Sapphire Pure Platinum Z68, la motherboard per Sandy Bridge

Pubblicato il: 06/09/2011
Autore: Redazione ChannelCity

Sapphire rende disponibile la recente motherboard Pure Platinum Z68 per i processori Intel che fanno parte della famiglia Sandy Bridge.

Pure Platinum Z68 è l'ultima nata di casa Sapphire. Si tratta di una motherboard per gli utenti che vogliono assemblare un sistema a partire dalla piattaforma Intel Sandy Bridge, sfruttando i processore Core i3, i5, i7 di seconda generazione. A differenza delle prime soluzioni con PCH P67, l'attuale infrastruttura sfrutta l'evoluzione Z68 e supporta le CPU su Socket LGA1155.
pure-platinum-z68-anche-per-sapphire-1.jpgSi tratta di una soluzione ATX per PC ad alte prestazioni e si caratterizza per la disponibilità di numerose possibilità di installazione e integrazione, a partire dal massimo quantitativo di RAM installabile.
Grazie ai quattro slot per memorie e al controller integrato nella CPU Intel si possono installare fino a un massimo di 32 GByte. La scheda è inoltre dotata di due porte USB 3.0, 12 porte USB 2.0 (tra interne ed esterne) e di connettività Gigabit LAN e Bluetooth + EDR. Per la gestione di dischi Serial Ata sono previste quattro porte SATA 2 e altrettante SATA 3 con supporto Intel "Rapid Storage" e RAID 1, 0, 5 e 10.
Per quanto riguarda la sezione grafica, è possibile sfruttare la GPU Intel HD 2000 / 3000 tramite gli output video DVI, HDMI 1.4a e DisplayPort. In alternativa si possono sfruttare sino a due slot PCI Express x16 per l'installazione di configurazioni single o dual-GPU CrossFireX. Per ottimizzare l'impiego di GPU integrata e discreta, Sapphire propone il bundle con il software Lucid Virtu.
pure-platinum-z68-anche-per-sapphire-2.jpgTra i pregi del chipset Z68 rientra il supporto per il fine tuning delle frequenze di clock, dei moltiplicatori e delle tensioni, ideali per l'overclocking, impostazioni regolabili dal BIOS della motherboard.
Sapphire Pure Platinum Z68 è inoltre munita di interessanti funzioni per i power user e gli overclocker. Tra queste, la disponibilità di un doppio BIOS, di pad specifici per la lettura delle tensioni operative, del display digitale e di pulsanti per reset hardware del BIOS, accensione e reset del sistema.
Come per alcune altre motherboard Sapphire, anche per la Pure Platinum Z68 il produttore ha scelto di integrare condensatori solidi e circuiteria di regolazione della tensione multifase, oltre ai noti Sapphire Diamond Black choke.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social