googletag.pubads().definePassback('/4143769/channelcity-sfondo', [1, 1]).display();

Apple, malissimo i conti (E' finita l'epoca dei rialzi)

Nel trimestre appena concluso le vendite degli iPhone sono calate del 16 percento mentre quelle degli iPad sono scese ancora di più con una percentuale del 19%.

Mercato
Non è certamente un fulmine al ciel sereno, visto che i presupposti si erano già visti sulla piazza finanziaria di Wall Street dove il titolo mostrava prima della pubblicazione dei risultato il segno meno, ma ora è ufficiale, probabilmente è anche finita un epoca di vendite boom, trimestri dopo trimesti.
Apple ha infatti chiuso il secondo trimestre dell’esercizio 2015/2016 con ricavi per 50,56 miliardi di dollari, in contrazione del 13% rispetto ai 58,01 miliardi ottenuti nel corrispondente periodo dell’esercizio precedente. Questo, di fatto, è il primo calo del giro d’affari in 13 anni. I vertici di casa Apple prevedevano ricavi compresi tra i 50 miliardi e i 53 miliardi di dollari e hanno rischiato di far cadere l'asticella sotto la soglia dei 50.
Nel trimestre appena concluso le vendite degli iPhone sono calate del 16% attestandosi a 51,19 milioni di unità, mentre quelle degli iPad sono scese ancora di più con una percentuale del 19% attestandosi a quota 10,25 milioni. Questi dati non sono da ascrivere a un mercato in descrescita, visto che lo storico concorrente, Samsung, ha registrato vendite positive.
Il secondo trimestre dell’esercizio 2015/2016  di Apple si è chiuso con un utile netto di 10,52 miliardi di dollari, in forte calo rispetto ai 13,57 miliardi di dollari del secondo trimestre dell'anno finanziario 2014/2015. Anche l'utile per azione è sceso dai precedenti 2,33 dollari agli attuali 1,9 dollari. Le stime degli analisti finanziari indicavano un utile per azione di 2 dollari e un fatturato di 52 miliardi di dollari.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche