Con Delve si accentua la collaboration di Office 365

Pubblicato il: 19/09/2014
Autore: Redazione ChannelCity

Microsoft ha reso disponibile il tool Delve che consente di visualizzare nomi di persone, file e dati pertinenti e importanti per il lavoro degli utenti, ai quali viene presentato l’elenco in forma di mappa visuale, dopo aver analizzato diversi indicatori ed elementi.

Prima applicazione per Office 365 a sfruttare le capacità di apprendimento di Office Graph, Delve è il tentativo più compiuto di Microsoft di generare una collaborazione a 360 gradi negli ambienti aziendali, partendo da una mappa dei link fra colleghi di lavoro, documenti e informazioni.
In precedenza noto come Oslo, il nuovo tool Delve consente di visualizzare nomi di persone, file e dati pertinenti e importanti per il lavoro degli utenti, ai quali viene presentato l’elenco in forma di mappa visuale, dopo aver analizzato diversi indicatori ed elementi.
Fra questi, il contenuto dei messaggi scambiati con Exchange Online, i file memorizzati in OneDrive for Business, l’attività collaborativa con SharePoint Online e i temi affrontati sul social network aziendale Yammer.
Nei prossimi mesi, Delve includerà anche informazioni analitiche, contenuti di OneNote e comunicazioni via instant messaging o Lync Online. L’obiettivo è mettere in evidenza i dati e i legami che ogni utente considera prioritari. Almeno in teoria, questo dovrebbe consentire al dipendente di concentrarsi sui task e le comunicazioni più importanti.
Il tool è accessibile ai sottoscrittori di Office 365 Enterprise e ai clienti di Office Education, con un deployment che coinvolgerà inizialmente gli abbonati all’opzione First Release, che permette di ricevere automaticamente gli aggiornamenti.
Poi toccherà a tutte le altre versioni, a partire da gennaio 2015. Microsoft intende rilasciare altri strumenti in grado di sfruttare le capacità di apprendimento di Office Graph, consentendo a Office 365 di comprendere meglio le modalità di lavoro di ogni utente e adattarne l’esperienza.

Categorie: PMI

Tag: Software

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota