DataCore cresce e acquisisce Caringo

Caringo, pioniere nel mercato dell’object storage, è stata fondata nel 2005 per cambiare radicalmente le metriche economiche dello storage. Il suo prodotto di punta, Swarm, costituisce le fondamenta per lo storage, l'accesso e l'analisi dei dati hyperscale, nell’ordine dei petabyte, garantendone al contempo l’integrità ed eliminando le dipendenze hardware.

Vendor
L’acquisizione di Caringo permetterà a DataCore Software di proporsi come fornitore unico delle complete soluzioni di software-defined storage a blocchi, file e oggetti. L’acquisizione porterà al team DataCore anche talento e competenze aggiuntive, oltre a clienti in mercati chiave come quelli dei cloud service provider, dei media e del settore pubblico.

Caringo, pioniere nel mercato dell’object storage, è stata fondata nel 2005 per cambiare radicalmente le metriche economiche dello storage. Lo ha fatto sviluppando software capace di risolvere i problemi legati a una crescita dei dati che sembra non avere fine. Il suo prodotto di punta, Swarm, costituisce le fondamenta per lo storage, l'accesso e l'analisi dei dati “hyperscale”, nell’ordine dei petabyte, garantendone al contempo l’integrità ed eliminando le dipendenze hardware.
datacore dave zabrowskiNell’attuale contesto economico, le organizzazioni IT sono alla ricerca di nuove modalità per risparmiare denaro” evidenzia Dave Zabrowski, CEO di DataCore Software. “Tuttavia, i requisiti di conformità, il maggiore ricorso al backup, la business continuity e la continua crescita dei dati rappresentano sfide che l’object storage può vincere. Con l’acquisizione di Caringo siamo entusiasti di poter offrire a dipartimenti IT, fornitori di servizi e clienti governativi di tutto il mondo una tecnologia di object storage collaudata, altamente affidabile e con una gamma di funzionalità che oggi non ha paragoni. Continuando a proporre la nostra DataCore ONE Vision attraverso un completo portfolio di prodotti, non smettiamo di costruire un team dirigenziale con esperienza globale che ci consentirà di fornire ai nostri clienti le migliori soluzioni software-defined”.

L’acquisizione di Caringo accelera ulteriormente la
DataCore ONE Vision: concretizzare la potenza del software-defined storage per abbattere i silos e le dipendenze hardware, unificando il settore e mettendo l’IT in grado di rendere lo storage più intelligente, efficace e semplice da gestire.
La linea di prodotti Caringo è complementare al vasto portfolio di software-defined storage DataCore, che comprende il software vFilO - una tecnologia di nuova generazione per la virtualizzazione dello storage basato su file e oggetti distribuiti progettata specificamente per aiutare le imprese a organizzare, ottimizzare e controllare grandi quantità di dati sparpagliati on-premises e nel cloud - e il software DataCore SANsymphony per lo storage basato su blocchi, che offre indipendenza dall’hardware, flessibilità, disponibilità, prestazioni ed efficienza/risparmio sui costi.

Per DataCore, la notizia dell’acquisizione arriva sulla scia di ottimi risultati 2020. In ogni trimestre, l’azienda ha aggiunto oltre 100 nuovi clienti e ha visto nel quarto trimestre una crescita anno-su-anno a doppia cifra nella capienza venduta e nella crescita del numero di clienti. Nell’ultimo anno, DataCore ha anche nominato diversi dirigenti in ruoli chiave, tra cui Kevin Thimble, chief financial officer, e Geoff Danheiser, chief people officer.
La società ha inoltre inaugurato una nuova e moderna sede centrale a Ft. Lauderdale, FL, e un nuovo centro di Research & Development a Bangalore, India, per accelerare l’innovazione. L’azienda vanta già uno staff di quasi 30 persone a Bangalore, che si aggiungono a quelle degli altri centri di R&D nell’Europa dell’Est e in Florida.

L’acquisizione di Caringo aumenterà la presenza di DataCore ad Austin, dove si trova la sede centrale di Caringo e dove DataCore dispone di staff dedicati a vendite, marketing e R&D, oltre a un laboratorio e a spazio per ulteriore crescita. Il rafforzamento del team dirigenziale, le risorse distribuite geograficamente e un portfolio prodotti più ampio mettono DataCore nel 2021 in condizione di spingere l’acceleratore sull’adozione delle tecnologie software-defined.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche