Windows 10 piace alle imprese

Pubblicato il: 25/11/2015
Autore: R.B.

Secondo l'analista di mercato Gartner entro la fine del prossimo anno il 50 percento delle organizzazioni aziendali adotterà Windows 10.

Il nuovo Windows 10 è sulla buona strada per diventare la più vasta installazione dell'OS di Microsoft sulla scia dei precedenti successi di Windows XP e Windows 7. Gli analisti di Gartner avanzano la previsione che il 50 percento delle organizzazioni azendali inizieranno a installare Windows 10 entro gennaio 2017.
Se queste sono le rosee previsioni di Gartner, già nel mercato consumer un aggiornamento gratuito con un larga base installata assicura a Microsoft decine di milioni di utenti prima della fine del 2015. Per le aziende Gartner si attende una implementazione del nuovo windows 10 in maniera significativamente più veloce rispetto a Windows 7 sei anni fa.
windows-10.jpg

Diversi fattori spingono verso la la migrazione, soprattutto la conoscenza che il supporto di Windows 7 finirà nel 2020, la forte compatibilità con applicazioni e dispositivi Windows 7 e la crescente domanda di PC ibridi.
Il risultato di tutto ciò è che molti organizzazioni hanno già pianificato delle installazioni pilota per la metà del prossimo anno che cresceranno fino al 2017.
L’esito finale previsto da Gartner è per un inizio massiccio della messa in produzione di sistemi Windows 10 dal 2017 con conclusione 2019.
Ma Gartner si spinge più in là con altre previsioni sulla spinta dell’accresciuto numero di applicazioni all’interno delle imprese. Nei prossimi tre anni le applicazioni aziendali saranno centralizzate per essere abilitate su più piattaforme, nel caso di Windows queste applicazioni diminuiranno sotto una certa soglia e diventeranno una minoranza gestita del 20 al 30 percento di tutto il portfolio aziendale. Se da un lato questo segnala il permanere di applicazioni di tipo legacy, dall’altro propone che le altre applicazioni mission critical e dipendenti dalla piattaforma operativa (che non possono essere sostituite) passeranno sotto altri ambienti operativi
Entro il 2018 i device touch screen saranno un terzo di tutti i notebook. Il prezzo diminuisce e un touch screen diventerà una caratteristica di base per molti portatili.
Il prezzo diventerà più competitivo nella seconda metà del 2016 con il miglioramento dei processi di produzione.Sul posto di lavoro aziendale crescerà poi la presenza di grandi schermi con più alta risoluzione e per gli schermi si spenderà più che per i PC.
Tutti questi trend messi insieme portano a un nuovo concetto di workplace mobile e più aperto all’interazione umana con nuovi standard anche architettonici. Dal punto di vista dell’IT Windows 10 e lo spostamento delle applicazioni verso il back end cambieranno la modalità di erogazione degli applicativi alla forza lavoro aziendale. Gli aggiornamenti saranno più frequenti, di tipo incrementale e trasparenti all’utenza. Scomparirà l’attuale modello di gestione IT dei client tramite immagine software.

Categorie: Attualità

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota