googletag.pubads().definePassback('/4143769/channelcity-sfondo', [1, 1]).display();

Ecommerce Italia, un mercato che vale 15 miliardi di euro

La crescita prevista è attorno al 15 percento, rispetto al 2014 mentre gli acquisti effettuati tramite Smartphone e Tablet raggiungeranno il 25% del totale eCommerce.

Mercato
La previsione di crescita delle vendite dai siti italiani per tutto il 2015, secondo l’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm - Politecnico di Milano, si attesta intorno al 15%, per un fatturato stimato superiore ai 15 miliardi di euro.
I comparti maggiormente in crescita rispetto al 2014 sono: l’Informatica (+26%), l’Abbigliamento (+23%), l’Editoria (+21%), il Grocery (+22%), e il Turismo (+9%). In crescita del 18% l’export per un valore totale di oltre 3 miliardi di euro. Per quanto positive, sono comunque cifre ben lontane da quelle che si registrano in altri Paesi europei e nel mondo.
Se queste sono le previsioni l'anno 2014 si è chiuso con la crescita delle vendite da Smartphone a quota 1.087 milioni di euro mentre nel 2015 si prevede un’ulteriore crescita del 68% che porterà il canale vicino ai 2 miliardi di euro. Sempre nel 2015 gli acquisti effettuati tramite Smartphone e Tablet raggiungeranno il 25% del totale eCommerce. L'affermazione del mobile è indiscutibile: sono in media il 75% gli utenti che nel mondo accedono al web tramite dispositivi mobili.
e-commerce-forum-2015.jpgSecondo le ultime stime di Ecommerce Foundation, in tutto il mondo le vendite complessive di beni e servizi online si attesteranno sui 2.100 miliardi di dollari a fine 2015 (erano 1.840 miliardi a fine 2014), ovvero il 5% sul totale complessivo delle vendite retail. Per l'Europa la stima per il 2015 è di 470 miliardi di euro il fatturato complessivo di beni e servizi acquistati tramite eCommerce, con una preponderanza del 54% dei beni rispetto al 46% dei servizi. Nel corso del 2014 i 3 Paesi europei in cima all’ideale classifica delle vendite online che catalizzano il 60% delle vendite online sono: UK con 122 miliardi di euro, Germania con 70 miliardi, Francia con 56,8.
Nel mercato italiano è l’Informatica a far registrare l’incremento più elevato (+26%), seguita a ruota dall'Abbigliamento, che registra un +23%, e dall’Editoria e dal Grocery, che balzano avanti del 21%. Il Turismo ottiene un incremento in linea con la media degli ultimi 4 anni, pari al 9%, confermandosi così il comparto principale dell'eCommerce con un valore di quasi 5,5 miliardi di euro pari al 37% del mercato. L’Abbigliamento passa dal 14 al 15% del mercato, e l’Informatica ed elettronica di consumo dal 12 al 13%; seguono l’Editoria con una quota del 3% e il Grocery con l’1%. Turismo e abbigliamento si confermano inoltre i due comparti che spingono maggiormente l'export dell’eCommerce italiano portandolo a crescere del 18% nel 2015 e a raggiungere una quota superiore ai 3 miliardi di euro.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche