googletag.pubads().definePassback('/4143769/channelcity-sfondo', [1, 1]).display();

Da VoipVoice il cloud pensato per gli IP-PBX

Il provider Voip Business oriented ha rilasciato VoipCloud, il nuovo cloud Tlc as-a-service per Ip-Pbx progettato per rispondere alla crescente esigenza di digitalizzazione delle aziende

Vendor
VoipVoice ha esteso l'offerta di servizi voce e connettività, annunciando la disponibilità di VoipCloud, il nuovo
cloud Tlc as-a-service per Ip-Pbx progettato per rispondere alla crescente esigenza di digitalizzazione delle aziende. Disporre di un centralino cloud non solo permette una dematerializzazione fisica degli apparati, ma
soprattutto garantisce la possibilità di lavorare ovunque in maniera sicura e affidabile, gestendo
in tutta tranquillità le chiamate Voip.

“Il VoipCloud è il mattone che mancava all’offerta Tlc di VoipVoice e che ci permette da oggi di offrire ai nostri partner e ai nostri clienti un servizio completo, affidabile e soprattutto 'made in Italy'. Connettività performante, numerazioni Voip e spazi cloud, sui quali installare moderni Ip-Pbx, nasceranno tutti sul nostro territorio nazionale, dandoci la possibilità di garantire un servizio con alte prestazioni tecniche, rispettando le attuali disposizioni di legge in ambito Tlc” spiega Luigi Poli, Executive Office Director di VoipVoice.

Per attuare questa rivoluzione digitale, l’azienda toscana si è fatta spazio nel cuore delle Telecomunicazioni Italiane: è entrata al MIX, il Milan Internet Exchange, ossia il principale Internet Exchange Point pubblico italiano. Qui ha aperto il suo spazio server per l’archiviazione del Cloud e per il passaggio delle comunicazioni VoIP.

Flessibile e adattabile in base alle chiamate contemporanee da svolgere, sicuro grazie ad un firewall specifico e personalizzabile in base alle esigenze, ciascun taglio del VoipCloud possiede un IP statico pubblico ed è compatibile con i principali IP-PBX.

Il VoipCloud è strutturato in tre tagli: VoipCloud 4, VoipCloud 8 e VoipCloud 16, che differiscono non solo per il numero di chiamate contemporanee che il centralino collegato può permettere, ma anche per dimensioni di Cpu,
Ram e Storage. Inoltre, è stata prevista anche la possibilità di supporto per l’installazione e la configurazione tramite il servizio di Setup.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche