googletag.pubads().definePassback('/4143769/channelcity-sfondo', [1, 1]).display();

Esprinet, terzo trimestre 2020 da record con ottime prospettive anche per il quarto

Sulla base del positivo andamento dei ricavi nel mese di ottobre e della centralità dell’industry della distribuzione IT nell’attuale contesto globale, il Gruppo Esprinet rivede al rialzo la guidance per l’esercizio 2020 prevedendo ricavi superiori a 4,4 miliardi di euro (in crescita di oltre l’11% rispetto ai 3.950 milioni di euro del 2019) e un EBITDA adjusted superiore a 62 milioni di euro, entrambi i valori includenti il contributo per il quarto trimestre 2020 derivante dal consolidamento di

Distributori
Continua la performance positiva del distributore Esprinet che dopo aver registrato ottimi risultati nei primi sei mesi del 2020, mantiene  i principali indicatori finanziari in positivo anche alla fine del terzo trimestre 2020, con aspettative interessanti anche per l'ultimo trimestre del 2020.

TERZO TRIMESTRE 2020 DA  RECORD: EBITDA ADJ. 17,7 M€, EBIT ADJ. 14,1 M€, UTILE NETTO 9,8 M€

Esprinet registra il terzo trimestre consecutivo di crescita nel 2020, con Ricavi pari a 1.124 milioni di euro ovvero +26% rispetto a 894 milioni di euro contabilizzati nel terzo trimestre del 2019 (dopo un +4% nel Q1 e un +9% nel Q2 dell'anno solare in corso).
Il Margine Commerciale Lordo è pari a 45,9 milioni di euro ed evidenzia un aumento del +22% rispetto al Q3 2019 (37,8 milioni di euro) per effetto dei maggiori ricavi che hanno controbilanciato la leggera riduzione del margine percentuale (4,09% contro 4,23%) dovuto all’effetto mix conseguente alla forte crescita del peso delle vendite di PC e Smartphone.
L’EBITDA adjusted, è pari a 17,7 milioni di euro, +76% rispetto a 10,0 milioni di euro registrati a fine terzo trimestre 2019, calcolato al lordo di costi one-off pari a 1,2 milioni di euro legati alla cessazione del rapporto con l’ex consigliere e CFO del Gruppo. Si registra una riduzione del 2% negli “Altri costi operativi”, pari a 12,8 milioni di euro rispetto a 13,1 milioni di euro contabilizzati nel Q3 2019.
L’EBIT adjusted, al lordo dei costi one-off sopra citati, è pari a 14,1 milioni di euro, in significativa crescita rispetto a 6,7 milioni di euro nel Q3 2019. L’EBIT è pari a 13,0 milioni di euro, registrando un incremento del +95% rispetto a 6,7 milioni di euro nel Q3 2019.
L’Utile ante imposte è pari a 12,5 milioni di euro, in forte aumento rispetto a 3,1 milioni di euro registrati a fine settembre del 2019 mentre l’Utile Netto è pari a 9,8 milioni di euro, in significativo incremento rispetto a 1,8 milioni di euro nel Q3 19; si evidenzia che il tax rate scontava nel Q3 19 l’effetto di alcune poste straordinarie non ripetute nel terzo trimestre dell'anno solare 2020.

REDDITIVITÀ FORTEMENTE INCREMENTATA GRAZIE A CRESCITA DEI VOLUMI, CUSTOMER SATISFACTION ED EFFICIENTE STRUTTURA DEI COSTI

I Ricavi dei primi 9 mesi del 2020 sono pari a 2.959 milioni di euro, +13% rispetto a 2.611 milioni di euro ottenuti nei primi 9 mesi del 2019. Anche il Margine Commerciale Lordo, pari a 128,7 milioni di euro, evidenzia un aumento del +8% rispetto ai primi 9 mesi del 2019 (119,2 milioni di euro) per effetto dei maggiori ricavi che hanno controbilanciato la leggera riduzione del margine percentuale (4,35% contro 4,57%) e nonostante l’effetto diluitivo legato alla riduzione di ricavi e margini di Celly causata dalla parziale interruzione di attività subita durante il periodo di marzo e aprile per effetto delle restrizioni di legge connesse alla gestione del COVID-19.
L’EBITDA adjusted, calcolato al lordo di costi one-off per 2,3 milioni di euro è pari a 41,6 milioni di euro, +36% rispetto a 30,6 milioni di euro nei 9M 19.
L’EBIT adjusted, al lordo di 3,4 milioni di euro di oneri non ricorrenti è pari a 30,9 milioni di euro, +50% rispetto a 20,6 milioni di euro nei 9M 19. L’EBIT è pari a 27,6 milioni di euro, +34% rispetto a 20,6 milioni di euro nei 9M 19.
L’Utile ante imposte è pari a 23,3 milioni di euro, +75% rispetto a 13,3 milioni di euro nei 9M 19, anche per effetto della significativa riduzione delle perdite su cambi attribuibile al cambio €/$ e di minori oneri finanziari che nel 2019 scontavano 0,9 milioni di euro per l’estinzione anticipata di finanziamenti a medio termine.  L’Utile Netto è pari a 17,5 milioni di euro, +87% rispetto a 9,4 milioni di euro registrati nei primi nove mesi del 2019.

RICAVI +13%: SMARTWORKING ED E-LEARNING TRAINANO LE CRESCITE DI PC (+21%) E SMARTPHONE (+29%)

Nei primi 9 mesi del 2020 il mercato degli IT Clients ha registrato una crescita del +13%, trainata dal forte aumento della domanda di PC (+25%), mentre il Printing segna una performance del -5%. Nel mercato dei Consumer Electronics i driver della crescita sono stati Smartphone (+5%) ed Elettrodomestici (+23%). Le Advanced Solutions registrano una crescita del +6% trainata dalla domanda di Software, Servizi, Cloud, in grado di compensare la minor richiesta di componenti Hardware (-4%).
Il Gruppo ha continuato ad agire da one-stop-shop nella supply chain IT supportando, grazie alla completezza del proprio portafoglio di prodotti e soluzioni, la sempre più elevata richiesta di tecnologie in grado di abilitare smart working ed e-learning. I Ricavi sono pari a 2.959 milioni di euro, +13% rispetto a 2.611 milioni di euro nei primi 9M del 2019, con un +19% nel segmento Consumer Electronics trainato dalla crescita di Smartphone (+29%) ed Elettrodomestici (+22%), e un +15% nel segmento IT Clients per effetto del forte incremento dei PC (+21%). Nel segmento Advanced Solutions i ricavi relativi a Software, Servizi e Cloud crescono del +12%, in parte compensando la diminuzione dei componenti Hardware (-13%).

MARKET SHARE IN PROGRESSIVA ESPANSIONE NEI PAESI DI RIFERIMENTO

Nei primi 9 mesi del 2020 tutti i mercati di riferimento hanno registrato una crescita: secondo i dati Context, l’Italia vale 6,0 miliardi di euro (+10,5% rispetto ai primi nove mesi del 2019), la Spagna 4,2 miliardi di euro (+9,3%) e il Portogallo 991 milioni di euro (+6,1%). Esprinet sovraperforma il mercato consolidando le proprie quote in tuti i Paesi in cui opera e nei primi 9 mesi del 2020 registra il miglior risultato degli ultimi anni.

RICAVI IN CRESCITA IN ENTRAMBI I SEGMENTI “BUSINESS” E “CONSUMER”

Nei primi nove mesi dell'anno solare 2020 il mercato ha registrato una crescita del +8% nel Segmento Business (IT Reseller) e del +13% nel Segmento Consumer (Retailer, E-tailer). I Ricavi del Gruppo mostrano una crescita sia nel Segmento Business (+9%) che nel Segmento Consumer (+18%); in questo contesto Esprinet ha contribuito a garantire la business continuity degli utilizzatori finali degli IT Reseller, facendo inoltre fronte ai picchi di domanda del canale Retailer ed E-tailer.


Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche