Kelyan e Wolters Kluwer, una storia da raccontare

Pubblicato il: 27/11/2019
Redazione ChannelCity

Non sempre due grandi aziende riescono ad andare davvero d’accordo. Ma l'esempio del Gruppo A&C e Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia sono la prova provata dell’unisono nel nome di una visione e di un progetto comuni.

La storia del Gruppo A&C e di Wolters Kluwer Tax & Accounting è una storia che inizia molti anni fa. Il Gruppo A. & C è una realtà importante con sei società operative, sette sedi, 210 collaboratori, un mercato che copre tutto il Nord e parte del Centro Italia. Due società del gruppo hanno da anni uno stretto rapporto con Wolters Kluwer, la società Kelyan Spa specializzata nelle soluzioni gestionali e la società A. & C. Servizi Srl focalizzata sulle soluzioni per gli studi professionali.
keylan logo
Mauro Gola, Presidente Esecutivo, e Marco Salvagno, Amministratore Delegato di Kelyan Spa parlano di questa storia con un accento del tutto particolare, e non comune nel mondo del business, quello dell’amicizia.
40 anni fa lavoravamo con varie aziende con l’intento, allora come ora, di portare soluzioni tecnologiche al mondo professionale”. Mauro Gola spiega come l’azienda si sia sempre posta l’obiettivo di porgere soluzioni al proprio mercato integrando tecnologie e sviluppandole per farle aderire virtuosamente alle necessità dei propri clienti.
img 9444Da sinistra: Mauro Gola, Presidente Esecutivo Kelyan; Claudio Ferrante, Director, Sales della divisione Tax & Accounting di Wolters Kluwer Italia e Marco Salvagno, Amministratore Delegato di Kelyan.
Il caso ha voluto che le aziende con le quali lavoravamo venissero una dopo l’altra acquisite da Wolters Kluwer”. Marco Salvagno lascia quasi intendere che l’attuale perfetta collaborazione con la multinazionale olandese è nata quasi per caso.
Quello che ha cementato la relazione è stato un progetto industriale comune: crescere ed essere competitivi sul mercato nel rispetto del rapporto.” Così Mauro Gola definisce non solo gli inizi, ma quello che sono diventate le basi del legame tra il Gruppo A&C e Wolters Kluwer Italia ed elenca alcune prerogative che giudica imprescindibili nella costruzione di una vera partnership: “Una visione comune del mercato, delle soluzioni, degli sviluppi tecnologici al quale, in definitiva, ci rivolgiamo insieme. Un rapporto paritetico, che significa discussione e possibilità di incidere sulle rispettive scelte e indirizzi. È il dialogo che porta alla risoluzione delle problematiche, allo sviluppo di nuove soluzioni e alla crescita. Aziendalmente esistono rapporti nei quali comandano i numeri, poi abbiamo la partnership con Wolters Kluwer nella quale prevale la volontà di crescita comune, la disponibilità e la flessibilità. È evidente che la marginalità è un tema importante e delicato, ma viene affrontato e discusso insieme perché è un argomento che impatta in modo significativo nel cementare ed approfondire la partnership. Si è venuta a creare un’alchimia del tutto particolare con Wolters Kluwer Italia, dove la ricerca delle potenzialità, porta a puntare sempre all’eccellenza, in una sorta di circolo virtuoso. Naturalmente è tutto facilitato dal rapporto personale che oltre al rispetto ed alla stima reciproca diventa amicizia”.

Dialogare con un colosso quale è in effetti Wolters Kluwer è diventato facile, perché il rapporto è costruito sulla fiducia, la serietà e valori comuni. Marco Salvagno sottolinea lo spirito sabaudo che ha contraddistinto la crescita del gruppo e la partnership con Wolters Kluwer Italia: “Noi cerchiamo la valorizzazione del concreto quotidiano. Lo spirito sabaudo ci porta prima di tutto alla concretezza ed alla continua ricerca di consolidamento nel rapporto con i clienti. Anche se viviamo nell’epoca della comunicazione e siamo un’azienda high tech, badiamo molto alla consistenza della soluzione, dell’efficacia, dell’efficienza. Il confronto con una multinazionale che ci rispetta è uno dei volani della crescita. L’imprenditore deve avere delle visioni per lo sviluppo della sua impresa, se ha dei partner che condividono la sua visione è sicuramente facilitato”.

L’internazionalità rappresentata da Wolters Kluwer Italia, in quanto multinazionale, è un valore anche lavorando sulle PMI. Nel mercato europeo l’Italia ha guadagnato buoni punti in termini di credibilità tecnologica grazie all’avvio in anticipo rispetto agli altri paesi della fatturazione elettronica. Una digitalizzazione massiva e capillare che ha messo tutto il mondo produttivo e dei servizi a confronto con le possibilità date dalla tecnologia digitale.
Fattura SMART ha rappresentato un aggancio alla tecnologia con il quotidiano e questa apertura di “mindset” potrebbe portare alcune aziende del Gruppo ad aprirsi verso mercati della comunità Europea con soluzioni internazionali.

“È miope pensare ad un mercato solo nazionale” commentano all’unisono Salvagno e Gola, sapendo di poter contare sull’internazionalità rappresentata da Wolters Kluwer Tax & Accounting. Coniugare l’esperienza e la capillarità data dall’internazionalità di Wolters Kluwer con il radicamento locale è uno degli aspetti della potenza della multinazionale. I vertici apicali del Gruppo sottolineano entrambi l’importanza della separazione del ruolo tra chi sviluppa e distribuisce a livello internazionale le soluzioni software, in questo caso Wolters Kluwer e tra chi opera direttamente con il cliente finale che necessita di un’interfaccia presente e stabile, prima, durante e dopo il processo di vendita. Insomma non si vende un prodotto, si vende una soluzione e un servizio! La capacità e le competenze specifiche di verticalizzare in modo assolutamente aderente alle necessità delle PMI di vari settori merceologici l’ERP Arca EVOLUTION da parte delle società del gruppo è il modo per entrare in sintonia con la propria clientela. Si tratta di verticalizzazioni di grande raffinatezza e di complessa architettura operativa, ma che raggiungono l’obiettivo con semplicità e concretezza.
Salvagno cita ad esempio una soluzione ideata per le aziende del settore mangimistico e molitorio: “Abbiamo costituito una 'rete d’impresa' a servizio dell’intera filiera della produzione e commercializzazione dei mangimi. La soluzione che abbiamo sviluppato in cooperazione con le aziende aderenti alla rete di impresa permette l’automazione di fabbrica per la produzione, l’ottimizzazione della logistica dei trasporti e l’integrazione in ottica di Industria 4.0".
Un approccio simile è stato seguito anche in altri settori come ad esempio nell’ambito della carpenteria e taglio lamiere oppure nel settore della vendita dei prodotti Fitosanitari. Il Gruppo A&C è la dimostrazione come la dedizione al progetto industriale comune con un partner importante e strategico ma flessibile e disponibile come Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia sia una carta vincente per lo sviluppo e la crescita. Lo è stato ieri, lo è oggi, ma lo sarà soprattutto domani.



Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Area Social