LifeSize, per rimanere sempre in contatto

Pubblicato il: 27/02/2014
Autore: Ernesto Sagramoso

Per effettuare videoconferenze non è più necessario acquistare costoso hardware dedicato ma basta scegliere le soluzioni di LifeSize che sfruttano moduli software disponibili per più piattaforme.

Attualmente molte soluzioni professionali per videoconferenza necessitano di una costosa infrastruttura tecnologica basata su un hardware proprietario. La famiglia UVC (Universal Video Collaboration) di LifeSize si basa invece su moduli software che risultano non solo più economici ma anche più semplici e veloci da aggiornare.
Ricordiamo che LifeSize è una realtà nata nel 2003 con lo scopo di utilizzare il segnale in alta definizione nell’ambito della videoconferenze. Il primo prodotto in HD al mondo è stato presentato proprio da questa azienda nel lontano 2005. Nel 2009 è entrata a far parte del gruppo Logitech pur mantenendo il marchio e la propria struttura. In Italia è presente da circa sei anni e ed è diventata il secondo brand per quanto riguarda il market share. Attualmente è l’unica società che può vantare una completa infrastruttura per videoconferenza che si appoggia a una macchina virtuale VMWare o Microsoft.
lifesize2.jpg
Un altro importante vantaggio dei prodotti LifeSize è l’utilizzo di una rete pubblica come Internet al posto di una VPN privata. Per quanto riguarda la qualità del video, di base viene predisposto quando si personalizza il sistema ma può essere ottimizzata automaticamente in funzione della velocità di connessione. In pratica, a ogni cambiamento di banda viene scelta la migliore definizione tra più di duecento alternative. Il numero massimo di persone che possono partecipare a una videoconferenza dipende dalla qualità video. Si parte infatti con dieci connessioni full HD, per passare a venti abbassando la risoluzione ad HD per arrivare a quaranta in 480p (lo standard dei DVD video).
LifeSize distribuisce anche un semplice telecomando che permette di accedere a tutte le funzionalità offerte dal sistema grazie a dei menu che vengono sovrapposti all’immagine a video. Poiché il sistema è modulare, questi menu sono dinamici e riportano solo le opzioni operative. Tra le altre potenzialità ricordiamo quella che consente di registrare un evento per rivederlo successivamente o per trasmetterlo in streaming.
Questa funzione, attivabile premendo semplicemente un pulsante, è molto comoda ad esempio per realizzare corsi di formazione oppure per consentire la visione di più eventi on demand. Parlando sempre di condivisione, il sistema gestisce due monitor ed è possibile utilizzarne uno per riportare delle informazioni memorizzate per esempio in un documento di Excel o di PowerPoint.
L’azienda offre soluzioni complete sia per l’allestimento di vere e proprie sale per videoconferenze sia per l’utilizzo di dispositivi portatili come notebook e tablet.
Tra quelle chiavi in mano ricordiamo Room 220, che comprende una videocamera full HD, un telefono viva voce con display LCD a colori per il controllo del sistema, il supporto a due monitor e la possibilità di gestire fino ad otto utenti, ed Express 220 per conferenze point-to-point.
lifesize1.jpg
Per quanto riguarda la distribuzione, LifeSize si appoggia a una rete di partner certificati in grado di proporre anche pacchetti demo convertibili facilmente in versioni complete.

Categorie: Small Business

Tag: Hardware

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota