Asit cresce e punta a quota 30 milioni di fatturato

Pubblicato il: 09/04/2019
Redazione ChannelCity

L'ampliamento del core business verso Unified Communication, Cloud e Open Source, l’inserimento di nuove risorse tecnico-commerciali, un nuovo sito pensato per rivenditori e system integrator, l'obiettivo di ampliare il business in regioni strategiche fanno da leva alla crescita del distributore Asit che punta a raggiungere quota 30 milioni, partendo già da performance di crescita più che significative.

L'ampliamento del core business orientato sulle soluzioni di Unified Communication, Cloud e Open Source, l’inserimento di nuove risorse tecnico commerciali e una strategia volta sempre più a consolidare la presenza nel mercato del canale informatico premiano il distributore Asit che da quattro esercizi consecutivi continua a crescere anno su anno con una ragguardevole performance del 30%.
Percentuali che si contraddistinguono ancora di più visto che il 2018 si è chiuso per il distributore piemontese con una crescita straordinaria di oltre il 50% e un fatturato che si attesta sui 27,8 milioni di euro con l'obiettivo per l'anno in corso di superare i 30 milioni di euro di fatturato con l’inserimento di nuove risorse e nuovi obiettivi commerciali.
asit spa team direzione da sinistra a destra: Valentino Ganz, Marco Gabriele, Joris Ganz.

Nuovo sito web per rivenditori e system integrator

Per sostenere questa crescita è stato anche ripensato l’intero sito web dell’azienda che oggi incorpora un e-commerce funzionale per i rivenditori e i system integrator che operano nel mondo informatico, un target abituato ad utilizzare il digitale per fare ordini e acquisti online. Il nuovo sito è stato pensato per offrire uno strumento di lavoro facile da consultare, sia per i clienti che per chi vuole conoscere meglio l’offerta di Asit.
asit sito webLa consultazione delle soluzioni dei 31 brand distribuiti, suddivisi nelle quattro business unit di Asit (Cabling&Datacenter, UCC, Networking&Wireless, Sicurezza) e nelle relative categorie di prodotto, è facile e immediata.
Il sito include anche un blog che ora è stato arricchito per diventare sempre più uno strumento di comunicazione capace di raccontare le soluzioni proposte dai vari vendor e le novità del distributore.
asit spa team direzione da sinistra a destra: Valentino Ganz, Marco Gabriele, Joris Ganz
Se vogliamo puntare a crescere ancora, dobbiamo cercare di dare più valore alla nostra aziendaspiega Valentino Ganz, storico fondatore dell’azienda e CEO di Asit.Per farlo dobbiamo investire sulla parte tecnica. Vogliamo inserire un CTO, un direttore tecnico che possa stare al tavolo delle direzioni per discutere progetti importanti e seguire il post sales, diventando anche un trainer delle soluzioni che distribuiamo. Ci diamo dai 3 ai 5 anni per strutturare una divisione tecnica davvero significativa: abbiamo capacità importanti e dobbiamo farle fruttare. Non perderemo di vista anche il rafforzamento su alcuni territori, come Veneto ed Emilia Romagna dove contiamo di inserire nuove risorse commerciali. Il nostro core business rimane sempre focalizzato sul settore privato, trasversalmente sui vari mercati verticali, ma stiamo lavorando bene anche con la Pubblica Amministrazione mediante un'attività mirata sui principali operatori italiani di telecomunicazione”.

Il nuovo sito nasce con l’obiettivo di avere non solo una vetrina e un tool di marketing, ma anche un vero e proprio strumento di vendita” spiega Joris Ganz, Business Developer and Marketing Director di Asit.Ora accedendo al nostro sito è possibile completare tutto l’iter, dall’ordine fino all’acquisto del prodotto. Lo abbiamo sviluppato internamente partendo dall’analisi di ciò che serve di più al cliente: conosciamo bene le esigenze di chi opera in questo mercato e alcune funzionalità sono state introdotte proprio per agevolare il lavoro quotidiano. Ogni cliente ha un’area personale con fatture, ordini, bolle, preventivi. Abbiamo anche creato una gestione puntuale degli archivi: una volta loggato, il cliente può visualizzare i prodotti per categoria merceologica (divisi per le 4 business unit) ma anche per brand. Crediamo di offrire uno strumento che possa velocizzare l’acquisto di materiale che serve per l’attività day by day, lasciando al cliente la possibilità di chiudere il ciclo d’acquisto in qualsiasi momento della giornata, in autonomia. Così sgraviamo anche le nostre forze commerciali che possono concentrarsi su progetti di più ampia portata”.


Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Area Social