Studi di settore 2016, novità per i contribuenti

E' online il software “Segnalazioni 2016” e le statistiche aggiornate dal 2011 al 2015. Nel cassetto fiscale pubblicati modelli ed esiti per il periodo d’imposta 2015.

Mercato
Novità per i contribuenti soggetti agli studi di settore. Sul sito dell'agenzia delle Entrate è infatti disponibile Segnalazioni 2016, il software con cui il contribuente può segnalare all’Agenzia eventuali elementi, fatti e circostanze dalla stessa non conosciuti. Grazie al software viene semplificata la fase di comunicazione e confronto tra contribuenti e Amministrazione finanziaria.
Inoltre, i contribuenti avranno a disposizione, nel proprio cassetto fiscale, i modelli degli studi di settore presentati per il periodo d’imposta 2015 e l’esito relativo allo stesso periodo d’imposta dell’applicazione degli studi di settore, ricalcolato sulla base dell’ultima versione del software Gerico pubblicata.
Sullo stesso sito delle Entrate, infine, sono pubblicate le statistiche dei dati degli studi di settore, dichiarati dai contribuenti, aggiornate al 2015. Adesso, utilizzando una semplice applicazione, gli utenti potranno conoscere il numero delle posizioni, i ricavi o i compensi dichiarati e la percentuale di contribuenti congrui e non. Le interrogazioni possono essere effettuate per anno, macrosettore e tipologia di dichiarazione presentata o per singolo studio di settore.
Per accedere al servizio Segnalazioni 2016 occorre essere registrati nell’area riservata dei servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate. Segnalazioni 2016 è raggiungibile al seguente link:
Home - Servizi online - Servizi fiscali - Servizi fiscali con registrazione - Invio di segnalazioni relative agli studi di settore Unico 2016 (periodo d'imposta 2015) – web.
Tramite il programma dedicato, i contribuenti possono comunicare all’Amministrazione finanziaria, predisponendo e inviando una segnalazione, informazioni o elementi giustificativi relativi a situazioni di non congruità, non normalità o non coerenza risultanti dall’applicazione degli studi di settore per il periodo d'imposta 2015, nonché segnalare informazioni o precisazioni relative all’indicazione in dichiarazione di cause di inapplicabilità o di esclusione dagli studi. Per assicurare un utilizzo dell'applicazione facile e corretto, sul sito delle Entrate è inoltre a disposizione dei contribuenti una Guida alla compilazione.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale

Tutto per un lavoro da remoto sicuro e protetto

Speciale

L'importanza della collaboration nella "nuova normalità"

Speciale

Remoto sicuro, senza paura. Disinnescare l’allarme sicurezza sullo smart working e aiutare le imprese a ripartire… davvero.

Speciale

WatchGuard-Symbolic, il valore della piattaforma unificata di sicurezza

Speciale

Potenziare la cyber security con l'analisi comportamentale

Calendario Tutto

Mag 13
IDC Future of Digital Infrastructure Digital Forum 2021
Mag 13
ESET CLOUD OFFICE SECURITY: La protezione all-in-one per tutte le applicazioni Microsoft 365
Mag 13
Come gestire i dati non strutturati in modo agile e flessibile: Ottimizzare la gestione su dispositivi NAS, file server e object storage
Mag 13
MySQL Day 2021 Digital Edition
Mag 13
TP-Link - OMADA SDN Soluzione Cloud Business Wireless & Networking
Mag 13
Work from Home – Lab Series: come utilizzare i Remote Desktop Services per accedere, da remoto, in sicurezza, alle risorse aziendali
Mag 13
Dynamics 365 Sales la gestione del processo di vendita e la relazione con i clienti
Mag 13
Perché passare a Libraesva: vantaggi e special promo
Mag 14
Systematika Security Day

Magazine Tutti i numeri

ChannelCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche