati. La connettività disponibile di serie comprende il supporto per gli standard 2G/3G (WCDMA 900/2100 - EDGE/GPRS/GSM 850/900/1800/1900 - HSPA+), in attesa che, anche in Italia, vengano ratificati e resi disponibili contratti su piattaforma 4G/LTE. Non manca naturalmente il supporto wireless b/g/n, Bluetooth 4.0, GPS e A-GPS. I sistemi elettronici incorporati nella piattaforma comprendono un sensore di movimento, uno di prossimità, uno per la lettura della luce ambientale, un giroscopio e una bussola elettronica.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota