Festa della Liberazione (25 aprile). Sesantamila a Milano e qualche fischio a Bersani e alla Moratti

Pubblicato il: 25/04/2011
Autore: Redazione ChannelCity

Oggi, 25 aprile, si festeggia la Festa della Liberazione e a Milano in 60mila si sono radunati in Piazza Duomo. Non sono mancati i fischi per il sindaco Moratti e anche per Bersani. Google non ha fatto mancare il suo tributo alla giornata, con un Doodle che rappresenta la bandiera italiana.

Oggi, 25 aprile, si festeggia la Festa della Liberazione e a Milano in 60mila si sono radunati in Piazza Duomo, secondo quanto riferito dall'Anpi, l'Associazione nazionale dei partigiani. Non sono mancati i fischi per il sindaco Moratti e anche per Bersani, accompagnati - per quest'ultimo - anche da scroscianti applausi. Google non ha fatto mancare il suo tributo alla giornata, con un Doodle che rappresenta la bandiera italiana.
La giornata aveva preso il via ufficialmente alle ore 11quando il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha deposto una corona d'alloro davanti al Milite Ignoto, sull'Altare della Patria, a Roma. Non sono mancate anche in questo caso qualche contestazioni indirizzate al ministro La Russa.
A MIlano invece era previsto un corteo celebrativo che partendo da porta Venezia si sarebbe 25-aprile-festa-della-liberazione-anche-per-google-1.jpgsnodato nelle vie centrali della città per poi raggiungere Piazza Duomo.
Vi hanno preso parte il leader del Pd, Pier Luigi Bersani, e il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso. Così come sono stai presenti anche il candidato sindaco del centrosinistra Giuliano Pisapia e quello del terzo polo Manfredi Palmieri.
Non ha sfilato invece l'attuale sindaco Letizia Moratti, che è stata però presente al momento conclusivo in Piazza Duomo
Il leader radicale Marco Pannella ha partecipato alla manifestazione milanese sfilando insieme alla Brigata Ebraica per poi unirsi ai sostenitori di Pisapia nel corso del corteo. La lista Bonino-Pannella alle elezioni comunali del prossimo mese sostiene infatti la candidatura dell'ex presidente della commissione Giustizia della Camera.
Il presidente della Camera Gianfranco Fini si è invece recato a Herat per la visita al contingente italiano in Afghanistan.
"Oggi 25 aprile ricorre la Festa della Liberazione. Credo che ognuno di voi e i vostri commilitoni siano idealmente la dimostrazione di come la lotta per la libertà non conosca confini geografici e come in nome della libertà occorra continuare con il massimo dell'impegno", ha puntailizzato la terza carica dello Stato.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social