Migliorano previsioni sul mercato Pc, ma Windows 7 non è la salvezza

Pubblicato il: 25/09/2009
Redazione ChannelCity

Gartner ha corretto le sue previsioni riguardo al mercato Pc, dichiarando che il 2009 nel complesso non sarà un anno "nero" come inizialmente stimato; tuttavia, la società di ricerche ha voluto anche rimarcare che Windows 7 non sarà il “salvatore del mercato” che molti si aspettano.


Gartner ha rivisto le proprie previsioni sulle consegne di Pc nel 2009: la società stima un volume complessivo di 285 milioni di unità, solo il 2% in meno rispetto ai 291 milioni del 2008. In giugno, le stime parlavano di un calo del 6% su base annuale.
George Shiffler, research director di Gartner, ha segnalato i buoni risultati ottenuti in Cina e negli Stati Uniti, come uno dei fattori dell’andamento non completamente negativo del mercato.
“La domanda di Pc sembra più forte di quello che ci aspettavamo in giugno - ha affermato Shiffler- Le consegne di Pc hanno riconquistato un certo volume, specie nei mercati emergenti, e il declino nelle consegne di modelli desk-based sta rallentando. Stimiamo che le spedizioni ricomincino a salire nel quarto trimestre 2009 rispetto allo stesso periodo del 2008”.
Tuttavia, la società di ricerche ha mantenuto un atteggiamento cauto nei confronti di Windows 7, dal quale non ci si deve aspettare troppo.
“Non ci aspettiamo che la release di Windows 7 influenzerà in modo significativo la domanda di Pc nell’ultimo periodo dell’anno. Al massimo, il sistema operativo creerà un modesto aumento nella domanda di Pc domestici e nel segmento delle piccole imprese”, ha commentato ancora Shiffler.
Secondo Gartner, la domanda delle grandi imprese e dei mercati di governo e istruzione non tornerà a crescere fino a 2010 inoltrato.
Atteggiamento opposto quello di Dell, che per bocca del Ceo Michael Dell ha dichiarato di aspettarsi ottimisticamente un ciclo di rinnovamento dei prodotti proprio grazie al debutto del nuovo sistema operativo Microsoft e del processore Intel Nehalem ad esso collegato.
Gartner teme che l’eccessivo ottimismo riguardo a Windows 7 possa portare le aziende a procurarsi scorte di Pc maggiori rispetto alla richiesta reale del mercato.

Categorie: Notizie

Tag:

Area Social