F-Secure Elements, la cybersecurity trasformata in servizio cloud

Modulare e flessibile, la nuova piattaforma combina endpoint protection, Edr, gestione delle vulnerabilità e protezione di soluzioni cloud come Microsoft 365. A proporla sul mercato saranno i partner più orientati alla logica di servizio, dealer pronti a trasferire ai clienti tutti i benefici offerti dall’as a service e dal modello ‘pay per use’

Vendor
L’adozione del cloud da parte delle aziende è oggi un dato di fatto. Ad aver accelerato la sua diffusione ha contribuito in modo determinante l’emergenza sanitaria, che ha costretto tantissime organizzazioni a modificare i propri modelli operativi, ricorrendo allo smart working per garantire la necessaria continuità di business. La remotizzazione del lavoro ha, però, ampliato la superficie d’attacco, moltiplicando minacce e vulnerabilità. Secondo il Ponemon Institute, negli ultimi due anni un’azienda su due ha sperimentato incidenti di sicurezza: data breach che non sono solo stati più numerosi, ma anche caratterizzati dall’utilizzo di tecniche decisamente più avanzate.

Inevitabile, dunque, l’incremento degli investimenti sul fronte della cybersecurity, ambito che pone moltissime organizzazioni di fronte all’annoso problema della mancanza di competenze specifiche. Secondo un recente report pubblicato da Esg & Issa, a soffrire di questa carenza è addirittura il 70% delle aziende, con pesanti contraccolpi su capacità di detection e velocità di risposta alle minacce. “Tutto questo ci ha portato a un importante cambio di rotta, mettendo a punto una piattaforma cloud, F-Secure Elements, in grado di garantire alle aziende un accesso rapido, flessibile e semplice a una cybersecurity erogata come semplice servizio” afferma Carmen Palumbo, Country Sales Manager di F-Secure Italia, sottolineando come le organizzazioni abbiano ormai compreso quanto la sicurezza It sia un lavoro 24 ore su 24, 7 giorni su 7, quindi troppo oneroso e complesso per poterlo svolgerlo da sole. Per questo sempre più spesso si rivolgono a vendor che le affianchino sul fronte dell’It security senza obbligarle ad acquistare l’ennesimo prodotto. “Il focus è ormai sul risultato, quindi più sull’utilizzo che non sul possesso delle soluzioni. E qui entra in gioco il cloud e la sua capacità di erogare servizi, facendo pagare solo per quello che si usa effettivamente” precisa Palumbo, evidenziando quanto F-Secure Elements sia capace di soddisfare pienamente le nuove esigenze ‘as a service’ del mercato.
2021 fs elements tableServizi dimensionati sulle specifiche esigenze aziendali
Piattaforma modulare in grado di combinare endpoint protection, Edr, gestione delle vulnerabilità e protezione di soluzioni cloud come Microsoft 365, F-Secure Elements garantisce una visibilità completa sulle risorse, sulle configurazioni, sulle minacce e sugli eventi, offrendo la possibilità di gestire attività semplificate per assicurare flussi di lavoro efficienti e risposte molto più rapide alle minacce. “Per i partner tutto questo significa poter erogare in autonomia una serie di servizi costantemente dimensionati sulle effettive esigenze dei clienti, applicando un modello di pricing basato sul semplice utilizzo” spiega la Country Sales Manager, ricordando come la piattaforma affianchi la classica offerta transazionale di F-Secure, aprendo ai partner un nuovo filone di business.
carmen palumbo finalCarmen Palumbo, Country Sales Manager di F-Secure Italia“Si tratta di un’offerta particolarmente adatta a tutti quei dealer dotati di mentalità e skill orientati al servizio, interessati a crescere nell’as a service grazie a una piattaforma che ne semplifica gestione e proposizione” prosegue Palumbo. In Italia, dove le soluzioni F-Secure sono soprattutto diffuse nel segmento small business, il vendor sta già lavorando sulla proposizione della piattaforma con numerosi suoi dealer, soprattutto quelli con le certificazioni più alte, ma l’intenzione è quella di stringere anche nuove partnership con realtà dall’approccio consulenziale. “Alla luce degli sviluppi che registreremo, a partire da gennaio 2022 inseriremo nel partner program una specializzazione dedicata a tutti quei partner ‘ibridi’, che opereranno sul mercato affiancando l’erogazione di servizi di cybersecurity alla vendita tradizionale delle nostre soluzioni” conclude Palumbo, aspettandosi da qui a un anno l’erogazione del 40-50% dei prodotti F-Secure in modalità Saas.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche