Sinora, un biennio positivo

A due anni dall'operazione di merger, il bilancio per il system integrator è positivo e i risultati lo confermano: fatturato, risorse, presenza sul territorio, tutto è in crescita e la società punta ancora più in alto

Vendor
E' di due anni fa il lancio di Sinora, azienda di system integration specializzata nel mondo delle comunicazioni mission-critical con sistemi integrati di radiocomunicazioni professionali e videosorveglianza, nata dopo il merger tra le due storiche società Eurocom Telecomunicazioni Srl e Saitel Telecomunicazioni Srl.
E il bilancio è più che positivo, con risultati finanziari sempre in crescita e un primo semestre del 2021 che è già oltre le aspettative.
In crescita anche l’organico, che ha visto l’inserimento di otto nuove risorse (+15%), e la presenza territoriale, che vedrà l’apertura di un nuovo punto operativo Sinora sul territorio.
Risultati che arrivano in un periodo storico sicuramente non favorevole e che confermano la chiara vision dell’azienda e la capacità di operare nel settore dell’emergenza con grande competenza ed esperienza sul campo. Lo aveva dichiarato a inizio anno Sabrina Vescovi, Direttore Generale di Sinorapuntiamo a investire, con coraggio” e così è stato in questi primi mesi dell’anno.  sinora board
Il board manageriale di Sinora
Le aree di focalizzazione

L’azienda nei mesi scorsi ha avviato una collaborazione con una società di analisi di mercato per individuare le aree che avranno maggiore sviluppo nei prossimi anni - anche alla luce del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) – al fine di indirizzare i prossimi investimenti e strutturare l’azienda, sia a livello di organico che di offerta tecnologica, per sostenere la crescita.
Il management di SINORA vuole stare con la testa non nell’oggi, ma con una vision a 3-5 anni” spiega Sabrina Vescovi. “Nel processo di trasformazione digitale a cui il Paese va incontro ci sono dei ‘verticali’ per noi molto significativi come smart building, smart agriculture, smart cities: vogliamo investire in termini di proposition tecnologica e di risorse nella giusta direzione. Siamo già presenti, ad esempio, nello smart building: stiamo realizzando l’impiantistica di radiolocalizzazione e i sistemi di distribuzione del segnale cellulare in un’importante torre di Milano e altri progetti stanno partendo in altre torri. Guardiamo anche con interesse al 5G che trainerà molti investimenti: il nostro compito sarà quello di aiutare i clienti a comprendere quali vantaggi possono apportare le nuove tecnologie e a tradurle in nuove opportunità.”  

Le risorse al centro
Per supportare la crescita che ci aspettiamo, abbiamo aumentato le risorse interne del 15% nei mesi scorsi” precisa Sabrina Vescovi. “In mesi di incertezza, tornare a investire sulle risorse umane non è scontato, perché rappresenta uno sforzo economico, organizzativo, ma anche culturale. Si tratta di otto nuove risorse con esperienza qualificata, quasi tutti ingegneri. Ci fa piacere notare che il progetto Sinora è diventato attrattivo, riceviamo molte candidature di rilievo: significa che la nostra azienda viene percepita come una realtà che continua a investire e ha fiducia nel futuro. Continuiamo a investire anche nella formazione interna e nell’aggiornamento professionale per il personale che è con noi da lungo tempo, perché il nostro settore è in continua evoluzione e la nostra forza sta nelle competenze delle nostre risorse.” 

La vicinanza territoriale, un vero plus
Sinora opera in un mercato con una previsione di crescita significativa e l’azienda continua a investire per supportare i clienti su tutto il territorio. “Ci stiamo attrezzando per offrire ancora maggiore vicinanza ai clienti e per potenziare i nostri servizi post vendita” spiega Sabrina Vescovi. “Apriremo nei prossimi mesi un altro punto operativo sul territorio perché per un’azienda che fa progettazione customizzata è importante la prossimità e la vicinanza col cliente. Inoltre, lavoriamo in un mercato, quello delle radiocomunicazioni, con un’età anagrafica alta delle società specializzate in questo settore. Per ogni azienda che chiude c’è un pezzo di competenza che si disperde. Per evitare che in alcuni territori i clienti rimangano scoperti e abbandonino l’uso della radiocomunicazione a favore di altre tecnologie, stiamo rafforzando le partnership con Motorola Solutions e Avigilon per dare più supporto sul territorio.”  
“Il progetto Sinora sta andando al di là delle nostre aspettative iniziali” conclude Sabrina Vescovi. “Nemmeno la pandemia ci ha fermati. Abbiamo lavorato in smart working e la nostra priorità è stata tutelare i posti di lavoro. La nostra è un’azienda che ha grande fiducia nelle istituzioni, crede nella crescita e ripresa del Paese, e vuole guardare avanti. Il fatto che stiamo analizzando le evoluzioni che avrà il nostro settore per andare a posizionarci anche in mercati dove ora non siamo presenti dimostra la nostra volontà di investire e continuare a crescere.”
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche