▾ G11 Media Network: | ChannelCity | ImpresaCity | SecurityOpenLab | GreenCity | Italian Channel Awards | Italian Project Awards | ...

Il 41% delle aziende "avrebbe difficoltà" a fornire i dati sulla rendicontazione di sostenibilità

Circa il 41% delle aziende teme di trovarsi difficoltà nel fornire i dati richiesti per conformarsi alle nuove normative. 1 Secondo nShift, leader mondiale di soluzioni software di gestione delle con...

Business Wire

Le aziende devono anticipare gli obblighi di comunicazione legati alle emissioni, avverte nShift

LONDRA: Circa il 41% delle aziende teme di trovarsi difficoltà nel fornire i dati richiesti per conformarsi alle nuove normative. 1 Secondo nShift, leader mondiale di soluzioni software di gestione delle consegne, più le aziende tardano a tenere traccia della propria impronta di carbonio, più sarà difficile adeguarsi.

L'imminente direttiva sulla rendicontazione di sostenibilità delle imprese (CSRD) impone a circa 50.000 aziende che commerciano con l'Unione europea di registrare e comunicare le emissioni di carbonio generate dalle loro attività. Nonostante il termine preciso di attuazione vari a seconda dei settori e dei paesi, gli esperti ritengono che non ci sia tempo da perdere. Posticipando il monitoraggio delle emissioni si rischia di creare una "scalata più ripida verso la conformità".

Mattias Gredenhag , CTO presso nShift ha dichiarato: "Prima le aziende iniziano a tracciare le emissioni e a compilare le informazioni necessarie, meglio è. Per l'e-commerce e i rivenditori multicanale, ciò comprende il monitoraggio delle emissioni sulle spedizioni. Quanto più a lungo le aziende tarderanno a farlo, tanto più ripida sarà la scalata verso la conformità. Strumenti di tracciamento adeguati, tuttavia, forniranno alle imprese i dati necessari semplificando la rendicontazione di sostenibilità".

La rendicontazione delle emissioni per un e-commerce più verde

Per aiutare i rivenditori e i magazzini a soddisfare gli obblighi di comunicazione relativi alle emissioni e a identificare i settori nei quali è possibile ridurre l'impronta di carbonio, nShift ha sviluppato ‘ Emissions Tracker’. Quest'ultimo raccoglie tutti i dati dei vettori in un unico strumento di rendicontazione, sulla base di un modello di facile utilizzo. I calcoli sono effettuati a livello di spedizione, cosicché i rivenditori hanno la possibilità di approfondire i dati di spedizione, compilare report accurati e identificare rapidamente i benefici legati alla riduzione delle emissioni.

La nuova soluzione aiuta le aziende a rispettare la direttiva CSRD e a ridurre le emissioni:

  • Calcolando e segnalando le emissioni per tutte le spedizioni in un'unica soluzione
  • Riflettendo le migliori prassi per il calcolo delle tariffe utilizzando le tariffe standard fornite dal Network for Transport Measures (NTM - rete per le misure di trasporto)
  • Assicurando l'uniformità dei dati di rendicontazione per tutti i vettori
  • Misurando le emissioni in base alla CO2e (anidride carbonica equivalente), che è una misura più accurata e completa della sola CO2
  • Calcolando la tariffa sulla base della distanza percorsa e del peso della spedizione

Per ulteriori informazioni, visitare il sito www.nshift.com

Informazioni su nShift

nShift è il fornitore leader globale di soluzioni di gestione delle consegne su cloud che consente spedizioni e resi di quasi un miliardo di spedizioni in 190 Paesi ogni anno. Il software di nShift viene utilizzato a livello globale da e-commerce, vendita al dettaglio, produzione e spedizionieri 3PL. La società ha sede a Londra e a Oslo e si avvale di oltre 500 dipendenti nelle sedi ubicate in Svezia, Finlandia, Norvegia, Danimarca, Regno Unito, Polonia, Paesi Bassi, Belgio e Romania.

1 https://www.thecorporategovernanceinstitute.com/insights/news-analysis/what-do-the-csrd-delays-mean-for-you/

Fonte: Business Wire

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter