NetApp Partner Academy 2017

Pubblicato il: 01/11/2017
Autore: Redazione ChannelCity

La Trasformazione Digitale spinge le aziende verso un approccio di business sempre più Data Driven, in cui i dati sono orami diventati il vero 'petrolio' della nuova economia.

La Trasformazione Digitale spinge le aziende verso un approccio di business sempre più Data Driven, in cui i dati sono ormai diventati il vero 'petrolio' della nuova economia. Questo il tema al centro della recente NetApp Partner Academy 2017, un'importante occasione per fare il punto sulle opportunità offerte da uno scenario in cui le infrastrutture stanno giocando un ruolo di assoluto primo piano. Oltre 200 i partecipanti all'evento di relazione e confronto -  quest'anno sponsorizzato da Aws, Cisco, Intel, Varonis  e Fast Lane GKI -, che ha visto anche la partecipazione di tutti e tre i distributori di NetApp: Arrow, Computer Gross e Icos.

"La NetApp Partner Academy rappresenta da sempre una grande opportunità di engagement tra i partner, la forza distributiva e i nostri team tecnici e commerciali - ha commentato Marco Pozzoni, Country Sales Manager di NetApp Italia -. Tutti i partecipanti hanno l'opportunità di approfondire il modo in cui indirizziamo le tendenze più importanti del settore IT, ottenendo tutte le informazioni relative a programmi, promozioni e training in grado di accelerare la crescita del loro business". "Da sempre, partecipando alla NetApp Partner Academy, i partner hanno la possibilità di sviluppare un prezioso network di contatti, aggiornandosi su tutte le soluzioni che mettiamo a disposizione per abilitare la Trasformazione Digitale dei loro clienti" ha aggiunto Andrea Fumagalli, Channel Sales Manager di NetApp Italia, ricordando come la strategia del vendor sia imperniata attorno al concetto di Data Fabric per liberare i dati dalla posizione fisica e poterli gestire indipendentemente dal luogo in cui risiedono: nel cloud, on premises o nei data center di prossima generazione.

"Sono questi i tre pillar su cui oggi poggia la nostra offerta, pensata per accompagnare le aziende in quel processo di Trasformazione  Digitale che spinge a liberare e a proteggere tutto il valore contenuto nei dati " prosegue Pozzoni. In particolare, per quanto riguarda le infrastrutture on premises, NetApp guida l'ammodernamento dei data center tradizionali soprattutto con l'All Flash, lo storage a stato solido che, sostituendo i dischi rotativi con quelli in silicio, permette di far lavorare le applicazioni con tempi latenza altrimenti irraggiungibili. In ambito Hybrid cloud, il vendor vanta invece un'offerta sempre più ampia e alleanze sempre più strette con i maggiori hyperscaler di mercato. "Non tutte le aziende sono pronte per il cloud. Per questo abbiamo deciso di prendere i clienti per mano e aiutarli a portare solo alcuni carichi di lavoro sulla nuvola, stringendo alleanze con Aws e Microsoft" commenta il Country Sales Manager, sottolineando come in tema di Next Generation Data Center NetApp abbia rilasciato, invece, un sistema iperconvergente di seconda generazione, in cui è confluita in parte anche la tecnologia portata in dote dall'acquisizione di SolidFire. "Con questo nuovo sistema, NetApp fa il proprio ingresso per la prima volta nel mondo compute" afferma Pozzoni, sottolineando come con HCI il vendor si appresti a indirizzare le richieste di un mercato destinato a valere 13 miliardi di dollari nel 2022, con una crescita media annua pari al 43%.

Categorie: Attualità

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota