McAfee protegge la vita digitale degli utenti

Pubblicato il: 28/10/2013
Autore: Daniele Preda

Le soluzioni di sicurezza della gamma McAfee si rinnovano e comprendono pacchetti antivirus, internet security e mobile security. Oltre alle consuete suite, l’azienda propone LiveSafe, una piattaforma “multidevice” per proteggere la vita digitale degli utenti.

La strategia prodotti di McAfee per il 2014 passa da un completo rinnovamento delle suite di protezione e da una visione completa delle minacce oggi presenti sul Web. Come la maggior parte dei produttori di soluzioni di sicurezza, anche McAfee sceglie di integrare una protezione “per utente”, slegando il pacchetto software dal concetto di protezione “per postazione”. 
L’intento è quello di proteggere la vita digitale di ciascun cliente, sia esso abituato a utilizzare Windows, Android, iOS, su tablet, smartphone o PC. Marc Vos, Senior Manager, WW Consumer Product Marketing ha introdotto il punto di vista aziendale e l’approccio che è stato scelto per semplificare la protezione delle differenti piattaforme tecnologiche.
le-soluzioni-per-la-protezione-di-mcafee-1.jpg
McAfee segue dunque tre linee guida fondamentali, che hanno portato allo sviluppo delle nuove suite recentemente rilasciate sul mercato. È indispensabile “proteggere” i dati sensibili e le identità digitali degli utenti, per fare questo è stato aggiornato il motore di scansione, per offrire minori tempi di scansionemaggiore affidabilità nella ricerca dei thread e un peso inferiore in termini di impatto sulle prestazioni del sistema. La filosofia McAfee abbraccia “tutti i dispositivi”, dal PC al Mac, ai device mobile, per facilitare la protezione delle informazioni in modo trasversale, quando l’utente passa dal proprio desktop allo smartphone, per condividere dati, foto, video. 
Questi concetti si riassumono, infine, con la parola “facilità”, a sottolineare la buona integrazione tra le piattaforme e la possibilità di gestire il tutto in modo centralizzato tramite il cloud. L’aggiornamento delle piattaforme McAfee è stato fatto seguendo attentamente le tendenze di diffusione dei dispositivi portatili, l’uso sempre più pervasivo che viene fatto dagli utenti e l’analoga diffusione esponenziale di minacce che minano la sicurezza dei dati. 
le-soluzioni-per-la-protezione-di-mcafee-2.jpgSecondo un’indagine commissionata dall’azienda, il 60% degli utenti consumer dispone di almeno tre device connessi a Internet e, nel 2015, si prevede che i dispositivi mobili supereranno per diffusione quelli desktop. Il mercato tablet raggiungerà i 203 milioni di unità entro quest’anno e già oggi vengono effettuati pagamenti tramite smartphone per un volume pari a 240 miliardi di Dollari. 
Si tratta di numeri importanti che fanno capire anche ai “non addetti ai lavori” quanto il mercato mobile e in generale la diffusione della tecnologia stiano cambiando le abitudini d’uso.Seguendo lo sviluppo delle piattaforme tecnologiche, anche le società che sviluppano malware e i cyber-criminali stanno facendo evolvere le proprie soluzioni di attacco. Nel 2013 sono stati rilevati oltre 18 milioni di nuovi malware generici e oltre 17mila nuovi campioni per Android, varianti con firma digitale e pericolosi ransomware. 

Categorie: Vendor

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota