Yeastar traccia il futuro delle comunicazioni per tutte le Pmi

Specializzata nello sviluppo e nella produzione di centralini IP e gateway VoIP, Yeastar mette a disposizione delle Piccole e medie imprese soluzioni tecnologiche di nuova generazione capaci di semplificare le interconnessioni tra utenti, dipendenti, collaboratori e clienti. Forte l’impegno nei confronti dell’ecosistema dei suoi partner, supportati con numerose sessioni formative e assistenza progettuale erogata attraverso i distributori certificati

Vendor
L’emergenza sanitaria causata dal COVID-19 sta agendo da acceleratore nella trasformazione digitale delle aziende, forzatamente spinte ad abbracciare modelli operativi più agili, legati allo smart working. Per quanto riguarda la comunicazione, l’adozione di sistemi telefonici VoIP per facilitare gli ambienti di telelavoro non va, però, considerata transitoria. Sarà la ‘nuova normalità’ destinata a restare nel tempo. “I sistemi telefonici legacy non sono più sufficienti a supportare le esigenze di comunicazione delle aziende moderne. È il momento di reimmaginare e rendere a prova di futuro il posto di lavoro digitale. Un obiettivo che ci impegna ogni giorno ad ascoltare le esigenze del mercato: solo così, infatti, si potranno affrontare con successo tutte le sfide legate al cambiamento” afferma Prince Cai, Vice President di Yeastar, sottolineando come il vendor sia costantemente focalizzato nello sviluppo di sistemi telefonici in grado di semplificare le interconnessioni tra utenti, dipendenti, collaboratori e clienti.

Un esempio di questo sforzo di semplificazione è la soluzione annunciata alla fine di settembre dell’anno scorso: il sistema PBX P-Series, una soluzione completamente ridefinita in base alle nuove richieste di ‘smart UC’. Rivolto alle Pmi dalle aspettative elevate, il sistema è un "PBX-Plus-More" capace di far convergere voce, mobilità, presenza, applicazione Web, collaborazione e molto altro per offrire prestazioni superiori a qualsiasi sistema della sua categoria.

Al già presente softphone client Linkus (per sistemi desktop basati Mac OS/Windows e per smartphone in ambiente IOS e Android) la nuova P-Series aggiunge il client Linkus Web e una soluzione ‘Call Center’ con monitoraggio e gestione semplificata per gli operatori, soluzione corredata di un sistema di reportistica dettagliata e un pannello operatore intuitivo. “Ultimamente abbiamo, poi, integrato l’accesso da remoto in modo sicuro e protetto tramite il sistema ‘Remote Access Service’; la possibilità di effettuare videochiamate tra interni; e, infine, un sistema integrato di video conferenza gestito direttamente dall’interfaccia Web” aggiunge Cai, puntualizzando come la soluzione sia già distribuita in oltre 70 Paesi al mondo e stia ricevendo continui feedback positivi dai clienti.

“Il sistema PBX P-Series non migliora solo l'esperienza dell'utente, ma anche la gestione e la manutenzione da parte dell’installatore. Oltre a un'interfaccia rinnovata, moderna e facile da usare, abbiamo sviluppato anche un design intelligente nel tentativo di ottimizzare l'esperienza complessiva e ridurre i potenziali costi di apprendimento” spiega Massimiliano Sartini, Italy Marketing Support & Certified Yeastar Trainer, che tra le principali caratteristiche del PBX cita la facile configurazione dell'indirizzo IP con NFC Write/Read; il provisioning automatico dei telefoni IP in blocco; la gestione granulare basata su più ruoli utente; le regole avanzate di gestione delle chiamate basate su ID chiamante; le impostazioni Voicemail e Stato di presenza; la videoconferenza integrata per interagire e collaborare in tempo reale; e il Pannello Operatore per la gestione delle chiamate.

“L’emergenza operativa del 2020 ci ha fatto capire quanto sia importante rimanere connessi, ovunque ci trovi e non solo con le persone intorno a noi, ma anche con tutti i membri appartenenti ai nostri team, i clienti e i partner. Per questo, a marzo dell’anno scorso abbiamo deciso di aiutare il mercato mettendo a disposizione gratuitamente soluzioni per il lavoro a distanza. Abbiamo, così, aiutato oltre 7.000 organizzazioni di tutto il mondo a rimanere connesse” precisa Prince Cai, spiegando come le aziende di qualsiasi dimensioni possano contare su Yeastar nell'era del lavoro ‘da qualsiasi luogo’ grazie alla sua suite di prodotti e servizi pensati per semplificare il lavoro remoto (tra cui Yeastar Cloud PBX, Linkus UC Clients, Linkus Cloud Service e Remote Management). Oltre al lancio del sistema PBX P-Series, nel 2020 il vendor ha proseguito infatti con lo sviluppo di altri suoi sistemi, come la pluripremiata S-Series, le soluzioni Yeastar Cloud, YMP - Yeastar Management Plane e la soluzione Yeastar K2 pensata per organizzazioni fino a 2.000 interni. Diverse le funzionalità introdotte, tra cui l’integrazione con Microsoft Teams, l’implementazione della funzione Computer Telephony Integration per rendere possibile un facile ‘click-to-dial’ dall’applicativo Linkus Desktop Client verso i telefoni IP fisso degli utenti e l’ottimizzazione dell’accesso alla gestione Contatti.
prince cai froom yeastarPrince Cai, Vice President di Yeastar
La formazione dei partner innanzitutto
Importanti i traguardi raggiunti da Yeastar nell’ultimo periodo. Oltre a un aumento del 200% nell'implementazione delle soluzioni Yeastar Cloud PBX, il vendor ha registrato un incremento del 370% nel numero degli abbonati a Linkus Cloud Service e del 300% nell'uso di Linkus. “Il 2020 è stato anche un anno di particolari successi e riconoscimenti assegnati da riviste specializzate e società globali di media integrati: premi che si aggiungono ai precedenti riconoscimenti ottenuti negli anni passati, ricevuti per l'eccellenza dei nostri prodotti e per le nostre prestazioni aziendali” commenta Prince Cai, sicuro che il lavoro a distanza sia una tendenza inarrestabile e che in futuro si vedranno sempre più richieste per il cloud e le soluzioni di comunicazione unificate. “Qualsiasi operatore del settore deve andare avanti per mettersi al passo con questa tendenza e rimanere sempre in evidenza, attento alle richieste del mercato, evolvendo rapidamente sulla base di queste esigenze. Coloro che non riusciranno a farlo potrebbero essere eliminati da questa competizione che premia l’affidabilità e la visione del futuro” aggiunge il Vice President di Yeastar, azienda da sempre convinta che i cambiamenti portino anche opportunità. Per aiutare i suoi partner a coglierle, il vendor mantiene un contatto sempre attivo con loro. “Utilizziamo tutti gli strumenti social per mantenerci vicini ai nostri dealer. Il nostro canale YouTube, per esempio, è un importante centro di apprendimento informativo, utile e interessante non solo per gli utenti Yeastar, ma anche per tutti gli operatori del settore. Il canale contiene ad oggi oltre 70 video, che aggiorniamo su base settimanale. Per il 2021 il nostro impegno sarà quello di metterli a disposizione in lingua italiana” precisa Sartini, puntualizzando che il vero fiore all’occhiello di Yeastar è, però, soprattutto rappresentato dalla formazione tecnica e commerciale. Complessivamente nel 2020 sono stati tenuti oltre 640 webinar di formazione online, molti dei quali in lingua italiana e dedicati al mercato locale: un mercato ricco di partner che da anni hanno scelto il vendor come punto di riferimento per innovazione e semplicità di uso, integrazione e facilità di manutenzione.
formaleMassimiliano Sartini, Italy Marketing Support & Certified Yeastar Trainer“Per noi la preparazione e la certificazione dei partner è da sempre di fondamentale importanza per garantire valore aggiunto al mercato. Nel 2020 ovviamente abbiamo dovuto organizzare moltissime sessioni online: oltre 350 le ore di formazione tecnica predisposte online l’anno scorso e seguite direttamente da un docente certificato, mentre più di 100 sono state le ore di formazione commerciale dedicata ai partner italiani, organizzate in collaborazione con la rete dei distributori certificati Yeastar” specifica Sartini. Per il 2021 questo impegno nella formazione tecnica e commerciale sarà ulteriormente rafforzato con nuovi corsi tecnici e approfondimenti commerciali in vista delle novità introdotte con i sistemi P-Series. Ma il supporto al canale non finisce qui. “La nostra rete di distributori certificati è da sempre attenta alle esigenze dei dealer, che possono contare anche sull’assistenza di tutto il team di Yeastar sia in fase di prevendita sia in fase di gestione di progetti particolarmente articolati” aggiunge, precisando che per incentivare l’utilizzo delle soluzioni di video collaboration il vendor ha anche esteso il periodo di trial da 30 giorni a 90 giorni, mentre ulteriori iniziative commerciali verranno comunicate durante i webinar che continueranno per tutto il 2021: appuntamenti mensili in cui sarà illustrato puntualmente l’avanzamento della roadmap. Nel corso dell’anno saranno, infatti, svelate offerte e soluzioni ancora più ‘future-proof’, ma soprattutto affidabili e robuste, sempre pensate per le necessità delle Pmi e per facilitare lo sviluppo inarrestabile del lavoro agile.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche