googletag.pubads().definePassback('/4143769/channelcity-sfondo', [1, 1]).display();

Emilia-Romagna, 15 milioni di euro a sostegno delle Pmi

nuove risorse per le PMI. I progetti finanziabili con il bando della Regione devono prevedere investimenti produttivi espansivi ad alto contenuto tecnologico.

Mercato
Sono ben 15 milioni di euro messi a disposizione delle PMI, per il miglioramento dei tempi di risposta e di soddisfacimento delle esigenze dei clienti, l’introduzione di tecnologie abilitanti nei processi produttivi e la riduzione degli impatti ambientali. E' quanto stanzia laRegione Emilia-Romagna a favore delle imprese con le risorse del Por Fesr 2014-2020 dedicate alla competitività del tessuto produttivo.

Tipologia e misura del contributo
Contributi a fondo perduto del 20% della spesa ammissibile, a fronte di investimenti realizzati tramite il ricorso a finanziamenti a medio/lungo termine erogati dal sistema bancario e creditizio e in sinergia con gli interventi di garanzia diretta da parte del sistema regionale dei confidi e con controgaranzia di Cassa Depositi e Prestiti -Fondo EuReCa.
Il contributo è aumentato del 5% per progetti:
-  che prevedono un incremento occupazionale
-  presentati da imprese femminili e/o giovanili
-  presentati da imprese con rating di legalità

Progetti ammissibili
I progetti devono prevedere investimenti produttivi espansivi ad alto contenuto tecnologico che, attraverso un complessivo ammodernamento degli impianti, dei macchinari e delle attrezzature, siano idonei a favorire l’innovazione di processo, di prodotto o di servizio.

Spese ammissibili
-   Acquisto di impianti, macchinari, beni strumentali e attrezzature - nuovi di fabbrica - funzionali alla realizzazione del progetto, anche idonei a consentire un miglioramento dell’efficienza energetica dei prodotti e/o dei processi produttivi e di servizio
-   Acquisto di beni intangibili quali brevetti, marchi, licenze e know how da intendersi come l’insieme di conoscenze, connotate dal requisito della segretezza e dell’originalità, atte ad ottimizzare i processi produttivi industriali ma inidonee ad essere brevettate in quanto non produttive né consistenti in risultati industriali specificatamente individuabili;
-    Acquisto di hardware, software, licenze per l’utilizzo di software, servizi di cloud computing
-   Spese per opere murarie ed edilizie strettamente connesse alla installazione e posa in opera dei macchinari, beni strumentali, attrezzature e impianti
-   Acquisizioni di servizi di consulenza

Presentazione della domanda
1° FINESTRA: dalle ore 10.00 del giorno 5 giugno 2018 alle ore 13.00 del giorno 19 luglio 2018
2° FINESTRA: dalle ore 10.00 del giorno 4 settembre 2018 alle ore 13.00 del giorno 28 febbraio 2019.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche