Magirus vende Cisco e crea due divisioni: Secure Networking e Data Center

Pubblicato il: 22/04/2010
Autore: Barbara Torresani

Il distributore crea la nuova divisione Data Center, in cui inserisce un brand importante come Cisco per estendere l'offerta dedicata al canale e aiutare i partner nel percorso di migrazione verso le tecnologie data center. "L'obiettivo è offrire l'infrastruttura per gli attuali Data Center di prim'ordine e per le future soluzioni di Cloud Computing", spiega Andrea Massari, country manager di Magirus Italia.

Un anno di ragionamenti interni per organizzare la propria struttura tenendo conto delle tendenze emergenti del mercato. E' quello che si è preso Magirus, distributore a valore, per portare la propria struttura da tre divisioni - Secure Networking (Sicurezza e Networking), Software (in specifico la Virtualizzazione, con una presenza di Vmware al 90% del fattuato) e Storage (con Emc come brand principale) – a due: Secure Networking e Data Center, mantenendo invariata la componente di Servizi Professionali (erogati per conto dei rivenditori).
Ed è proprio sul tema indirizzato dalla nascente divisione Data Center che il distributore intende spingere l'acceleratore da oggi e nel corso del prossimo futuro ed è sempre in quest'ambito che si colloca l'accordo di distribuzione (annunciato lo scorso febbraio) dell'offerta Cisco, con una focalizzazione sulla componente server.
magirus-si-struttura-nelle-due-divisioni-secure-ne-3.jpg‘Innovation in It distribution' è un claim che racchiude la mission del distributore. "Innovare nella distribuzione significa osservare le tendenze emergenti del mercato e trasferirle al canale, affinché sia sempre un passo avanti, spiega Andrea Massari, country manager di Magirus Italia, mentre descrive la nuova struttura societaria.
"Oggi si assiste alla convergenza di tre mondi: storage, virtualizzazione e networking, sostiene Massari. Per questo abbiamo creato una divisione più estesa, quella Data Center appunto, che include i temi della virtualizzazione, dello storage e del data center. L'obiettivo è quello di diventare il punto di riferimento del Data Center per i rivenditori, inserendo tutti i vendor leader di mercato". E la scelta di inserire Cisco come brand è stata una naturale conseguenza, come spiega Massari: "Magirus è il distributore numero1-2 del brand Vmware in molte country;  lo stesso si può dire per Emc dove si posiziona tra i principali distributori a livello Emea. L'integrazione dell'offerta di un altro player di rilievo come Cisco all'interno della proposizione Magirus è stato un processo naturale. Cisco è un vendor di primaria rilevanza, importante e impegnativo, che arricchisce la parte Data Center e si combina bene con Vmware e Emc, con i quali sta instaurando legami forti proprio sulla componente server e di virtualizzazione", continua Massari.
"Al di là dell'importanza del vendor, prosegue Massari, sono le nuove evoluzioni tecnologiche che il vendor sta seguendo che hanno fatto scattare la volontà di lavorare insieme. E' un passo non indifferente per Magirus perché si tratta di tecnologie complesse; il mercato che gravita intorno al concetto di Data Center sta delineandosi e occorre lavorare soprattutto nell'ottica del canale. I vendor hanno spesso velocità a cui i rivenditori non riescono ad adeguarsi; per questo il distributore gioca un ruolo fondamentale, in grado di riunire  tutte le competenze sul tema e trasferirle in modo adeguato al rivenditore il quale, a sua volta, le racconta all'utente finale".
Si potrebbe dire un ritorno al passato quello di Magirus, che circa due anni fa aveva abbandonato la distribuzione della componente server, quando questo mercato stava diventando più a volume che a valore.
"Magirus ritiene che oggi sia il momento giusto per ripartire dal Data Center; semplificare al concetto al solo server è infatti riduttivo, dice Massari. Sono soluzioni innovative che forniscono la Cpu, quindi identificabili come server, disegnate però per andare nel mondo storage e della virtualizzazione".
Secondo l'accordo di distribuzione, Magirus può distribuire l'intero portafoglio Cisco in Europa, con una particolare focalizzazione sui prodotti che vanno sotto il capello Data Center. Tra questi: i Cisco Unified Computing System - server B-Series e  C-Series, ottimizzati per gli ambienti virtuali nel data center, gli switch Nexus (che combinano la connettività Lan e San nei data center), i Multi-Layer Director Switch (elemento ponte tra connettività San e unified switch Nexus) e prodotti che accelarano l'end-point nel data center.
Al fine di fornire un servizio completo, Magirus ha preso e continuerà a prendere tutte le certifiche per l'integrazione Cisco (ad oggi conta circa 50 persone certificate a livello Emea) e potenzierà il Centro Logistico a Strasburgo per fornire servizi logistici avanzati (progettazione, configurazione e assemblaggio). Un centro dove i rivenditori hanno la possibilità di strutturare e configurare le soluzioni di data center unificato prima delle spedizioni. "A Strasburgo Magirus terrà a magazzino la parte dei sistemi C e B-series, dice Massari. Nel momento in cui vi è da fare la delivery di una soluzione, il Centro mette a disposizione capacità di integrazione e testing al rivenditore in tempi molto brevi"."
"E' un grande investimento quello fatto da Magirus, enfatizza Massari. Già nel 2009 abbiamo fatto un po' di semina, inziando a collaborare con Cisco. Al nostro interno siamo partiti questo gennaio e dal 1 aprile del 2010, inizio del nuovo esercizio fiscale, siamo pronti ad andare sul mercato con l'offerta Cisco. Ora il grosso lavoro da compiere è quello di sviluppare il canale su queste tecnologie, formandolo in modo adeguato. Abbiamo identificato una lista di partner, circa un centinaio di rivenditori, su cui stiamo facendo un lavoro puntuale"
L'idea del distributore  è quella di lavorare su tutte le persone certificate in ambito Vmware e Emc per spostarle anche sulla parte data center di Cisco, così come attirare i rivenditori Cisco sulle aree di virtualizzazione e storage su cui vanta forti competenze. Un mercato vasto, con opportunità molto interessanti è quello dei sistemi server C-Series di fascia media, la cui distribuzione è aperta a tutti i partner. I sistemi della B-Series di fascia alta, invece, saranno ad appannaggio solo di un numero selezionato di partner. 

[tit:Cisco sceglie Magirus per la specializzazione]
Il concetto di Data Center trova spazio nella strategia Cisco, che ha competenze che vanno dall'infrastruttura di rete al computing per abilitare la virtualizzazione e il cloud computing. "Magirus è un player di riferimento in ambito storage e virtualizzazione ed ha una comprovata esperienza nell'area data center e secure networking, afferma Andrea FelizianiChannel Sales Manager Reseller & Distribution di Cisco Italia, nel commentare l'accordo di distribuzione che lega le due realtà. Cisco ha scelto Magirus affinché la affianchi nel portare e spingere sul mercato il concetto di Data Center unificato."magirus-si-struttura-nelle-due-divisioni-secure-ne-1.jpg
Come spiega Feliziani nella propria strategia di canale Cisco punta alla segmentazione, riconoscendo tre tipologie di distributori: Global, operatori di respiro internazionale che forniscono tutte le architetture e le soluzioni; Local, realtà di respiro nazionale specialisti di mercati locali; Specialist, strutture di respiro internazionale/nazionale, specializzati e verticalizzati in ambito tecnologico o di mercato. Ed è proprio in questa nuova categoria che si inserisce Magirus, riconosciuta da Cisco come primo distributore Specialty Data Center in Europa lo scorso febbraio. In questa veste Magirus potrà rafforzare il canale nell'area del data center attirando rivenditori Cisco e nuovi rivenditori che andranno ad aggiungersi agli attuali 6mila partner di canale.
"Cisco spinge le tecnologie Network Centric, conclude Feliziani, di cui la Rete è sempre il fulcro; per il rivenditore di Magirus questo concetto può rappresentare il punto di partenza per sviluppare nuovi business". 

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social