▾ G11 Media Network: | ChannelCity | ImpresaCity | SecurityOpenLab | GreenCity | Italian Channel Awards | Italian Project Awards | ...

Gfk analizza la Distribuzione. I trend dei primo semestre 2023

Nel primo semestre del 2023 la diffusione di tecnologie e soluzioni digitali innovative quali AI, IoT, Big Data, Cloud, continua a essere significativa, tuttavia il Panel Distributori dell'analista di mercato registra un calo del fatturato pari al -7,8% rispetto al primo semestre dell’anno precedente

Mercato

Sotto la lente di GfK questa volta c’è l’attività dei Distributori Tech relativa al primo semestre dell’anno. Si tratta di soggetti che, insieme a vendor hardware e software, giocano un ruolo fondamentale in Italia nel supportare imprese e pubbliche amministrazioni nel processo di innovazione e modernizzazione basato sulle tecnologie digitali, interfacciandosi direttamente con gli operatori del canale ICT B2B e B2C.

In generale, nel primo semestre del 2023 secondo GfK la diffusione di tecnologie e soluzioni digitali innovative quali, ad esempio, Artificial Intelligence, Internet of Things, Big Data, Cloud, ecc. continua a essere significativa. Tuttavia il fatturato del Panel Distributori di GfK registra un calo del fatturato del -7,8% rispetto al primo semestre dell’anno precedente. Un risultato è prevalentemente influenzato dalla riduzione del volume venduto dei prodotti hardware, sia per la minor reperibilità internazionale della componentistica IT, sia per una riduzione delle domanda da parte degli utenti consumer, che negli anni della pandemia hanno fatto incetta di tutta la tecnologia necessaria per un utilizzo domestico.

Partecipa agli ItalianSecurityAwards 2024 ed esprimi il tuo voto premiando le soluzioni di cybersecurity che reputi più innovative

Guardando il bicchiere mezzo pieno, si può però dire che il valore del mercato della Distribuzione Tech nel 2023 risulta comunque più elevato rispetto al periodo pre-Covid (prendendo in considerazione l’anno 2019).

L’analista di mercato evidenzia che contemporaneamente si sta verificando una profonda trasformazione del processo di acquisto di soluzioni digitali da parte delle imprese e dei ’tech buyer’ che - sempre di più - utilizzano strumenti e fonti informative online per acquisire informazioni e selezionare i fornitori tecnologici.
Le categorie più richieste sono state le infrastrutture per il networking (+35%), le soluzioni di stampa (+6%) e le soluzioni software (+16%), che hanno registrato le crescite più significative fatturato nei primi dei mesi dei 2023, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Per le Tech Company questa trasformazione della filiera B2B implica di ripensare le proprie strategie di marketing, di vendita e - più in generale - la gestione della relazione con i clienti finali. Nella costruzione di una customer experience B2B di successo è necessario tenere in considerazione due fattori principali: la relazione cliente-fornitore e la gestione dell'esperienza cliente end-to-end (dal primo contatto all’assistenza post-vendita). Per avere un approccio veramente orientato al cliente, quindi, è necessario innanzi tutto comprendere l'evoluzione del contesto attuale e delle tipologie di clienti che possono costituire una relazione B2B.Come sottolinea GfK, la gestione della customer experience B2B, quindi, riguarda l’intera filiera distributiva Tech, che si dovrebbe focalizzare sull’integrazione dei relativi touchpoint di relazione, nonché sull’ascolto della voce del cliente finale da parte di tutti gli intermediari commerciali (distributore,f rivenditore o professionista). Pertanto, la gestione sinergica del cliente finale e il relativo scambio di informazioni a riguardo (es. dati di sell-out) risultano elementi fondamentali nella creazione di un rapporto win-win.

Il Distributore rappresenta quindi il cardine di questo approccio, essendo l’unico attore in grado di garantire il potenziamento del presidio territoriale, per ottenere un collegamento diretto fino ai reseller e ai clienti più piccoli che, altrimenti, sfuggono completamente ai radar dei vendor, oltre a disporre di avanzate piattaforme di business intelligence.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter