Microsoft e antivirus: anche Avira dice la sua

Pubblicato il: 28/11/2008
Redazione IT Channel

Dopo Symantec, anche Avira, per voce di Tjark Auerbach, fondatore e Ceo di Avira, puntualizza sul ruolo di Microsoft nel mercato degli antivirus gratuiti ma soprattutto sul ruolo della società di Redmond nel settore della sicurezza.

Tjark Auerbach, fondatore e attuale Chief Executive Officer di Avira, non è sicuramente tenero nei confronti di Microsoft in questa lettera aperta, a noi girata, che pubblichiamo integralmente.
microsoft-e-antivirus-anche-avira-dice-la-sua-1.jpg"É ben noto che la concorrenza stimola il business; ogni nuovo entrante deve innanzitutto dimostrare le sue capacità. Abbiamo da subito seguito con attenzione l'ingresso di Microsoft all'interno del mercato della Sicurezza. La decisione di interrompere la vendita di OneCare a metà del 2009 è la prova che il gigante del software non è riuscito a guadagnare terreno con la sua offerta di antivirus a pagamento.Nulla può sostituire l'esperienza fatta sul mercato. L'annuncio di Microsoft può essere interpretato come il fatto che la protezione antivirus non sia il core-business dell'azienda.Avira è uno dei pionieri di questo mercato ed è specializzata nella protezione dai virus. Molteplici test indipendenti hanno confermato nel tempo che AntiVir offre i più elevati livelli di accuratezza e dunque garantisce ai suoi utilizzatori un alto livello di protezione.Seguiremo da vicino i progressi di Microsoft nell'offrire una versione antivirus gratuita, e lo faremo serenamente: sebbene la nostra versione "free" sia una componente significativa per l'acquisizione di quote del mercato B2C, il core-business di Avira è nel segmento B2B.Le nostre soluzioni sono disponibili su diversi sistemi operativi oltre a Microsoft Windows. Offriamo prodotti per la sicurezza su sistemi e piattaforme IT complesse ed eterogenee quali Linux, Symbian, Oracle e SAP. Abbiamo 60 milioni di utenti attivi e ci aspettiamo che la crescita continui. Questo numero mostra che la nostra protezione antivirus oltre che molto popolare è anche stabile. Gli utilizzatori chiedono molto alla nostra versione free, ed il gratuito da solo non è abbastanza nel lungo termine", conclude Tjark Auerbach.

Categorie: Notizie

Tag:

Area Social