Arrow, è tempo di Cloud Experience

Pubblicato il: 22/10/2018
REdazione ChannelCity

Il cloud si fa concreto: a Milano e Roma (6-8 novembre) Arrow ECS propone un evento per toccare con mano la nuvola in Italia. Un’attenta fotografia del mercato e interessanti casi concreti portati sul palco da Barracuda, Check Point, Citrix, Gemalto, Ixia, NetApp e Riverbed. 

A Milano e Roma per parlare di cloud concreto, casi d’uso tangibili, oggi e non domani: è ‘Cloud Experience’, l’evento progettato dal distributore a valore aggiunto Arrow ECS per fare conoscere casi di cloud computing di aziende che hanno abbracciato l’innovazione.
Il distributore affiancato da analisti, giornalisti, tecnici ed esperti di settore illustrerà lo scenario attuale entrando nel merito di tecnologie e servizi, con l’obiettivo di fare cogliere ai partecipanti i vantaggi di business derivanti dall’utilizzo di ambienti multi-cloud.
Due le tappe previste per l’appuntamento: Milano, il 6 novembre, al Westin Palace Hotel, e a Roma l’8 novembre, presso il Barcelò Aran Mantegna Hotel, con l’obiettivo di creare momenti di confronto e mettere in evidenza i vantaggi assicurati dalle nuove modalità di fruizione dell’IT agile, flessibile ed efficace.
Due mattine ricche di esperienze e contenuti, dove non mancheranno racconti di vita aziendale tra innovazione, sicurezza e trasformazione digitale, arricchite da una disamina del mercato fornita dall’analista di mercato Ezio Viola, Founder and Chief of Research di The Innovation Group.
Barracuda, Check Point, Citrix, Gemalto, Ixia, NetApp e Riverbed saranno gli Sponsor degli eventi.  federico marini arrow ecs l
Federico Marini, Regional Director di Arrow ECS per il Sud-Est Europa
“Siamo orgogliosi di annoverare tra i nostri vendor i migliori top player dell’IT e siamo impegnati da sempre nel creare iniziative ed eventi innovativi per far conoscere sia a rivenditori e system integrator, che agli utilizzatori finali i loro prodotti e servizi cloud, sviluppando congiuntamente strategie e nuove sinergie – sottolinea Federico Marini, Regional Director di Arrow ECS per il Sud-Est Europa.Un’occasione ideale: tanti punti di vista differenti sull’evoluzione della tecnologia applicata al mondo dell’infrastruttura e della sicurezza, attraverso l’illustrazione di casi concreti”.  

La strada cloud dei vendor protagonisti
I vendor tecnologici presenti all’evento hanno colto le potenzialità del cloud come paradigma di fruizione dell’IT da abbracciare e a cui tendere, in combinazione con le infrastrutture più tradizionali on premise a casa del cliente, in uno scenario sempre più multicloud.
Ecco come sintetizzano la loro strategia cloud.
“Semplificazione è la parole d’ordine di Barracuda in grado di fornire soluzioni cloud in due aree tecnologiche come la sicurezza e lo storage in tre direzioni principali: Cloud Generation Firewall, con soluzioni concepite in logica moderna software defined, supportate in modo nativo dai maggiori player del mercato e pronte per essere utilizzate in Cloud; Web Application Firewall, perché ormai i siti e le applicazioni Web rappresentato la finestra principale con cui le aziende conducono i loro business e possono essere ovunque e la soluzione targata Barracuda è in logica Cloud, disponibile sia on-premises, sia come soluzione Iaas che come servizio di software as a service. Infine, la protezione di nuova generazione di Barracuda si spinge fino alle email, dove può fare leva sull’esperienza maturata nelle tecniche antispam e su nuove feature allo stato dell’arte”, afferma Stefano Pinato, Country Manager Italy, Barracuda.
Sulla sicurezza insiste inoltre Check Point Software Technologies: “Da oltre vent’anni siamo sull’onda della cyber security con tecnologie sempre all’avanguardia. Soluzioni innovative oggi in grado di fare fronte alle minacce di 5° generazione, con tecnologie di Advanced Threat Prevention. In ambito cloud, Check Point propone la famiglia di prodotti Cloud Guard - un servizio cloud che impedisce attacchi mirati alle imprese su applicazioni SaaS ed e-mail, concentrandosi sul controllo delle applicazioni e sulla fuga dei dati e CloudGuard SaaS contro malware e attacchi di quinta generazione e hijacking di account SaaS dei dipendenti”, dichiara David Gubiani, Security Engineering Manager Italy di Check Point Software Technologies.
arrowcloud
Il Digital Workplace è dove intende giocare la partita Citrix abilitando le persone a lavorare meglio - sempre con il massimo della sicurezza - e riducendo i costi IT complessivi: “Con i nostri servizi Cloud distribuiamo ‘digital workspace’ sicuri da ogni cloud o cloud ibrido. Da sempre permettiamo agli utenti di scegliere’dove’, ‘come, ‘quando’ e con ‘quali strumenti’ lavorare al meglio. Indipendentemente dalle tecnologie e da dove i servizi IT sono erogati, Citrix Cloud mette a disposizione spazi di lavoro digitali sicuri in poche ore, non in settimane o mesi, consentendo di essere più agile e gestire più velocemente le richieste del business. Abilitare le persone a lavorare meglio - sempre con il massimo della sicurezza - e ridurre i costi IT complessivi”, chiarisce Massimiliano Grassi, Marketing Manager, Citrix Italia.
E la sicurezza riguarda anche Gemalto: “Gemalto Enterprise & Cybersecurity (E&C) offre servizi di sicurezza moderna cloud ready in tre ambiti principali: Identity & Asset Protection; Data Protection; Crypto & Key Management, il tutto on premise e in cloud. A significare servizi di cyber security per proteggere le risorse IT del cliente; data protection via encryption per una protezione dei dati e delle informazioni attraverso la tecnica della cifratura; crypto & key management come capacità di gestire e custodire le chiavi criptografiche per proteggere un’informazione cifrandola e al contempo decifrandola”, illustra Luca Calindri, Channel Sales Manager Italy & Malta, Gemalto.
Enterprise & CybersecurityTesting e visibilità le aree d’elezione di Ixia (che fa parte del Gruppo multinazionale Keysight) in ambienti complessi come le infrastrutture Cloud: “Il testing consente ad esempio di simulare il funzionamento di applicazioni e verificare che l'infrastruttura Cloud regga il carico applicativo, piuttosto che simulare attacchi informatici e assicurarsi della robustezza dei sistemi di difesa. La Visibility permette di catturare i dati in ambienti molto complessi, quali ad esempio i Cloud Ibridi, filtrarli, consolidarli, decriptarli rendendoli poi disponibili a sistemi di Monitoraggio, Sicurezza e quant'altro”, spiega Valter Villa, Regional Manager Italia Keysight ISG (Ixia Solution Group).
Una gestione end to end del dato edge to core to cloud è invece quella messa in campo da NetApp, che “punta a garantire il perfetto controllo e  la mobilità del dato ovunque esso sia, on premises e nel cloud, permettendo di avere la stessa esperienza di utilizzo in tutti gli ambienti, semplificando la mobilità del dato, mantenendone sempre il controllo e garantendo al contempo sicurezza e performance ai massimi livelli; tutto ciò passa da un approccio Software Defined che prende forma nel concetto di Data Fabric basato da una parte su ONTAP, la piattaforma  operativa per lo storage di classe enterprise e dall’altra su Cloud Volume Services, l’ulteriore evoluzione in grado di garantire all’interno degli hyperscaler servizi ‘powered by NetApp’”, racconta Roberto Patano, Senior Manager Solution Engineering, NetApp Italia.
Non ultima, la posizione di Riverbed: “Per consentire di utilizzare tutte le risorse disponibili e quindi facilitare e rendere ‘vincente’ l'adozione del Cloud, Riverbed ha creato la Digital Performance Platform che si compone di tre elementi portanti: cloud networking, soluzione per collegarsi velocemente e con modalità sicure verso gli ambienti cloud; cloud performance, per accelerare le applicazioni e i workflow portati dal data center nel cloud, e cloud visibilità, per avere sempre sotto controllo tutto quello che accade in ambito cloud a livello applicativo, di network ed end user”, conclude Alberto Nardi, Regional Account Manager, Riverbed Italia. 
Per informazioni sull’evento, gratuito, previa registrazione, consultare il sito www.arrowecs.it

Area Social