Contro i suicidi alla Foxconn Apple mette mano al portafogli

Pubblicato il: 02/06/2010
Autore: Andrea Sala

Contro l'escalation di suicidi alla Foxconn, azienda cinese che fabbrica numerosi prodotti della società di Steve Jobs, Apple avrebbe deciso di aumentare l'esiguo salario ai dipendenti. Di tasca propria.

Il sito cinese Zol ha pubblicato delle indiscrezioni riguardanti la brutta vicenda dei suicidi occorsi nell'azienda cinese Foxconn. Quest'ultima, forse sconosciuta ai più, costruisce buona parte dei gadget Apple che tutto il mondo apprezza: dall'iPhone all'ultimo nato, l'iPad
Ebbene, nella fabbrica di Shentzen ci sono stati troppi suicidi nell'ultimo anno: alcuni operai stremati si sono gettati dai tetti della fabbrica. Il motivo principale sarebbe il salario troppo basso che i dipendenti percepiscono, solamente 130 dollari al mese.
Quando la questione ha ricevuto l'attenzione dei media, Apple ha anche inviato alcuni suoi commissari ad investigare.
Dopo la fantomatica ispezione, Cupertino avrebbe preso la decisione di offrire agli operai cinesi un ulteriore percentuale degli introiti provenienti dai suoi dispositivi prodotti anche grazie a Foxconn. Ad oggi Apple corrisponde all'azienda tra l'1% e il 2% del prezzo finale di ogni prodotto Mac, a seconda che sia un iPhone, un Mac, un iPad o altro.
Portando la percentuale tra il 2% e il 4% Apple contribuirebbe così a un generale aumento del salario: la mossa, anche se non elimina i turni massacranti dei dipendenti cinesi, di sicuro farà tirare loro un sospiro di sollievo
La scelta, non ancora confermata ufficialmente, potrebbe fermare un fenomeno grave e preoccupante. Ancor più se si pensa che l'azienda corrisponde alle famiglie di un operaio morto in servizio una somma pari alla paga di 10 anni di  lavoro. Il sospetto è che gli operai che hanno perso la vita abbiano preso la drammatica decisione per assicurare un futuro migliore ai propri cari.
A fianco di Apple, poi, ci sono le preoccupazioni di altri colossi dell'informatica come Nintendo, Sony, HP, Dell e altri: oltre all'assurdo spreco di vite umane c'è anche un considerevole danno di immagine. Danno che le reti di sicurezza installate attorno ai capannoni di Shentzen di certo non potranno "catturare".

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social