Canone RAI, dal 2015 dimezzato e diluito nella bolletta elettrica

Pubblicato il: 23/11/2014
Autore: Redazione ChannelCity

Di contro, e qui arriva la "stangata" è che si pagherà però per tutte le abitazioni: chi ne avrà più di una si vedrà recapitata la tassa "RAI" in ciascuna bolletta elettrica.

Quanti sono gli italiani che pagano il Canone RAI, la tassa più evasa dagli italiani? Ebbene dal 2015 potrebbe cambiare tutto, e far pagare tutti, visto che il governo Renzi si appresta a inserire il provvedimento dopo l'approvazione della legge di stabilità.
Dunque dal prossimo gennaio il Canone Rai (che nel 2014 ammontava a 113,50 euro) sarà inserito nella bolletta dell'energia elettrica. Lo strumento che modifica il tipo di pagamento sarà fatto attraverso un emendamento alla legge di stabilità in Senato, in modo da rendere operativa la svolta fin dal gennaio 2015.
E questa è la prima novità, ma la novità vera, quella che interesserà gli italiani, starà nel nuovo importo: 65 euro, che sarà possibile diluire per ciascuna delle bollette (mensile o bimestrale a seconda del gestore) fino quasi a sparire nella percezione collettiva.
Dunque la tassa del "canone RAI" sarà collegata alla bolletta di erogazione dell'energia elettrica di ciascuna abitazione, a prescindere dal denunciato possesso (o meno) di una TV in casa, visto che ormai il canone Rai si paga in funzione di tutti i device che portano informazione, dalla Tv alla radio, dal pc al tablet, allo smartphone.
Di contro, e qui arriva la "stangata" è che si pagherà però per tutte le abitazioni: chi ne avrà più di una si vedrà recapitati canoni distinti per ciascuna bolletta elettrica e il risultato immediato per la Rai sarà l'aumento del gettito che, secondo i conti del CDA Rai dovrebbe passare a 1,8 miliardi di euro.

Categorie: Attualità

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota