▾ G11 Media Network: | ChannelCity | ImpresaCity | SecurityOpenLab | GreenCity | Italian Channel Awards | Italian Project Awards | ...

Nutanix nomina Paulo Pereira Vice President of EMEA Presales

Il manager con il suo team è impegnato nel soddisfare le esigenze delle aziende che si trovano in fasi diverse del ciclo di adozione del cloud, identificando e abbinando le opportunità tecnologiche ai problemi e agli obiettivi aziendali dei clienti

Vendor

Nutanix ha annunciato l’ingresso di Paulo Pereira nel team dirigenziale globale con il ruolo di Vice Presidente Prevendita dell’area EMEA.

Paulo ha fatto il suo ingresso in Nutanix nel 2016 in qualità di Systems Engineering (SE) Manager per il Medio Oriente. Grazie alla sua dedizione e al suo approccio strategico, è passato rapidamente alla gestione dei mercati emergenti dell'area EMEA, che ha guidato con successo negli ultimi cinque anni. Prima di Nutanix, Paulo ha trascorso 16 anni in Cisco, ricoprendo diversi ruoli in Portogallo, Arabia Saudita ed Emirati Arabi.

Partecipa agli ItalianSecurityAwards 2024 ed esprimi il tuo voto premiando le soluzioni di cybersecurity che reputi più innovative

Mike Phelan, Senior Vice President Global Solution Sales di Nutanix ha così commentato la nomina: “La passione di Paulo per il lavoro e la vita traspare dal suo stile di leadership. Chi ha lavorato a stretto contatto con Paulo sottolinea la sua capacità di ispirare, sfidare e guidare gli altri nel cambiamento. È profondamente analitico, riflessivo, schietto e non si sottrae alle sfide. Non potrei essere più entusiasta dei risultati che conseguirà in questo nuovo ruolo di leadership in Nutanix".

"Sono davvero onorato di guidare il team di prevendita EMEA di Nutanix, in un momento emozionante in cui la trasformazione digitale è la necessità del momento, il cloud computing e l'intelligenza artificiale sono essenziali e non più un lusso. Nell’ambito del cloud, Nutanix è all'avanguardia nell'innovazione e risolve le sfide più problematiche che affliggono le aziende quando cercano di affrontare le complessità del cloud ibrido. Le aziende hanno esigenze uniche e si trovano in fasi diverse del ciclo di adozione del cloud e il nostro compito è quello di identificare e abbinare le opportunità tecnologiche ai problemi e agli obiettivi aziendali dei clienti. Non vedo l'ora di sviluppare ulteriormente l'ottimo lavoro svolto finora", conclude Paulo Pereira.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter