▾ G11 Media Network: | ChannelCity | ImpresaCity | SecurityOpenLab | GreenCity | Italian Channel Awards | Italian Project Awards | ...

N-able presenta Managed Detection and Response per gli MSP

La suite di sicurezza avanzata combina una piattaforma Security Operations concepita per favorire collaborazione e trasparenza, grazie al controllo di esperti per proteggere aziende di qualsiasi dimensione con l'ausilio di un approccio di sicurezza di livello enterprise

Vendor

N-able ha aggiornato la sua suite di sicurezza con il lancio di N-able Managed Detection and Response (MDR). Quest’ultima aggiunta al portafoglio di soluzioni di sicurezza N-able combina una solida piattaforma SecOps con i servizi erogati da esperti, il che offre agli MSP un’ampia gamma di funzionalità per stabilire un nuovo standard di sicurezza informatica per i loro clienti PMI.

N-able MDR offre visibilità e collaborazione tra MSP, clienti e quando necessario, anche con analisti esperti di sicurezza. Gli utenti delle diverse aziende potranno contare tutti sul medesimo accesso in tempo reale per visualizzare e/o collaborare agli eventi di sicurezza via via che questi si verificano: si tratta di un livello di trasparenza che migliora la sicurezza e aggiunge valore all’offerta degli MSP. Grazie a tecnologie e servizi scalabili, questa soluzione è ideale per MSP di piccole e grandi dimensioni e ha un costo vantaggioso che consente di implementare un solido approccio alla sicurezza senza compromettere la redditività. I provider di servizi di sicurezza gestiti (MSSP) o coloro con elevate competenze in ambito sicurezza potranno scegliere di utilizzare la piattaforma senza fruire dell’assistenza da parte degli analisti per fornire un servizio di sicurezza gestito dai propri team.

N-able MDR offre alle aziende di qualsiasi dimensione tutti gli strumenti necessari per tenere alla larga le minacce informatiche avanzate, ridurre le vulnerabilità e assumere il controllo degli ambienti IT su vasta scala. La soluzione si integra con gli strumenti di sicurezza e IT esistenti e ne acquisisce i dati. La relativa intelligenza artificiale contribuisce a individuare le minacce che passerebbero altrimenti inosservate e, grazie alle funzionalità di risposta automatizzate e umane, va oltre i semplici alert di minacce per assicurare la rapida applicazione di rimedi. Con un’efficace ricerca delle minacce, la gestione delle vulnerabilità, il monitoraggio del darknet e il supporto della conformità, la soluzione permette agli MSP di migliorare la sicurezza informatica per aziende di piccole e medie dimensioni. Consente agli MSP di fornire una soluzione efficace per la sicurezza informatica alle aziende dei settori pubblico e privato che spesso hanno difficoltà a trovare e a finanziare i team e le tecnologie necessari per implementare difese avanzate.

Con la continua carenza di professionisti qualificati in sicurezza informatica, quest’anno si prevede l’aumento della domanda di soluzioni gestite di rilevamento e risposta. Ciò porterà opportunità significative per gli MSP. Secondo un recente studio di Canalys, le opportunità di erogare servizi di sicurezza informatica saranno maggiori rispetto alla vendita di tecnologie di sicurezza, e i servizi di sicurezza gestiti e i servizi di integrazione dovrebbero essere le aree in più rapida crescita.

“Il livello di trasparenza e di collaborazione assicurato dalla soluzione N-able MDR rappresenta un valore unico per MSP e relativi clienti. Grazie all’aggiunta di un ulteriore livello di esperienza assicurato dagli analisti altamente specializzati che erogano il servizio e a tutte le funzionalità disponibili nella piattaforma, lo strumento consente ogni tipo di procedura operativa in ambito sicurezza, ovvero ciò che prima era fuori dalla portata di ogni azienda, ad eccezione di quelle più importanti del mondo”, ha dichiarato John Pagliuca, Presidente e CEO di N-able. “L’aumento degli alert legati alle sempre più frequenti minacce informatiche, alle normative in crescita e alle difficoltà legate al reperimento di personale adeguato impongono alle aziende di affidarsi a un aiuto esterno”.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter