Cervello, il poco sonno manda i neuroni 'off-line'

Pubblicato il: 29/04/2011
Redazione ChannelCity

Uno studio ha dimostrato che chi dorme poco ha difficoltà di movimento a causa della stanchezza dei neuroni.

Il riposo notturno è un'esigenza fisiologica del nostro corpo e del nostro cervello. Quando riposiamo poco, infatti, i nostri riflessi rallentano, le nostre capacità psicomotorie diminuiscono fino ad arrivare al pericoloso, quanto, troppo spesso fatale colpo di sonno.
Chi fa un lavoro logorante che richiede grande concentrazione come i manager o il chirurgo la prontezza di riflessi, come autisti e piloti, dovrebbero, quindi tener conto dei risultati dello studio illustrato.
Dormire di notte significa tener sveglio il cervello di giorno, ma uno studio condotto dall'Università di Madison, Wisconsin e condotto dall'italiano Guido Tononi,  ha rivelato che la carenza di sonno porta alcune parti del nostro cervello letteralmente off line.
Per la precisione sarebbero i neuroni che si addormentano nel vero senso della parole, creando dei piccoli cortocircuiti nei nostri movimenti o nelle nostre capacità intellettive.
Lo studio è stato condotto sui ratti i quali privati del sonno hanno dimostrato dimostrato difficoltà motorie in concomitanza con il "pisolino" dei neuroni.
Per il momento lo studio si è concentrato solo sui neuroni della corteccia motoria  dei topi, ma i ricercatori non escludono che gli stessi effetti si potrebbero ottenere anche sulle altre parti del nostro cervello.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social