googletag.pubads().definePassback('/4143769/channelcity-sfondo', [1, 1]).display();

Trend Micro, nuove soluzioni per Office 365

La prima su chiama Cloud App Security e permette di bloccare gli accessi non autorizzati ai dati aziendali e implementa la protezione e la conformità delle policy. La seconda, Cloud App Encryption, facilita la crittografia dei dati, un prerequisito oggi per avere un cloud sicuro.

Tecnologie & Trend
Trend Micro ha  presentato due nuove soluzioni che integrano e migliorano la sicurezza di Microsoft Office 365. La prima su chiama Cloud App Security e permette di bloccare gli accessi non autorizzati ai dati aziendali e implementa la protezione e la conformità delle policy. La seconda, Cloud App Encryption, facilita la crittografia dei dati, un prerequisito oggi per avere un cloud sicuro.
trend-micro-office365.jpgI responsabili IT possono utilizzare le funzioni di sandboxing e di Data Loss Prevention all’interno di Cloud App Security per bloccare i malware nascosti negli attacchi mirati, assicurando al contempo la protezione dei dati e il rispetto della conformità delle policy. 
L’analisi dei malware attraverso le sandbox aiuta a identificare i malware zero-day e i codici maligni nei documenti Office o PDF. Il comportamento dei file sospettosi può essere monitorato in sandbox virtuali multiple e all’interno di diversi sistemi operativi. Il risultato è che i file dannosi sono bloccati o isolati prima che l’utente possa aprirli.

Le soluzioni in dettaglio 
Cloud App Security
 permette di estendere il raggio di protezione, oltre le e-mail, e di coprire SharePoint e OneDrive. Le funzioni di data loss protection assicurano che le aziende che utilizzano Exchange Online, SharePoint Online e OneDrive for Business abbiano degli insight chiari nell’uso dei dati di compliance. La configurazione di Cloud App Security è semplice, grazie alla diretta integrazione con Office 365, senza la necessità di reindirizzare il traffico e-mail.
Cloud App Encryption, invece, permette ai responsabili IT di conservare il pieno controllo dei dati aziendali, dando loro il controllo delle chiavi di crittografia e quindi il controllo su chi può accedere ai dati. Con questo approccio, le chiavi di crittografia sono custodite in un luogo diverso rispetto a quello dove sono custoditi i dati e non sono accessibili dai provider cloud.
La soluzione può essere utilizzata anche dai dispositivi mobili e può essere integrata direttamente in Office 365 così che le funzioni dell’utente e le capacità di gestione rimangano invariate. Questo elimina i problemi e i ritardi che accadono quando il traffico e-mail viene deviato.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche