Mobile POS, un nuovo servizio per smartphone e tablet

Pubblicato il: 04/07/2014
Autore: Redazione ChannelCity

Telecom Italia e payleven hanno siglato un accordo per offrire un servizio di mobile POS, rendendo disponibile una soluzione che permette agli esercenti di utilizzare il proprio smartphone o tablet per incassare pagamenti, anche in mobilità e senza costi aggiuntivi.

Telecom Italia payleven hanno siglato un accordo per offrire  un servizio di mobile POS, rendendo disponibile una soluzione che permette agli esercenti di utilizzare il proprio smartphone o tablet per incassare pagamenti, anche in mobilità  e senza costi aggiuntivi. 
L’iniziativa si rivolge a professionisti, artigiani e commercianti e in particolare all’oltre 1 milione di partite Iva  che ancora non hanno adottato i pagamenti elettronici consentendo così loro di adeguarsi alla normativa, in vigore dal primo luglio, che obbliga tutti i professionisti ad accettare transazioni oltre i 30 euro con carte di debito
Nello specifico l'offerta prevede che i clienti che sottoscrivono il pacchetto dati “1 GIGA MOBILE POS” proposto da Impresa Semplice di Telecom Italia potranno richiedere a payleven il lettore Chip & PIN senza alcun costo ulteriore, compilando il form online all’indirizzo www.payleven.it/impresasemplice, senza doversi recare in filiale o aprire un nuovo conto corrente.
La soluzione comprende inoltre un'app, scaricabile da Play store o Apple store sul proprio smartphone o tablet, in grado di abilitare l'interazione con il POS, collegato al device via bluetooth: al momento del pagamento, l'app consente di digitare sul display gli importi  ed, eventualmente, la firma digitale (nei casi in cui non si utilizza un codice PIN).  
Attraverso il servizio, l'esercente può  accettare pagamenti con le carte di credito e debito dei principali circuiti, accreditandoli sul proprio conto corrente e beneficiando di costi di commissione sulle transazioni particolarmente convenienti; può inoltre visualizzare da web  le transazioni e le relative statistiche e rendicontazioni e inviare ai clienti la ricevuta di pagamento via email.

Categorie: Attualità

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota