Cambium Networks, le previsioni relative al wireless per il 2023

Il Ceo Atul Bhatnagar esamina i trend più significativi del 2023 nel campo della connettività wireless: il wireless broadband sarà un elemento chiave per colmare il digital divide

Vendor

Il tema al centro dell'approfondimento di Atul Bhatnagar, Ceo di Cambium Networks, riguarda la connettività wireless; grazie agli investimenti, ai finanziamenti pubblici e all'interesse generale per la costruzione dell'infrastruttura a banda larga, "il settore è ora in una posizione forte per dare un contributo definitivo alla soluzione del digital divide" - afferma. Nel 2023, con il proliferare di dispositivi Wi-Fi, cablati e IOT, la tradizionale combinazione di soluzioni tecnologiche non sarà più sufficiente. Con una gamma senza precedenti di nuove tecnologie wireless multi-Gigabit, abbiamo ora l'opportunità di portare la banda larga veloce a tutti, perché le prestazioni, la sicurezza, l'accessibilità, la semplicità e l'economicità d’uso sono più importanti che mai".

In relazione all'anno in corso, il top manager osserva una serie di tendenze, innovazioni tecnologiche e sviluppi del settore che porteranno Internet ad alta velocità a prezzi più accessibili per le comunità e per le aziende.
Atul Bhatnagar, Ceo di Cambium Networks• L'adozione dei 6 GHz sarà rapida e si assisterà a un'esplosione di installazioni di apparecchiature Fixed Wireless Broadband (FWB), poiché i service provider e gli operatori di rete privati adotteranno sempre più questa tecnologia per offrire ai clienti esperienze d’uso migliori e velocità più elevate.

L'esperienza dell'utente finale è al centro dell'attenzione con l'adozione degli standard 5G e Wi-Fi 6/6E: "Oggi più che mai i service provider hanno capito che offrire esperienze eccezionali agli utenti è ciò che li distinguerà, soprattutto quando le reti adotteranno gli standard di nuova generazione, che comprendono i progressi del 5G e del Wi-Fi 6/6E. Nel 2023 vedremo un maggior numero di service provider che implementeranno strategie di “Total Experinece” (TX) e ottimizzeranno la rete dando priorità alle esigenze delle applicazioni. Questo permetterà di differenziarsi sulla Quality of Experience (QoE) e a fornire velocità di upload e download più elevate senza la necessità di sostituire l'infrastruttura di rete. Stiamo già assistendo a questa tendenza con i Managed Service Provider (MSP) che si occupano di ospitalità, unità abitative multiple (Multi-dwelling Units -MDU), sanità e progetti pubblici".

I progetti di smary city e il Wi-Fi pubblico continueranno a crescere e un numero sempre maggiore di città agirà per colmare il digital divide: "Si assisterà a una preferenza verso i sistemi integrati che sfruttano un'infrastruttura comune per più applicazioni, come la videosorveglianza, i sensori e il Wi-Fi pubblico, grazie alla loro semplicità. Aggregando il flusso di dati acquisiti attraverso un numero crescente di telecamere a circuito chiuso, beacon e sensori, queste città renderanno le strade più sicure, migliorando costantemente l'efficienza".

Il fixed wireless outdoor avrà un'impennata: "Nel 2023 saranno favoriti i servizi di classe Gigabit distribuiti in modo rapido ed efficiente, indipendentemente dalla tecnologia utilizzata. L'accesso fisso 5G e il Wi-Fi 6E rappresenteranno un enorme passo avanti per colmare il digital divide, consentendo a residenti e imprese di ricevere una banda larga più veloce e un accesso più affidabile ai servizi".

L'automazione consentirà ai team IT aziendali di ottenere di più con meno risorse: "Le imprese tenderanno sempre di più a spostare le le proprie risorse dalla gestione di un'ampia gamma di tecnologie di rete suddivise in silos, verso una gestione olistica della rete, attraverso l'automazione dei processi per la pianificazione, il provisioning e la gestione, liberando risorse per altri obiettivi aziendali".

La sicurezza sarà parte integrante dei servizi: "Con la continua proliferazione dei dispositivi, le violazioni della sicurezza saranno sempre più frequenti, e gli utenti finali daranno importanza alla sicurezza quanto alla velocità nella scelta del provider. Poiché le risorse per la sicurezza informatica sono scarse, gli operatori di rete di tutti i tipi utilizzeranno sempre più l'automazione per affrontare i problemi di security".

Conclude il Ceo: "L'architettura e la gestione delle reti di comunicazione sono un'opportunità, attraverso cui le imprese, i service provider e gli operatori municipali possono superare lo status quo e ottenere miglioramenti misurabili e sostenibili nell'efficienza e nell'economia della diffusione della banda larga wireless. Inoltre, dato che nel 2023 verrà assegnato un numero maggiore di frequenze, dobbiamo aspettarci l’arrivo sul mercato di un numero ancora maggiore di innovazioni tecnologiche che non solo porteranno la connettività ad alta velocità a prezzi accessibili in un numero maggiore di località, ma miglioreranno in modo sostanziale l'esperienza dell'utente".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter