GfK, la tecnologia cresce del +21,3% nei primi sei mesi del 2021

Continua il  trend positivo della Tecnologia di consumo in Italia, con un incremento significativo delle vendite nei punti vendita tradizionali rispetto allo stesso periodo del 2020

Mercato
E' un buon momento per la 'tecnologia', come emerge da molte analisi di mercato. E' il caso delle rilevazioni GfK Market Intelligence, secondo cui nei primi sei mesi del 2021 prosegue il  trend positivo della Tecnologia di consumo in Italia, con un importante crescita delle vendite nel mercato italiano del 21,3% a valore nei punti vendita tradizionali rispetto al corrispondente periodo del 2020.
La crescita delle vendite è stata più marcata nei punti vendita tradizionali (+75,5%) rispetto al canale online (+24,5%).
L'incremento maggiore su base annua è ovviamente legato alle chiusure dei negozi durante il primo lockdown della primavera 2020, che aveva portato ad un rallentamento delle vendite nei negozi fisici e ad una crescita del ricorso all’e-commerce da parte degli italiani.
Nel periodo analizzato, risultano positivi tutti i segmenti che compongono la Tecnologia di consumo. In crescita l’Elettronica di Consumo, che registra un incremento delle vendite del +30,1% a valore. In particolare, sono cresciute molto le vendite di Televisori (+31,2%), per effetto di grandi eventi sportivi ma soprattutto dell’annunciato switch-off che ha convinto molti italiani ad acquistare un nuovo televisore nonostante le recenti modifiche alla roadmap decise dal Ministero dello Sviluppo Economico.
Trend in crescita anche per il Grande Elettrodomestico (+27,8%), con performance di vendita particolarmente positive per Asciugatrici, Lavastoviglie e i dispositivi per la Cucina.
Crescita a doppia cifra anche per il comparto della Telefonia (+21,1%), il più importante per giro d’affari del mercato italiano della Tecnologia di Consumo.
Il settore che cresce di più è quello dell’Home Comfort (+52,1%), per ragioni legate alle condizioni atmosferiche di questi primi sei mesi del 2021, con un forte incremento delle vendite di condizionatori e ventilatori negli ultimi mesi di rilevazione. In forte crescita anche la Fotografia (+45,9%), che aveva fatto registrare trend molto negativi durante tutto il 2020, penalizzata dalle limitazioni alla mobilità e quindi alle attività outdoor.
Rispetto a quanto registrato da GfK nei mesi scorsi, rallenta per la prima volta la crescita del Piccolo Elettrodomestico (+16,3%) e del settore IT Office (+13,2%). Bisogna però ricordare che questi due comparti sono quelli che hanno visto gli incrementi maggiori nel corso del 2020: una frenata della crescita rientra quindi in un progressivo ritorno alla normalità del mercato.
Un altro elemento da sottolineare è la difficoltà nel reperimento delle materie prime, legata soprattutto all’approvvigionamento dei semiconduttori.
gfk mercato tecnologia 1 semestre 2021
Andando infine a vedere i dati più recenti relativi all’andamento della Tecnologia di consumo – riferiti al mese di giugno 2021 – emerge un trend positivo a valore per tutti i settori, ad eccezione del Piccolo Elettrodomestico e dell’IT Office, che nello stesso periodo del 2020 avevano registrato un vero e proprio boom delle vendite.
Complessivamente, a giugno 2021 il mercato della Tecnologia di consumo risulta comunque in crescita del +6,2% rispetto allo stesso mese del 2020.

Nota metodologica
* Fonte: GfK Market Intelligence: Attraverso la metodologia Retail Panel, GfK raccoglie in maniera continuativa i dati di vendita dei Technical Consumer Goods in oltre 70 Paesi in tutto il mondo. I dati contenuti in questo comunicato si basano sui dati di sell-out delle principali insegne online e offline attive sul mercato italiano tra gennaio e giugno 2021. Tutti i trend sono a valore e il confronto è con lo stesso periodo del 2020.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche