googletag.pubads().definePassback('/4143769/channelcity-sfondo', [1, 1]).display();

Sirmi, i server e lo storage in Italia

Server in crescita, si espande ulteriormente il binomio Intel-Amd mentre Unix non convince. Sul versante storage EMC, HP e IBM detengono il 70 percento del segmento hardware e il 50 percento software.

Mercato
Sono stati rilasciati dall'analista di mercato Sirmi i dati relativi al mercato server e storage in Italia relativi al quarto trimestre 2014. I dati complessivi confermano il trend positivo della componente server, con una crescita del 4% e un valore complessivo di fatturato di oltre 129 milioni di euro. L’intero anno 2014 chiude con un incremento del fatturato server ancora più consistente, con una crescita dell’8%
L’andamento nell'ultimo trimestre - affermano gli analisti di Sirmi - è stato condizionato favorevolmente soprattutto dal trend dei server a base Intel/AMD, che crescono del 17,7%, mentre i server basati su altre tecnologie penalizzano la dinamica di settore, registrando un calo del -14,2%. Dinamica che si riflette sull'andamento complessivo dell'anno, dove la componente AMD/Intel cresce del 17,8% mentre la componente server alternativa perde il 7,3%.
sirmi-2014.jpg
E' in particolare l’area dei sistemi Unix a registrare un lento ma inesorabile declino,
 soppiantata dai sistemi Intel/AMD e, soprattutto, dai sistemi ingegnerizzati, che rappresentano una risposta efficace alla ricerca di semplificazione, automatizzazione e ottimizzazione ormai dilagante tra le imprese.
Per quanto riguarda il fronte storage l'ultimo quarter dell'anno chiude in lieve calo (-1,0%) e con un fatturato complessivo, ovvero come somma delle componenti hardware e software, di 129,4 milioni di euro.
Risulta, invece, migliore l’andamento dello storage nel 2014 che chiude con valore complessivo di 474,6 milioni di euro, + 2,6% anno su anno. I vendor che guidano il mercato storage - conclude infine Sirmi - sono EMC, HP e IBM che, complessivamente, detengono una quota di mercato che si avvicina al 70% nel comparto hardware e al 50% in quello software.
sirmi-2.jpg
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche