▾ G11 Media Network: | ChannelCity | ImpresaCity | SecurityOpenLab | GreenCity | Italian Channel Awards | Italian Project Awards | ...

MSP Day 2024: numeri record per l’evento focalizzato sugli MSP

La 7ima edizione dell’evento dedicato al mondo degli MSP italiani, in scena lo scorso giugno a Riccione, batte il record di partecipanti: oltre 450 persone (più un centinaio collegati da remoto) e 34 sponsor tecnologici hanno animato l’arena di riferimento per il mondo dei fornitori di servizi gestiti. Relazione, networking e innovazioni tecnologiche al centro della due giorni. Ecco il reportage

Un successo annunciato per la 7ima edizione di MSP Day, tenutasi lo scorso 6 e 7 giugno al Palazzo dei Congressi di Riccione, che, ancora una volta, edizione dopo edizione, si conferma l’appuntamento di riferimento per l’ecosistema MSP italiano. Sono i numeri a parlare: oltre 450 MSP in presenza e circa un centinaio collegati da remoto, 34 sponsor tecnologici, uno sponsor istituzionale e un’agenda densa di contenuti, speech e momenti relazionali.

Nello specifico, l'evento si è caratterizzato per quattro key note speech tenuti da professionisti internazionali di spicco del settore, sei interventi in sala plenaria e 28 speech distribuiti in cinque sale parallele focalizzati sulle tecnologie emergenti e le migliori pratiche del settore.

Partecipa agli ItalianSecurityAwards 2024 ed esprimi il tuo voto premiando le soluzioni di cybersecurity che reputi più innovative

Parlando di tecnologia, gli MSP presenti hanno avuto l'opportunità di esplorare un'ampia gamma di soluzioni tecnologiche presentate dagli sponsor, così suddivisi: Executive - Axcient, CDLAN, Domotz, Netwrix, ThreatDown, Vianova; Business - Aruba Business, Bitdefender, ConnectSecure, Datto/Kaseya, DedaCloud, Eset, Messagenet, Ninja One, Supremo by Nanosystems, Threatlocker, Ynvolve; Premium: Anydesk, CloudFire, ConnectWise, Criticalcase, Deepser, MailStore, Qboxmail, SeeWeb, Wasabi, SonicWal; Smart: BackupAssist, Avast Business, Pikered, Opengear, Timenet, Omada by tp-link, WatchGuard.A conferma dell’importanza dell’evento e del suo impatto culturale, la regione Emilia Romagna ha sponsorizzato la manifestazione, riconoscendone il valore nel promuovere le eccellenze e nel rafforzare l'identità culturale dell'Emilia Romagna, contribuendo alla crescita economica e turistica del territorio.

Un alternarsi di plenarie e parallele

PRIMO GIORNO

Ad aprire i lavori del primo giorno, come di consueto, Daria Trespidi, Executive Director di Elovate Italia (in precedenza Achab, ndr) che, carica di entusiasmo, ha dato il benvenuto alla platea ricordando il valore di un evento di tale portata.

Subito dopo, il patron della manifestazione, Andrea Veca, Managing Director di Elovade Italia, ha illustrato al pubblico le principali evidenze del nuovo report sullo stato degli MSP in Italia, basato su un sondaggio completamente rinnovato rispetto alle edizioni precedenti e sull’analisi dei bilanci di centinaia di MSP, scattando un’istantanea di come sta evolvendo il panorama italiano dei servizi gestiti.
Daria Trespidi, Executive Director di Elovate ItaliaLo studio ha offerto uno spaccato dettagliato sullo stato del mercato dei servizi IT gestiti in Italia, secondo cui i ricavi medi degli MSP italiani ammontano a 1.467.000 euro (valore mediano 1.050.000), con un valore mediano di 150 clienti gestiti per MSP. In relazione alla distribuzione dei ricavi, il report ha evidenziato che il 41% sono costituiti da canoni ricorrenti, il 26% da ore di supporto, il 22% da progetti e il 6% da body rental. L'EBITDA mediano è risultato intorno al 9%.
“I dati del report di quest'anno confermano una crescita solida e continua del settore MSP in Italia. Le aziende che erogano servizi gestiti sono infatti in crescita sia in termini di ricavi sia di marginalità, anche come marginalità percentuale. Un sintomo di buona salute e di consapevolezza di queste aziende che lavorano sulla propria efficienza,” ha commentato Veca. “Sono numeri indicativi di un mercato in evoluzione e di un crescente riconoscimento del valore dei servizi IT gestiti.” E ha proseguito: ‘Gli aspetti su cui ciascun MSP deve impegnarsi maggiormente riguardano l’organizzazione aziendale, il potenziamento delle attività di marketing e l’espansione e la rivisitazione continui del proprio catalogo di servizi gestiti; chi riuscirà a cogliere questi aspetti potrà fare ulteriori salti in avanti'.Andrea Veca, Managing Director di Elovade ItaliaA seguire sul palco della plenaria Nicola Di Giusto, Sales & Marketing Manager di Vianova, con uno speech intitolato ‘Essere umani nell’era dell’intelligenza artificiale’: “In un mondo guidato dai dati a dall’AI, le telecomunicazioni stanno diventando ancora più strategiche. Commercio, finanza, medicina, automotive: aziende di tutti i settori avranno bisogno di creare infrastrutture tecnologiche efficienti, affidabili e adattabili. In questo scenario in continua evoluzione, quale è il ruolo delle relazioni umane? Secondo alcune importanti ricerche internazionali rappresentano l’elemento che può fare la differenza con i propri clienti”, ha enfatizzato Di Giusto, indicando come le tecnologie avanzate e la cura del cliente possono convivere creando servizi human-centred, in particolare per le aziende ICT e MSP intenzionate a crescere e mantenere la relazione e la reputazione come fattori distintivi.Nicola Di Giusto, Sales & Marketing Manager di VianovaA seguire un tema normativo molto caldo, affrontato da Maurizio Taglioretti, Regional Manager e Sergio Gulli, Sales Manager Italy di Netwrix nello speech ’Navigare l’onda della NIS2: guida per gli MSP nell’era della sicurezza digitale':

“Nel panorama in continua evoluzione della sicurezza digitale, la Direttiva sulla Sicurezza delle Reti e dei Sistemi Informativi (NIS2) si staglia come una pietra miliare per gli MSP e i loro clienti. Fondamentale per loro adattarsi e abbracciare questa normativa come parte integrante della loro strategia di business, che, non solo garantisce la sicurezza dei dati dei clienti, ma offre anche un’opportunità unica di espansione e differenziazione nel mercato. Una frontiera su cui capitalizzare per emergere nel mercato”, ha sottolineato Taglioretti.Maurizio Taglioretti, Regional Manager e Sergio Gulli, Sales Manager Italy di NetwrixQuesti i temi trattati invece nelle sessioni parallele del primo giorno: ‘Garantire la sicurezza informatica, rafforzare il proprio business: il Vulnerability Assessment come opportunità per gli MSP’ - Alessio Mandato, Technical Support Engineer di Elovate italia per ConnectSecure; ‘Servizi affidabili, competenza e la vicinanza che chiede il cliente: la formula vincente dei servizi gestiti’ - Roberto Martini, Head of Go To Market di Deda Cloud; ‘Oltre la concorrenza: come usare LEAN e IA per continuare a crescere!’ Marco Ferraro, Direttore Commerciale di Timenet; ‘Maggiore efficienza e sicurezza nell’era Cloud’ - Massimo Iannilli, Owner e CEO di Aretek; ‘Prezzo, performance, e predicibilità: il Cloud Storage per gli MSP’ - Sandro Cascino, Solutions Architect di Wasabi Technologies; ‘Automazione sotto steroidi: gli RMM di Kaseya, ITGlue e l’AI’ - Furio Borsi e Francesco Sorzini, Senior Technical Support Engineers di Elovate Italia per Datto/Kaseya; ‘Piattaforma multitenant & servizi di security: come ESET si integra con l’offerta dei Partner MSSP’, Simone La Porta, Presales Engineer di ESET Italia; ‘Subire un attacco per migliorare la postura difensiva con il BAS di ZAIUX Evo’ - Marco Gallina, Co-Founder e Managing Director di Pikered e Diego Lorenzi, Co-Founder e Head of Data Science di Pikered; ’Liberati dalla complessità: vinci le sfide odierne con l’automazione dei processi IT in modalità as a Service’ - Giulia Trinceri, Account Manager di CloudFire; ‘La gestione email pensata per gli MSP’ - Alessio Cecchi, CEO di Qboxmail.In chiusura della prima giornata, in plenaria, l’interessante intervento della Polizia Postale con Antonio Scodalupi, Responsabile Sezione Operativa per la Sicurezza Cibernetica che ha spiegato il ruolo ricoperto della Polizia Postale nella prevenzione della minaccia cibernetica: “Nell’attuale e particolare contesto internazionale, con l’escalation delle tensioni geopolitiche connesse al conflitto Russo-Ucraino e Israelo-Palestinese, si sono verificati significativi riverberi anche in materia di sicurezza cibernetica. La cronaca, sempre più attenta alla tematica, non manca di informarci che negli ultimi anni sono state portate a compimento campagne massive di attacchi informatici a livello internazionale, Italia inclusa, diretti verso infrastrutture critiche, sistemi finanziari e aziende operanti in settori strategici e non, tra i quali comunicazione, difesa, sanità e, per quanto ci riguarda, quasi l’80% degli attacchi ha colpito le PMI. Il Cybercrime nel suo aspetto globale comprende diverse tipologie di minacce, tra queste, figurano le campagne di phishing, la diffusione di malware distruttivi, attacchi Ddos, campagne di disinformazione e leak di database. Inoltre, alcuni tra i più pericolosi gruppi hacker hanno deciso di schierarsi a favore della Russia, altri con l’Ucraina, prendendo parte al conflitto nel c.d. “dominio cibernetico” -ha affermato Scodalupi -. In questo complesso scenario, la prevenzione della minaccia cibernetica è assicurata dal Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche (CNAIPIC) del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni, che è il punto di contatto per la gestione degli eventi critici delle infrastrutture di rilievo nazionale operanti in settori sensibili e di importanza strategica per il Paese; il CNAIPIC, attraverso dedicati alert, diffonde ai NOSC, Nuclei Operativi Sicurezza Cibernetica presenti su tutto il territorio nazionale, gli indicatori di compromissione e gli avvisi di informazione di sicurezza da riportare ai potenziali target di azioni ostili. In tale contesto i Centri e le Sezioni Operative per la Sicurezza Cibernetica della Polizia Postale, svolgono adeguati servizi di monitoraggio e analisi, condividendo ogni evidenza utile in relazione al quadro internazionale in parola; in caso di attacco, oltre ai necessari approfondimenti investigativi, svolgono le opportune analisi tecniche della minaccia, fornendo il giusto supporto operativo, per il veloce ritorno alla piena operatività dei sistemi informatici colpiti”.Antonio Scodalupi, Responsabile Sezione Operativa per la Sicurezza Cibernetica, Polizia PostaleSECONDO GIORNO

La plenaria del secondo giorno si è aperta con Ben Jenkins, Customer Success Manager di Rewst con lo speech: ‘Automatizzare per crescere: perché dovrei automatizzare e come questo può aiutarmi a crescere come MSP:Nel panorama competitivo odierno, i fornitori di servizi gestiti devono migliorare l’efficienza e favorire la crescita. L’automazione è un fattore che cambia le carte in tavola, snellendo le attività di routine, riducendo gli errori e liberando risorse per le attività ad alto valore”, ha spiegato Jenkins che ha analizzato come l’automazione migliora l’erogazione dei servizi, i tempi di risposta e la scalabilità, elementi cruciali per rimanere competitivi, le best practice per l’automazione e come modellare al meglio la propria azienda per avere successo con l’automazione.Ben Jenkins, Customer Success Manager di Rewst

Sfidante lo speech di Brian Turnbow, Service Marketing di CDLAN: ‘Ehi MSP, sei pronto per il futuro?' “Il mercato odierno si trasforma con una velocità senza precedenti. Per l’MSP, le sfide sono molteplici: l’avanzamento tecnologico inarrestabile, la costante ricerca di soluzioni che soddisfino i budget dei clienti e la necessità di competenze sempre più specifiche. Ma non è tutto. Anche i fornitori sono in costante evoluzione, con cambiamenti nei licensing e nei prodotti offerti che richiedono adattabilità e continuo aggiornamento. Come sopravvivere e prosperare in questo scenario mutevole? La scelta di un partner strategico diventa determinante e anche prepararsi a esplorare approcci innovativi, dalle avanzate soluzioni di market leader alle opzioni dell’open source, per ampliare la propria offerta di servizi e consolidare la posizione sul mercato”, ha ribadito Turnbow.Brian Turnbow, Service Marketing di CDLANE, a seguire, lo speech di Eddie Philips, Global Channel Sales di Malwarebytes e CyberSecurity Evangelist di ThreatDown, che, con 14 anni di esperienza nel mondo MSP, ha dissertato su come ThreatDown può migliorare la sicurezza del cliente, con l’obiettivo di fornire agli MSP importanti spunti strategici volti non solo a rafforzare le difese di sicurezza informatica, ma anche a come vendere efficacemente questi servizi di sicurezza essenziali nel mercato europeo.

E’ stata poi la volta delle sessioni parallele: ‘Come creare malware di successo e difendersi con Zero Trust’ - Cristiano Guerrieri, Solution Engineer di ThreatLocker; ‘Scopri la potenza dei data center Aruba: servizi cloud gestiti e distribuiti’ - Roberto Candida, Key Account Manager di Aruba Business; ‘Avast Small Business: La nuova fatturazione flessibile’ - Andrea Orsucci, Gen Brand Manager di Avangate; ‘Non gestire la tua rete con la tua rete. Un’introduzione alla resilienza’ - Romain PIA, Regional Sales Director EMEA South di OpenGear; ‘WatchGuard MDR: Il nostro SOC al servizio degli MSP’ - Fabrizio Croce, Vice President Sales South Europe di WatchGuard Technologies; ‘EDR, XEDR, XDR e MDR: le differenze dietro gli acronimi’ - Stefano Maranzana, Senior Field Sales Engineer di Bitdefender; ‘Gestione delle patch dal cloud: come gestire efficacemente le patch in ambienti di lavoro ibridi’ - Fabrizio Faliero, Account Manager di NinjaOne e Giacomo Giarola, Solutions Engineer e product specialist di NinjaOne; 'Il network del futuro con la soluzione cloud-managed Omada SDN' - Angelo D'alessandro, Sales Director SMB&Enterprise di TP-Link Italia; Dal Web Accelerator al WAF: scalabilità e sicurezza’ - Marco d’Itri, Network Manager di SeeWeb; L’help desk per MSP: Deepser, il motore del tuo business’ -Serman Nerjaku, CEO e Product Manager di Deepser. Eddie Philips, Global Channel Sales di MalwarebytesDurante la plenaria pomeridiana del secondo giorno ci si è immersi nel viaggio con Joe Burns, Co-Founder & CEO di Reformed IT Limited & MSP Blueprint che ha visto crescere un MSP fino alla sua exit strategy, grazie a 20 anni di leadership culminati nell’acquisizione di successo di un MSP e nella rapida crescita di un secondo. Una sessione in cui Burns ha distillato le lezioni essenziali apprese – i trionfi e le battute d’arresto – in strategie attuabili per i Ceo degli MSP di oggi. Le esperienze di Burns hanno influenzato le pratiche innovative di Reformed IT e influenzato ogni MSP. Suggerimenti su come accelerare la crescita dell’azienda in vista di un’exit strategy, trattando il tuo MSP come un bene prezioso pronto per essere venduto in qualsiasi momento.Joe Burns, Co-Founder & CEO di Reformed IT Limited & MSP BlueprintE’ toccato poi ad Alessio Urban, Head of Tech Support di Elovade Italia condurre nel mondo Axcient, indicando le traiettorie future del Backup: sicurezza e resilienza non solo nel Cloud: “In un’epoca caratterizzata da una crescente dipendenza dai sistemi IT, la resilienza è fondamentale per la continuità aziendale. Axcient sta elevando gli standard di protezione dei dati attraverso soluzioni innovative di backup e recupero nel cloud e non solo”, ha spiegato.Alessio Urban, Head of Tech Support di Elovade Italia condurre nel mondo Axcient,E ancora in plenaria: ‘Domotz – Il moderno sistema di gestione e monitoraggio dell’infrastruttura per MSP!’, presentato da e Lorenzo Allori, VP of Customer Support di Domotz: “Domotz è il pluripremiato e moderno sistema di monitoraggio dell’infrastruttura progettato per consentire agli MSP di ottenere con sicurezza più di quanto possano mai aver ottenuto prima, con soluzioni semplici che sbloccano la produttività e consentono una risoluzione proattiva dei problemi Allori ha spiegato come Domotz consenta agli MSP di vedere tutto ciò che è sull’infrastruttura IT del cliente, di rendere i team più efficienti, di soddisfare le esigenze dei clienti. E cambiare in meglio il modo di fare business”.


Domenico Crapanzano, Founder and CEO e Lorenzo Allori, VP of Customer Support di DomotzAncora un giro finale di sessioni parallele sui seguenti temi: ‘Guardando al futuro delle soluzioni di infrastruttura circolare’ - Andrew Walker De la Flor, Regional Team Lead di Ynvolve; Supremo e Lecs: protezione completa dalla rete al dispositivo con un’integrazione rivoluzionaria al servizio degli MSP’ - Roberto Camerinesi, Co-Founder e CTO di CyberEvolution’ – ‘Tutto su Partnership & Piattaforma ConnectWise’ - Raymond Parkinson, Manager e International Sales UK/EMEA di ConnectWise; ‘L’archiviazione della posta nel mutevole mondo moderno’ - Bruno Rinoldi, Technical Support Engineer di Elovate Italia per MailStore; ‘Oltre 20 anni di esperienza nella protezione dei dati: dal mondo dei software ai servizi per MSP’ - Andrea Pernice, Technical Support Engineer di Elovate italia per BackupAssist; ‘La voce come leva per massimizzare i tuoi guadagni’ - Andrea Garbelli, Responsabile Commerciale di MessageNet; ‘Ambiente Kubernetes su infrastruttura private Cloud’ - Vittorino Aprile, Sales Manager di Criticalcase, Giorgio Milanesio, BU & IT Service Manager di Criticalcase, e Marco Carrara, Senior Systems Engineer di Veeam Software; ‘Programma MSSP SonicWall: come servizi, prodotti e piattaforma ti offrono l’opportunità di proteggere reti, endpoint e cloud’ - Paolo Melchiori, Manager e Solutions Engineering di SonicWall.

A chiudere i lavori dell’evento è salito sul palco Stefano Avanzi, fresco di nomina nel ruolo di Head of Marketing di Elovade Italia, che ha ribadito il valore di un evento di questo tipo: “MSP Day è ormai il punto di riferimento imprescindibile per la crescita del mercato MSP in Italia. È un appuntamento che non solo fornisce contenuti di alto valore, ma crea anche un ambiente ideale per il networking e lo scambio di esperienze. Chi partecipa a MSP Day torna a casa con nuovi strumenti e conoscenze per far crescere il proprio business.”Stefano Avanzi, Head of Marketing di Elovade ItaliaUn evento la cui riuscita, ha enfatizzato Avanzi, poggia su un duro e intenso lavoro di squadra, che ha visto tutto il team di Elovade Italia, impegnarsi fortemente a un obiettivo condiviso per una resa ottimale. In chiusura, come di consueto, l’atteso momento di premiazioni, e, l’ultimo momento di networking davanti a un aperitivo, dandosi appuntamento all’edizione 2025 di MSP Day, in programma il 5 e 6 giugno a Riccione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter