Per Microsoft l'ottimismo è sul lungo periodo ma nel breve emerge cautela

Pubblicato il: 03/08/2009
Redazione ChannelCity

L'amministratore delegato di Microsoft è ottimista per quanto riguarda i prossimi dodici mesi, ma ha preferito non rilasciare alcun dato ufficiale, nonostante le richieste degli analisti finanziari.

Microsoft, la società di software più importante al mondo, non ha più rilasciato previsioni ufficiali dallo scorso anno, per via dell'incertezza economica, e non ha intenzione di farlo ora, secondo quanto confermato dall'amministratore delegato, Steve Ballmer, durante un meeting con alcuni analisti nei quartier generale dell'azienda, vicino Seattle.
"Abbiamo avuto un reparto vendite più ispirato nei meeting della scorsa settimana che negli ultimi anni e questo proprio nel bel mezzo della crisi economica", ha detto Ballmer "Ma non starò qui a rilasciare dati ottimistici per il prossimo anno. Non perché io non sia ottimista", ha puntualizzato il numero uno di Microsoft.
Steve.Ballmer si è detto entusiasta all'idea del lancio del nuovo sistema operativo Windows 7, previsto per il 22 di ottobre, e per gli altri prodotti che verranno immessi nel mercato nei prossimi dodici mesi ma, secondo Ballmer, i margini di profitto potrebbero subire un rallentamento nel breve periodo, se i consumatori dovessero optare per contratti più lunghi o contratti aziendali, come ha anche puntualizzato lo stesso direttore finanziario di Microsoft.
"Sul lungo periodo questo potrebbe portare i margini di crescita ad aumentare sensibilmente, ma sul breve periodo, potrebbe costringerci ad accettare margini ridotti sulle singole aziende", ha puntualizzato Cristopher Liddell, Chief Financial Officer di Microsoft.

Categorie: Notizie

Tag:

Area Social